Crea sito

KODAK INSTAMATIC 50 / KODAK EKTRA 22 – (1963-1978)

kodak INSTAMATIC

 kodak tower

———————————————————————————————————————-

La Eastman Kodak Company, nota più semplicemente con il nome Kodak, è un’azienda multinazionale statunitense fra le principali produttrici di apparecchiature e supporti per immagine analogica e digitale. A lungo nota soprattutto per la produzione di pellicole fotografiche negli ultimi anni si è concentrata nei settori della fotografia digitale, diagnostica medica per immagini, e prodotti per la stampa.

L’azienda 

1902-kodak

Storicamente il nome Kodak è legato alla fotografia tradizionale sia grazie alle macchine fotografiche prodotte in svariati modelli per ogni esigenza e per ogni fascia di utenza che per i prodotti professionali ed amatoriali per lo sviluppo e la stampa delle immagini fotografiche. La sua pellicola invertibile per diapositive Kodachrome, il cui sviluppo è cessato per sempre alla fine del 2010, era e rimane il riferimento assoluto in quanto a fedeltà e precisione dei colori dell’immagine.

Successivamente la Kodak ha conquistato ampie fette di mercato anche nei settori degli audiovisivi (supporti magnetici ed altro), medicina nonché macchine da stampa e fotocopiatura.

Storia

La pellicola 126 Instamatic

“Voi premete il pulsante, noi facciamo il resto” è lo slogan col quale George Eastman, fondatore della Kodak promosse nel 1888 la prima fotocamera destinata ad essere usata anche da non professionisti.

Da allora la Eastman Kodak Company ha tracciato la strada per rendere la fotografia più semplice, utile e piacevole.

Lo stesso Eastman spiega l’origine del nome:la chiamai “Kodak” perché era un nome breve, vigoroso, facile da pronunciare e, per soddisfare le leggi sui marchi depositati, non significava nulla“.

kodak instant

Nel 1963 inventa la pellicola 126 Instamatic. Una pellicola 35 millimetri chiusa in una cartuccia asimmetrica, che bastava inserire nel retro della macchina fotografica evitando così il difficile compito di caricare il classico rullino.

Negli anni settanta la Kodak inizia la produzione di pellicole autosviluppanti denominate Kodak Instant, a differenza delle Polaroid, erano rettangolari e l’immagine sulla superficie misurava 9 x 6,8 cm. Dopo aver perso una battaglia di brevetti con la Polaroid Corporation, Kodak ha lasciato il business Instant Camera il 9 gennaio 1986.

KODAK INSTAMATIC 50 (1963)

La linea Instamatic fu lanciata da Kodak all’inizio degli anni ’60 come alternativa alle classiche 35mm. L’intento era di realizzare delle fotocamere ultracompatte e con una pellicola già pronta all’uso, senza necessità di caricamento e riavvolgimento della pellicola che poteva porre problemi agli utenti meno esperti.

 kodak instamatic 50

Questo geniale sistema basato su pellicola 35mm pre-caricata fu adottato da quasi tutti i fabbricanti di fotocamere, con una vastissima produzione di modelli (anche reflex) continuata fino agli anni ’80. La “Kodak Instamatic 50” fu il primo modello in assoluto della serie Instamatic e il suo lancio in Europa precedette di qualche mese quello della Instamatic 100, venduta anche sul mercato USA. Come tutte le Instamatic della primissima generazione, la sua qualità costruttiva era decisamente superiore ai modelli successivi, con grande cura anche dei più piccoli dettagli e abbondanza di parti in metallo.

 kodak instamatic 50 1963

Le impostazioni della macchina erano semplificate al massimo, con due sole opzioni (soleggiato e nuvoloso) a cui la macchina associa due differenti tempi di scatto.  Questa fotocamera realizza su ciascun rullino 24 foto di formato quadrato con fotogrammi di dimensioni 28x28mm in luogo del classico 24x36mm. Una caratteristica peculiare delle fotocamere Instamatic e delle loro lenti è la marcata vignattatura dei bordi immagine e la resa dei colori particolarmente saturi, che negli ultimi anni hanno attirato una attenzione crescente da parte di artisti dell’immagine e fotografi appassionati di LOMOGRAFIA, come alternativa “audace” e più economica alle macchine LOMO tradizionali.

Queste le sue caratteristiche principali:
– Obiettivo con lente “Kodak” con focale di 43mm
– Diaframma con apertura fissa a f/11
– Otturatore centrale due tempi di scatto di 1/90 sec. e 1/40sec.
– Mirino ottico di tipo galileiano
– Slitta con contatto caldo per l’utilizzo del flash Instamatic

 kodak instamatic 50 anni 60

KODAK EKTRA 22 (1978)

La nascita del formato di pellicola denominato “110”nel 1972 rappresenta la risposta di Kodak ad alcuni modelli di formato 16mm di produzione tedesca (Minox) e giapponese (Minolta, Yashica, Mamiya) che furoreggiarono negli anni ’60. Kodak decise di non produrre pellicole 16mm standard ma, analogamente a quanto fatto col 35mm divenuto 126 Kodapak, sviluppò una pellicola (sempre 16mm) pre-caricata in modo da rendere le operazioni di caricamento/riavvolgimento elementari anche per i meno esperti.

 kodak extra 22

Di fatto, Kodak riuscì nell’impresa di estinguere il mercato delle fotocamere 16mm e ad affermare il suo 110 ma il successo durò circa un ventennio e le ridotte dimensioni del negativo non riuscirà mai a spodestare il 35mm. Prodotta per soli 3 anni (1978-80), la KODAK EKTRA 22 appartiene a quella tipologia di fotocamere progettate sfruttando la particolare compattezza del formato di pellicola 110 tra gli anni ’70 e gli anni ’90.
Di fatto, si trattò della prima fotocamera dotata di custodia ruotabile, con funzione di impugnatura, per consentire una presa più stabile e scongiurare il rischio di mosso.

kodak extra 22 funzionamento

Dal punto di vista tecnico, si tratta di un modello molto semplice da usare, con messa a fuoco fissa a infinito e tre tempi di scatto: 1/125sec. e 1/250sec. sono impostati dalla macchina in base alla sensibilità della pellicola utilizzata mentre, quando si inserisce un flash nell’apposito connettore, il tempo di scatto è di 1/40sec.

 Queste le sue caratteristiche principali:
– Obiettivo con lente KODAK “Kodar” con focale di 25mm
– Diaframma con due differenti aperture selezionabili (soleggiato e nuvoloso)
– Otturatore con tempi di scatto di 1/40sec, 1/125sec. e 1/250sec.
– Mirino ottico di tipo galileiano
– Messa a fuoco fissa all’infinito
– Predisposizione per l’utilizzo dei flash denominati “Flip-flash” A0387

 kodak instamatic e kodak extra macchine fotograficheFoto e parti di testo di questo articolo sono tratti dal bellissimo blog di Giulio –  Fotoriflessiva.blogspot.it

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo