Crea sito

GODZILLA – (1954/1998)

godzilla-1954-poster-blue
Poster originale di Godzilla del 1954

 

Il Trailer di Godzilla del 1954 VIDEO – Clicca Qui

Il Trailer del 1998 VIDEO – Clicca Qui

Il Trailer del 2014 VIDEO – Clicca Qui

—————————————————————————————————————

Godzilla  è un kaijū (“mostro misterioso”) del cinema giapponese, protagonista di una lunga serie di film a partire dal 1954. La sua fama si è graduatamente espansa anche all’estero, tanto che è divenuto uno dei più famosi mostri del mondo e della storia del cinema di fantascienza e fantastico

Origini

L’origine, anche se indiretta, del mostro giapponese è situata negli Stati Uniti. Nel 1952 vi fu infatti una riedizione dello storico King Kong (1933), il cui successo spinse i produttori americani a realizzare l’anno successivo il film Il risveglio del dinosauro, incentrato sulle gesta di un dinosauro simile ad un varano che, ibernato al Polo Nord, si risveglia a causa un’esplosione atomica e raggiunge la città di New York.

godzilla-1954-wallpaper-22722-hd-wallpapers

Questo film ottenne un buon successo in Giappone, convincendo Tomoyuki Tanaka, produttore della casa cinematografica Toho, a realizzare un rifacimento del film americano. Dopo una lunga gestazione, il risultato finale è appunto Gojira (trasformato in occidente in Godzilla).

Il nome del mostro deriva dal nomignolo di un dipendente della Toho, che per via della sua corpulenza era soprannominato Gojira, parola macedonia tra il termine occidentale gorillae quello giapponese kujira, che significa balena. Secondo il progetto originale, Godzilla doveva avere l’aspetto di un’enorme piovra.

Il verso di Godzilla viene ottenuto col riverbero del suono di un contrabbasso unito a quello di una corda da strumento di un’ottava sotto la norma e strofinata con un guanto di cuoio grezzo.

Godzilla – Descrizione

godzilla

 

Godzilla è un Gojirasauro, immaginaria specie appartenente alla stessa famiglia del Tirannosauro, apparsa nel periodo Giurassico-Cretaceo e sopravvissuta fino in tempi recenti, localizzata in alcune isolette dell’Oceano Pacifico, per la precisione le isole di Odo e Ragos. Questo preistorico sopravvissuto viene mutato dalle radiazioni emanate dagli esperimenti nucleari americani che hanno investito l’isola del Pacifico dove viveva. Le radiazioni hanno aumentato smisuratamente le dimensioni di Godzilla che è così divenuto un colosso con zampe grandi come una casa. Nel reboot americano del 2014 la storia di Godzilla presenta qualche differenza, rispetto ai film della Toho: viene detto, nel film, che Godzilla è un’esemplare sopravvissuto fino ai giorni nostri di una specie di grandi rettili, vissuti milioni di anni prima dell’uomo, in un’epoca in cui le radiazioni erano molto più diffuse che ai giorni nostri ed evolutasi, grazie ad esse, fino a raggiungere dimensioni mostruose, ed infine adattatesi a vivere negli abissi marini.

Godzilla è un mostro molto malvagio e feroce, nemico dell’umanità, anche se nei film degli anni sessanta e settanta ne è diventato alleato per poi ritornare cattivissimo negli anni ottanta. Ma anche quando è pericoloso per gli umani, Godzilla si ritrova spesso nel ruolo dell’eroe, in quanto protegge il Giappone dai vari mostri che periodicamente lo attaccano. Godzilla infatti considera il Giappone il suo territorio, data l’abbondanza di cibo e di energia nucleare (sua primaria fonte di energia), e non tollera quindi che questo venga invaso (ciò avviene nel film del 2014 nel quale, pur mostrandosi pericoloso e causando immani stragi e distruzioni, si ritrova a combattere le mostruose creature note come M.U.T.O).

Godzilla (Film del 1954)

390

Godzilla è il primo film di mostri giapponese, nonché uno dei più validi di sempre. Difatti la pellicola non si configura come un semplice film di azione o di fantascienza, ma rappresenta un vero e proprio atto di denuncia contro il pericolo della guerra nucleare. Non c’è traccia di umorismo, vi sono scene altamente drammatiche che richiamano alla mente scenari che per il Giappone di allora erano storia recente, ma che potrebbero ritrovarsi un giorno in tutto il mondo (il paesaggio di Tokyo distrutta dalla furia del mostro richiama chiaramente gli scenari devastati di Hiroshima e Nagasaki). E tutto è collegato a questo mostro che da un lato si rifà ad elementi tipici della cultura nipponica (come la minaccia che arriva dal mare) e dall’altro alla pericolosità della tecnologia usata per fini distruttivi (questo gigantesco drago moderno è stato creato dalle radiazioni, ed è un raggio radioattivo, non le classiche fiamme, quello che emette).

