Crea sito

THE LION SLEEPS TONIGHT – The Tokens – (1961)

tokens-foto

Versione originale del 1939 – Clicca sopra 

La versione più famosa dei The Tokens del 1961 – Clicca Qui 

————————————————————————————————————————————-

The Tokens sono un gruppo musicale Doo-wop statunitense formatosi a Brooklyn, New York nel 1955.

Sono famosi soprattutto per aver pubblicato nel 1961 la cover del brano di Solomon Linda Mbube, ribattezzandolo The Lion Sleeps Tonight, che raggiunse la vetta della classifica diBillboard[1] dove rimase per 3 settimane.

L’originale formazione della band includeva Neil Sedaka, Hank Medress, Eddie Rabkin e Cynthia Zolotin sotto il nome di Linc-Tones, ma la formazione storica è quella successiva con Jay Siegel, Mitch Margo, Phil Margo e Hank Medress sotto l’attuale nome (in uso dal 1960).

The Lion sleeps tonight

copertina the lion sleeps tonight

Wimoweh – The Lion Sleeps Tonight, meglio conosciuta come The Lion Sleeps Tonight (Il leone si è addormentato, nella versione in italiano), è una canzone scritta sulla base di una melodia africana, Wimoweh degli Zulu, portata al successo negli anni quaranta da Solomon Linda e The Evening Birds e, successivamente, negli anni sessanta nella versione diHank Medress con il suo gruppo The Tokens.

La nascita della canzone

Nel 1939 Solomon Linda scrisse la canzoneMbube” (che nella lingua degli Zulu significa “leone”) e ne fece una prima registrazione con il suo gruppo, The Evening Birds. Dalla Gallo Record Company, all’epoca l’unico studio di registrazione in Sudafrica, ottenne solo una tassa per la registrazione (10 shilling) e nessun diritto d’autore. “Mbube” iniziò a diventare un gran successo a partire dal Sudafrica e negli anni quaranta vendette centomila copie.

La canzone divenne così popolare che il nome “Mbube” venne preso in prestito per indicare uno stile di musica a cappella africana, sebbene da allora lo stile venne sostituito con quello “isicathamiya” (una versione più morbida del precedente).

Solomon Linda morì più tardi in grande povertà.

In giro per il mondo

the-tokens-the-lion-sleeps-tonight-wimoweh-rca

 

Nel 1952 il gruppo folk The Weavers di Pete Seeger, su invito della Record company Folkways, incise la sua versione intitolata “Wimoweh“, che vedeva riunito il coro della canzone originale di uyimbube (che significa “tu sei un leone”) e gli apporti melodici originali di Pete Seeger. La canzone venne accreditata sotto il nome di Solomon Linda e Paul Campbell (Campbell era lo pseudonimo dei quattro membri del gruppo).

In una registrazione Pete Seeger spiega che la canzone «si riferisce ad una vecchia leggenda degli Zulu, e riguarda il loro ultimo re, conosciuto come Chaka il leone. La leggenda dice che Chaka non è morto quando gli Europei hanno assunto la direzione del paese; è andato semplicemente a dormire e si sveglierà un certo giorno.»

La loro successiva versione del 1952, arrangiata da Gordon Jenkins, si piazzò fra le prime venti in classifica negli USA; a questa seguì la registrazione del live del 1957. Di questa versione i The Kingston Trio incisero una cover nel1959.

Sulla canzone originale ci sono state versioni scritte da George Weiss, Luigi Creatore, e Hugo Peretti.

La cover del 1961 curata da Hank Medress e The Tokens, alla sua prima uscita, negli Stati Uniti salì immediatamente in testa alle classifiche delle vendite e vi rimase per parecchi mesi. Ben presto ebbe un gran successo anche nel resto del mondo.

Da allora Wimoweh/The Lion Sleeps Tonight è diventata popolare, travalicando frontiere e generazioni, ed a tutt’oggi viene trasmessa ed ascoltata. ( 2feb16 )

Vari cantanti e musicisti, dopo The Tokens, hanno dato una loro particolare interpretazione: fra questi si citano Karl Denver ed il suo Trio e Robert John (1972).

Secondo una credenza diffusa sono stati i Beach Boys a realizzare la più celebre registrazione del brano ma in realtà la versione loro attribuita è quella dei “The Tokens”

the tokens Testo tratto e modificato:  http://it.wikipedia.org/wiki/The_Lion_Sleeps_Tonight

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.