Crea sito

Inaugurazione GARDALAND – (19/07/1975)

Gardaland

gardaland parco di divertimenti

Gardaland

Gardaland è un parco divertimenti dell’Italia Nord Orientale situato in località Ronchi nel comune di Castelnuovo del Garda, nella provincia di Verona. È adiacente al Lago di Garda pur non affacciandosi su di esso. Si estende su una superficie di 600.000 metri quadrati ed al suo interno si trovano attrazioni meccaniche, tematiche e acquatiche. Ha anche una propria struttura ricettiva. Ogni anno viene visitato da più di 3,2 milioni di persone.

 

Bellissimo filmato storico dell’apertura del parco del 1975 a cura di Febo Conti – Clicca Sopra

 

VIDEO 2– Ancora bellissimo filmato con tutti gli spot dal 1978 al 1993 

VIDEO 3VIDEO 4 – Lo storico spot promozionale della Valle Dei Re del 1988 e quello del Restyling

gardaland

Nel giugno del 2005 Gardaland è stato classificato al quinto posto dalla rivista Forbes nella classifica dei dieci parchi di divertimento del mondo con il miglior fatturato.È il terzo parco europeo per numero di visitatori, dopo Disneyland Resort Paris ed Europa Park. Da ottobre 2006 il parco è di proprietà dell’azienda britannica Merlin Entertainments.

Storia e sviluppo

gardaland
Iniziano i lavoro per Rio Bravo 1974

Fondato da un imprenditore locale, Livio Furini (che alcuni mesi prima aveva visitato Disneyland adAnaheim, nella periferia di Los Angeles inagurato nel 1955), è stato inaugurato il 19 luglio 1975 dopo che i lavori cominicarono nel febbraio 1975 con un investimento di 200 milioni di lire. Inizialmente il parco copriva una superficie di 90.000 metri quadrati ed il prezzo del biglietto di ingresso era di 1.750 lire, meno di un euro attuale. A metà degli anni ottanta era già il parco divertimenti italiano più famoso. La sua fama venne consolidata quando divenne il set per le riprese delle sigle della famosa trasmissione per ragazzi Bim Bum Bam: nonostante ciò per molti anni rimase una struttura di modeste dimensioni.

gardaland 19 luglio 1975 rio bravo

Tuttavia, il successo inaspettato che riscuote il concetto di “parco dei divertimenti” (prima negli Stati Uniti e poi in Europa), costringe anche il parco gardesano ad ampliarsi mediamente ogni 4 anni, migliorando la qualità delle attrazioni offerte e le tematizzazioni. Inizialmente, questa scelta si è resa necessaria per poter ospitare un numero di visitatori sempre crescente. Dalla fine degli anni novanta però, ampliamenti e nuove attrazioni si sono rese necessarie per poter fronteggiare la concorrenza nazionale ed europea sempre più predominante.

Ad ogni modo, i cospicui investimenti effettuati, migliorano notevolmente la struttura differenziando l’offerta in termini di attrazioni presenti. Gli ampliamenti più significativi sono stati:

gardaland
Si costruisce il Safari Africano nel 1974
  • 1985: apertura di una nuova area installando le attrazioni di Magic Mountain (montagne russe) e Colorado Boat (percorso acquatico su tronchi) allora uniche in Italia.
  • 1987: apertura della Valle dei Reattrazione unica in Europa che ha lanciato il parco.
  • 1988: vengono proposte 4 novità: L’attuale Giostra CavalliKaffeetassenPeter Pan ,ancora presenti, e Eva .
  • 1989: vengono proposte 4 novità: Ikarus (ancora presente), NuvolaCalci (ora rimosse) e la Monorotaia (ancora operante).
  • 1990: vengono proposte 3 novità: L’Orto-Brucotour, ancora presente, una nuova attrazione in esclusiva per l’Europa: il Show Scan Dinamic Cine, ovvero il cinema dinamico, anch’esso ancora presente con il nome di The Spectacular 4D Adventure e Il Villaggio Degli Elfi” , oggi trasformato in Funny Express e inserito nel Fantasy Kingdom .
  • 1992: apertura dell’area “inglese” e costruzione della dark-rideI Corsari, principale attrazione del parco.