Godzilla, che uscì in Giappone il 3 novembre 1954, rappresentò anche un enorme sforzo produttivo per la Toho (un costo record di ben 60 milioni diyen) che venne ben ricompensato da un successo clamoroso. Anche gli effetti speciali, sebbene oggi possano apparire datati, tutto sommato reggono ancora bene la visione, e inaugurarono nuovi standard per l’effettistica del cinema giapponese.

Godzilla-1954

Godzilla nella maggior parte delle sequenze è interpretato da un mimo (l’allora ventenne Haruo Nakajima) che indossa una pesante tuta di gomma imbottita. Per i campi lunghi invece si usano due Godzilla in miniatura, mossi come burattini o con la stop-motion. Anche i palazzi che il mostro distrugge sono modellini in scala 1/25.

Tutte le scene in cui appare il mostro sono inoltre filmate ad una velocità di ripresa maggiore di quella convenzionale, in modo che quando poi si proietterà la pellicola con la velocità standard i movimenti di Godzilla e i crolli saranno più drammatici e realistici. L’alito radioattivo infine è un semplice disegno animato fatto direttamente sulla pellicola.

Godzilla (Film del 1998)

1998godzilla-1266293297

Godzilla è un film del 1998, diretto da Roland Emmerichremake del film giapponese Godzilla del 1954, diretto da Ishirō Honda

Differenze tra il Godzilla giapponese e quello americano

Godzilla-CTIT-94

  • Le origini del mostro in questo film sono diverse dall’originale. Si tratta infatti di un’iguana che viene modificata dalle radiazioni prodotte da esperimenti nucleari francesi. L’originale invece è un Gojirasauro (una razza di dinosauri immaginaria) che sopravvive all’estinzione e viene risvegliata dai test nucleari, che lo rendono inoltre più grande e forte
  • Il design del mostro in questo film è molto differente rispetto all’originale. Infatti è molto simile ad un Tirannosauro, ma possiede diversi spuntoni sulla schiena, abbastanza differenti dalle placche del Godzilla giapponese. è inoltre più veloce e agile rispetto all’originale
  • Il Godzilla giapponese si ciba di energia nucleare e come arma crea un grosso raggio di energia che gli esce dalla bocca. Questa versione si ciba di pesci e sputa fuoco
  • In questo film, Godzilla è una femmina, e infatti depone le uova, mentre l’originale è maschio.
  • Il Godzilla giapponese è una creatura incredibilmente forte e praticamente impossibile da distruggere, che può resistere a qualsiasi tipo di arma (anche nucleare) e ha capacità rigenerative quasi illimitate. In questo film, la creatura viene abbattuta con dei semplici missili

Accoglienza e critiche

Godzilla-1998-Movie-Image

Costato 130 milioni di dollari, ne ha incassati 379.014.294 in tutto il mondo.

È stato presentato fuori concorso al 51º Festival di Cannes.

Il film è stato criticato per essere fortemente ispirato alla serie di Jurassic Park (al tempo erano già usciti i primi due film), in particolar modo per quanto riguarda l’aspetto di Godzilla e dei suoi cuccioli, giudicati molto simili rispettivamente al T-Rex e ai Velociraptor di Spielberg per comportamento e dimensioni.

Ma la maggior parte delle critiche arrivarono dai fan del Re dei Mostri, che si dimostrarono estremamente delusi dalla rappresentazione di Godzilla in questo film. Infatti, la creatura venne soprannominata “Zilla”, togliendo il God davanti, per rappresentare la debolezza del mostro rispetto all’originale.

Il film, oltre ad aver vinto nel 1998 il premio Razzie Awards al peggior remake o sequel e quello per la peggior attrice non protagonista (Maria Pitillo), ha vinto anche un Saturn Award per i migliori effetti speciali sempre nello stesso anno.

Sequel

Godzilla

L’intenzione originale, come già sottinteso dal finale, era di produrre un sequel subito dopo l’uscita del film, ma gli incassi, seppur alti, stimati al budget anch’esso alto non convinsero la Sony a sviluppare il seguito. Dopo il primo film, esce una serie animata chiamata: Godzilla the series che mostra il figlio di Godzilla allevato dal dottor Niko Tatopoulos.

La Sony ha considerato l’idea di un reboot cinque anni dopo l’uscita di Godzilla, opzionando nuovamente i diritti del personaggio nel maggio 2003.

Il 27 febbraio 2013 viene pubblicata la notizia sulla conferma del remake di Godzilla, con l’annuncio di Juliette Binoche che entra a far parte dello staff. Il nuovo film viene affidato alla regia di Gareth Edwards. Uno degli sceneggiatori è Frank Darabont, già autore di diversi capolavori del cinema. Oltre alla partecipazione dell’attrice francese, nel film sarà presente un altra categoria di mostri chiamati “spore” o più semplicemente “muto”. Il film è uscito nella sale italiane il 15 maggio 2014. A1428

godzilla_mostro_monster

 
web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.