Crea sito

PICCOLO CHIMICO – (Pan-Ludo/Kosmos) – (Anni 60 e 70)

PICCOLO CHIMICO piccolo chimico confezione vintage

——————————————————————————————————————————————-

Piccolo Chimico – Storia

Un’azienda chiamata Pan-Ludo  (era una ditta con sede a Busto Arsizio) produceva una serie di giochi scientifici ed altri giocattoli come valigette del dottore, completi da vigile, o da pompiere eccetera. Era appunto prodotto dalla Pan Ludo il gioco del piccolo chimico: questa era una confezione n.5, la più bella e completa. Purtroppo in questo caso il tempo ha avuto la meglio sul gioco, le provette si sono collassate, molti accessori si sono rotti. Era infatti completa di varie storte, o matracci, fornelletto a spirito e dozzine di elementi chimici.

 

Ricordo che tanti genitori sequestravano immediatamente il ferrocianuro di potassio, terrorizzato all’idea di ingoiare cotanto veleno. Scoprii in seguito che era solo un innocuo colorante per inchiostri. Proviamo a leggere il contenuto di provette e contenitori di queste scatole: Calce viva, soda caustica (quà c’è un avvertimento: attenzione, non toccarsi gli occhi?!), acido cloridrico (nessun avvertimento), sali di ammoniaca. La scatola aveva un impressionante potenziale distruttivo, ed oggi avrebbe sicuramente una serie altrettanto impressionante di etichette di avvertimento. Anzi non sarebbe così completa.

Ritrovata ad uno dei tanti mercatini  una scatola numero 2, praticamente completa e mai giocata. Talmente bella e completa che viene la tentazione di rimetteci le mani e vedere se si riesce a combinare nuovamente uno dei tanti puzzolenti disastri con i quali da piccoli si  affliggeva gli innocenti abitanti dei nostri condomini! La calamita serviva per riconoscere i metalli nei residui risultati dagli esperimenti.Trovo curioso che non sia riportato da nessuna parte il marchio dell’azienda produttrice, la Pan-ludo.

giovane chimico variante piccolo chimico vintage

Anche questa si può trovare alle solite borse di giocattoli, è la scatola N.3 . A completamento della scatola c’era  anche il relativo manuale di istruzioni originale, che era lo stesso per tutte le versioni. Così si risparmiava, ed al contempo si faceva marketing (o per dirla semplicemente si invogliavano i fruitori del gioco a comprarne le versioni più grandi: infatti su ogni esperimento era riportato il numero della scatola con la quale lo si poteva eseguire, ed ovviamente la maggior parte di essi si rifaceva a numeri alti, e conseguentemente a scatole più costose!). Per la cronaca sul catalogo  datato 1969, sono riportati alcuni prezzi: dalle 1950 lire per la scatola n.1 alle 2600 per la numero 2. Un aumento esponenziale, possiamo supporre circa 8000-9000 lire per la più completa.

Ed ecco la più bella scatola del piccolo chimico della Pan Ludo assolutamente intonsa: la numero 5! Due ripiani pieni di provette, storte, matracci, pipette ed ovviamente elementi chimici con i quali eseguire centinaia di esperimenti, a volte anche pericolosi. In questo caso il librettino di istruzioni consiglia i meno esperti di inforcare il paio di occhiali di plastica forniti nella confezione, e di ricorrere in caso alla supervisione di un adulto. Sono differenti i contenitori degli elementi chimici, più simili alle confezioni del primo laboratorio di biologia.

Ritrovata la scatola del piccolo chimico Pan Ludo n 5 degli anni ’60, esattamente quella con la quale da piccolo ho attentato più volte alla mia sicurezza. Nessuna protezione, il consiglio di andare in drogheria per procurarsi scaglie di soda caustica e via con gli esperimenti!

pan ludo chimica scatola piccolo chimico vintage

Articolo 770 della Pan Ludo, il Piccolo Chimico (inferiore alla versione 1 del “Laboratorio di chimica”); nelle versioni base non venivano utilizzate le bellissime scatole in legno, od almeno cartonate come la seguente, ma una banale scatola di cartone. Il prezzo all’epoca? 975 Lire!

Un’altra azienda tedesca Kosmos inizia quasi 200 anni fa a stampare libri. Un secolo dopo,  agli inizi del ‘900 si specializza nel settore scientifico, ed inizia una ventina di anni più tardi la produzione di giochi a carattere appunto scientifico. esiste ancora oggi una Kosmos che produce giochi di questo genere, improntati sulle energie rinnovabili, ma non so se è la stessa. Questa è un’ altra versione del piccolo chimico, della Kosmos. Esisteva una interessante serie di giochi del genere, ne ricordo diversi relativi all’elettronica. Interessante in questa il libretto delle istruzioni, che mostra un’impressionante numero di esperimenti chimici.  A1011

Gli spunti e le foto di questo post sono tratti dal bellissimo blog:  http://www.claudiocostantini.it/

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.