gardaland-i-corsari-

  • 1993: il parco prosegue la sua evoluzione verso una struttura maggiormente innovativa sullo stile dei grandi parchi americani. Nei negozi interni, viene messa in vendita la videocassetta del parco dal titolo Fantastico Gardaland al prezzo di 19.000 lire. Moonraker e Top Spin sono le principali novità dell’anno unitamente all’ampliamento dell’Ortobruco Tour e al “Laser Show”, uno spettacolo di Luci, suoni e colori nella piazza antistante la Valle dei Re.
  • 1995 Gardaland compie 20 anni. Per celebrare vent’anni vengono presentati spettacoli a tema durante la stagione estiva. Nel mese di maggio viene fatto sfilare nel parco un figurante travestito da Faraone unitamente ad un corteo a tema egiziano al suo seguito. Truccatrici intrattengono gli ospiti più piccoli dipingendo i volti dei bambini in stile Egiziano. Nel mese di Giugno il tema della festa sono gli Stati Uniti: vengono poste nel parco carovane stile Far West e vengono proposti spettacoli di skateboard e musicisti rapper. A settembre con lo slogan “all’arrembaggio!!!” si festeggia in tema corsaro,con spettacoli nei pressi del galeone.
  • 30 marzo 1998: il parco aumenta la sua superficie con l’installazione del nuovo inverted coaster Blue Tornado, il raft ride Jungle Rapidse con la free fall towerSpace Vertigo.
  • 2001: apertura dell’area Fantasy Kingdom realizzata sulla superficie del vecchio parcheggio dipendenti e demolendo alcune vecchie attrazioni (area spaziale sorta negli anni settanta).
  • 2003: nuova estensione con l’inaugurazione dell’attrazione acquaticaFuga da Atlantide.

Dalla sua costruzione, il parco si è esteso su una superficie 4 volte maggiore di quella iniziale. Delle attrazioni con cui il parco debutta nel 1975, ne rimane attiva solo una: TransGardaland Express, le restanti sono state tutte sostituite o modificate.

Da menzionare come durante la fase progettuale di nuove attrazioni si è stati sensibili al problema “poca superficie a disposizione” ed al vincolo paesaggistico che vige nella zona del Lago di Garda a cui il parco deve sottostare: molte attrazioni imponenti vengono realizzate sottoterra ed altre strutture (il Palablu, delfinario ricostruito nel 1996, ed il Gardaland Theatre aperto nel 2006) vengono costruite sullo stesso sito precedentemente occupato da strutture simili ma più modeste: quindi più volte il nuovo è stato costruito demolendo il vecchio.

gardaland resort hotel

Nel 2004 Gardaland è il primo parco divertimenti italiano a dotarsi di un proprio albergo a tema, istituendo di fatto in Italia il concetto turistico di Resort prima assente.

Nel 2006 Il parco viene acquistato per il 90% del suo pacchetto azionario dalla Merlin Entertainments azienda britannica specializzata in parchi di divertimento che rappresenta la maggior compagnia del settore a livello europeo, e la seconda a livello mondiale. La Merlin Entertainments fa parte del Blackstone Groupsocietà finanziaria statunitense. Mentre il restante 10% viene detenuto dalle famiglie fondatrici del parco.

Nel 2007, il parco ha aperto al pubblico il più grande cinema tridimensionale d’Europa (per ora denominato Time Voyagers, dal nome dell’unico spettacolo proiettato), molto simile a quello costruito dalla IMAX del parco Oltremare a Riccione. Esso è stato allestito sotto il Gardaland Theatre. Nel 2008 il parco apre al pubblico una nuova montagna russa fruibile da una larga fascia di visitatori: come tipologia, l’attrazione rientra nella classe “mine-train”, ovvero roller coastergeneralmente senza restrizioni di accesso il cui percorso molto contorto si snoda in gallerie e trincee artificiali. Il Mammut, nome dell’attrazione, è il terzo roller coaster della ditta Vekoma costruito nel parco. Nello stesso anno il parco chiude solo per la stagione l’attrazione Canyons, presente nel parco sin dal 1975, mentre il 1º giugno 2008 Gardaland inaugura il centro Sea Life, struttura che, come suggerisce il nome (Vita del mare), presenta acquari e percorsi didattici in relazione alla flora e fauna marina. La nuova area, realizzata esternamente al parco, è tematizzata in stile marino.

gardaland-mammut

Nel 2009 il parco ristruttura l’area di ingresso e all’orario di apertura offre in quest’area lo spettacolo Welcome to Gardaland, con la mascotte Prezzemolo ed altri figuranti. Le Magic Mountain, roller coaster presente nel parco dal 1985, rinnova le vetture, fornite dalla produttrice olandese Vekoma. Inoltre nel giugno 2009 è entrata in funzione l’attrazione Ramses: il risveglio un restyling della vecchia Valle dei Re trasformata in una “dark ride” interattiva. La novità permette ai visitatori di salire su speciali vagoni predisposti con un sistema di pistole laser da utilizzare per colpire numerosi bersagli luminosi dislocati lungo il percorso. L’ambientazione, sebbene riadattata, è rimasta a tema egizio con alcuni inserti “futuristici”.

Nel 2010 il parco apre la sua prima attrazione horror dopo molto tempo che chiama Inferis. L’attrazione consiste in un percorso dell’orrore a piedi con all’interno degli attori travestiti in tema. Come seconda novità viene tolto il filmato del Time Voyagers per essere sostituito da Spongebob 4D in cui si vive una divertente avventura multisensoriale con la famosa spugna gialla.

Nel 2011 con l’apertura di Raptor, Gardaland sale al 2º posto in Europa per quantità di capovolgimenti “a testa in giù” nelle Montagne Russe con 15 inversioni (a pari merito con Parque Warner Madrid), dietro Thorpe Park con 22 inversioni; invece a livello mondiale si posiziona all’8º posto.

Evoluzione

Il parco veneto, nell’arco dei suoi 36 anni di vita, ha effettuato scelte che hanno notevolmente modificato nel tempo il suo aspetto originario ed anche la sua classificazione di struttura concepita per il divertimento: se fino alla metà degli anni novanta poteva considerarsi in egual misura un parco sia tematico sia meccanico, nel 2011  Gardaland risulta prevalentemente un parco tematico.

La rimozione nel tempo di molte attrazioni solo meccaniche e la scelta d’investire prevalentemente nelle tematizzazioni, ha fatto in modo di rendere Gardaland una struttura molto distante (dal punto di vista qualitativo) da quella originaria.

valle dei re gardaland
Al via i lavori per la costruzione della Valle dei Re

Il ristorante Self Service Aladino (1986) è la prima vera imponente tematizzazione di qualità del parco e La Valle dei Re, aperta al pubblico a fine stagione 1987, è stata la prima grande attrazione tematizzata del parco.

Con queste realizzazioni il parco inizia ad evolvere nella forma attuale ovvero in una struttura dal forte impatto visivo e che può competere anche a livello europeo. Nel 1992 farà poi molto parlare l’apertura dell’attrazione I Corsari: data l’imponenza dell’attrazione e l’elevato standard qualitativo, Gardaland presenterà al pubblico un’attrazione in grado di competere con quelle normalmente presenti nei parchi Disneyland dove già nel 1975 venivano realizzate attrazioni come Space Mountain.

Per questo motivo, e tenuto presente il livello medio delle attrazioni degli altri parchi divertimento europei, per molti anni e fino al 1998, su molti opuscoli pubblicitari del parco si citava che l’attrazione I Corsari, da sola, valeva l’ingresso al parco.

gardaland corsari

Nel 1993 il parco viene suddiviso in “quartieri” nella guida informativa. Non essendoci una reale differenza tematica, i quartieri vengono creati seguendo una logica di equità spaziale; quattro zone, di simili dimensioni, semplicemente intitolate con i colori; quartiere giallo, quartiere verde, quartiere azzurro, quartiere arancione.

Nel 1994 il parco raggiunge i 450.000 metri quadrati di superficie. Operano più di 500 dipendenti nella bassa stagione e 1000 in alta stagione (dal 1 luglio all’11 settembre). Il parco raggiunge la quota di 12 milioni di visitatori, nel quinquennio compreso tra il 1989 ed il 1994. il biglietto di ingresso, senza riduzioni, in quel periodo oscilla tra i 25.000 lire della bassa stagione alle 27.000 lire dell’alta stagione.

Ricordo che il nostro Polo di Ricordi comprende anche i seguenti siti:

  1. Curiosando negli anni 60 70 80 90 
  2. Curiosando nel passato
  3. Auto e Moto d’epoca
  4. Gossip Come erano e Come sono di oltre 1000 personaggi 

E le seguenti 12 pagine Facebook :

  1. Anni 60 70 80 90 favolosi e da rivivere insieme
  2. Ti ricordi quando 
  3. Noi nati e cresciuti negli anni 60 e 70
  4. Tanta nostalgia delle più belle auto e moto anni 60 70 80 e 90
  5. Carosello curiosità foto e video di oltre 400 pubblicità
  6. Anime Cartoni e Fumetti un mondo di disegni
  7. Cinema story – Trailer Foto e Video di oltre 500 film del passato
  8. Giocattoli vintage – Tuffo nel passato con i giocattoli dei nostri ricordi
  9. Musica Story – Curiosità Foto e Video di oltre 1000 successi del passato
  10. Gossip Come Erano – Le incredibili trasformazioni dei personaggio più famosi
  11. Anni 90 nostalgia di uno splendido decennio
  12. Noi nati e cresciuti negli anni 80 e 90

Gardaland – Le attrazioni rimosse 

Alcune delle attrazioni rimosse dal parco:

Grdaland

Gardaland

La valle dei Re – Interni

Gardaland

Safari Africano – Tarzan

Prezzemolo Tour


Cinema 3D

Zyclone

Gardaland

Crazy House

La Mascotte Prezzemolo

Prezzemolo è la mascotte del parco. È un drago verde che presenta anche gli spot pubblicitari del parco. Ad esso sono stati anche dedicati un fumetto, uncartone animato, due videogiochi (Prezzemolo in una giornata da incubo e Prezzemolo in un viaggio da sogno) e dei gelati (prodotti dall’italiana Sammontana).

Ha una casa, costruita all’interno di un fanta-albero nel cuore di Fantasy Kingdom, il regno della fantasia dove vive assieme ai suoi amici.

L’attuale mascotte Prezzemolo non è quella che rese celebre il parco negli anni ottanta con gli spot televisivi e sigle di programmi televisivi per bambini: la prima versione fu utilizzata fino al 1993, quando si decise di rinnovarla nell’aspetto e nel design. Sebbene la vecchia versione fosse molto disneyana nel disegno, era comunque molto più riconoscibile come “drago”.

Caratteristiche del parco nel 1975 e nel 2010 

 
1975
2010
Superficie
9 ettari

(90.000 m²)

25 ettari

(250.000 m²)

Attrazioni
21

48

Prezzo d’ingresso
1.750 lire
35,00 euro

Visitatori
100.000

2.800.000

Incassi
140 milioni di lire

55,89 milioni di euro

gardaland prezzemolo anni 80

Sicurezza 

Come ogni parco divertimenti, Gardaland invita sempre a rispettare ed a non sottovalutare i divieti posti all’ingresso del parco e delle singole attrazioni:

  • Il 7 settembre 1992, il primo incidente serio all’interno del parco suscitò grande clamore: 4 cabine si staccarono dalla ruota panoramica, cadendo a terra e ferendo alcune persone a bordo oltre a diversi visitatori. Fortunatamente non vi furono vittime. La ruota, nonostante avesse pochi anni e avesse appena ricevuto la manutenzione periodica, venne demolita lo stesso anno.

Gardaland jungle rapids

  • Due ragazzi, uno di 17 anni di Treviso e l’altro di 15 anni di nazionalità tedesca, morirono rispettivamente nel settembre 1999 e nel maggio 2001 dopo aver effettuato giri a bordo dell’inverted coaster Blue Tornado. In tutti e due i casi si accertò che i ragazzi erano cardiopatici e che quindi non rispettarono i divieti posti all’ingresso dell’attrazione che è preclusa a chi è affetto da simili patologie. Pertanto, Gardaland venne sollevato da qualsiasi responsabilità e l’attrazione non venne posta sotto sequestro.

-Gardaland

  • Gardaland ha una propria squadra di sicurezza, la SAE (Squadra Aziendale Emergenze).
  • Il 31 agosto 2005, tra le ore 22:40 e le ore 23:45, un vagone del Sequoia Adventure con a bordo tre visitatori si bloccò durante la prima inversione. I soccorritori del parco sono intervenuti e hanno dovuto tirare giù le tre vittime del blocco. In seguito si scoprì che la causa era un freno bloccato, l’attrazione venne sottoposta a manutezione e in seguito tornò ad essere funzionante e attiva. A0406
  • Il 29 luglio 2008 un dipendente stagionale del parco, Alessandro Fasoli, è stato travolto ed ucciso da un trenino della monorotaia. Fasoli si trovava in un’area del parco recintata e chiusa al pubblico ed al personale, apparentemente per rimuovere dei rifiuti dal percorso del veicolo. (
Testo tratto e modificato: http://it.wikipedia.org/wiki/Gardaland

 Sito Ufficiale:  www.gardaland.it

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.