Crea sito

ENJOY THE SILENCE – Depeche Mode – (1990)

ENJOY THE SILENCE

Enjoy the Silence è un brano del gruppo musicale synth rock britannico Depeche Mode, soggetto a numerose cover e remix nel corso degli anni. Con questo brano la band vinse nel 1991 i Brit Awards alla British Phonographic Industry come miglior singolo.

;

VIDEO ufficiale 1° versione – Tributo alle Torri Gemelle WTC  – Clicca SOPRA

Il brano, composto da Martin Lee Gore, viene registrato nel 1989 per diventare il secondo singolo estratto dall’album Violator, pubblicato sul mercato mondiale l’anno successivo, che sorpassa ampiamente il milione di copie vendute solo nella prima settimana, confermando per i Depeche Mode il successo internazionale.

DEPECHE

Il 5 febbraio 1990 è pubblicato nel Regno Unito come ventiquattresimo singolo e secondo prima dell’uscita di Violator. Il 27 febbraio 1990 viene messo in commercio anche negli Stati Uniti d’America.

Quando Martin Gore scrisse Enjoy the Silence, la canzone doveva essere una lenta e piacevole ballata in Do minore; la versione demo, tutt’oggi reperibile in edizioni limitate del singolo (tra cui spicca quella in vinile 12”), è suonata semplicemente con l’harmonium e cantata dallo stesso Gore. Alan Wilder individuò nella canzone un potenziale successo, così, compose una diversa struttura della stessa che piacque molto al gruppo. Alla versione finale del pezzo si “aggiunse” la voce di David Gahan.

         Formazione

  • Dave Gahan – voce
  • Martin Gore – chitarra, cori
  • Alan Wilder – sintetizzatori, campionatore, drum machine

Musicisti aggiuntivi

  • Flood – sintetizzatori, campionatori, drum machine

La scalata nelle classifiche

Enjoy the Silence divenne uno dei singoli di maggior successo della band di Basildon che non riusciva a raggiungere un buon piazzamento come questo sin dai primi anni ottanta. La canzone scalò la UK Singles Chart raggiungendo il sesto posto dove rimase per tre settimane. Questo fu il miglior risultato dai tempi di People are People che raggiunse la quarta posizione nel 1984, solo altri due singoli dei Depeche Mode ottennero una posizione alta come la sesta: See You (1982) ed Everything counts (1983).

enjoy the silence depeche mode

Inoltre la canzone si piazzò nella top 10 della Billboard Hot 100 statunitense, l’unica del gruppo ad aver raggiunto tale traguardo. Allora l’unico singolo che fu tra le prime venti di quella classifica fu sempre People are People, il quale riuscì a classificarsi 13°.

Enjoy The Silence – Versioni e video

DEPECHE_mode_enjoy_the_silence

Più versioni della canzone, però, sono maggiormente note al pubblico (escludendo il remix 2004). Si annoverano un “radio edit” senza arrangiamento introduttivo (ripreso poi esclusivamente nel video del singolo) e la frase “Enjoy the silence” pronunciata da Gahan; e due “album version”, una contenuta in Violator di 6:10, che si conclude con oltre 2 minuti di arrangiamento e l’espressione “Crucified!” esclamata da Andrew Fletcher, l’altra presente nelle raccolte The Singles 86-98 e The Best Of, volume 1 dove il titolo della canzone, emesso da Dave Gahan nella versione del ’90, è rimosso dal registrato.

Inoltre, altre due interpretazioni particolari sono presenti come “Lato B” del singolo: una è Sibeling, di 3:15, che consiste in una leggera trasposizione della canzone suonata al pianoforte; l’altra è Memphisto (4:02), una rivisitazione in chiave punk.

Il video, diretto da Anton Corbijn, è uno dei più celebri della band inglese: Dave, travestito da re e con in mano una sdraio (chiara ispirazione a Il Piccolo Principe di Antoine De Saint-Exupery), attraversa differenti locazioni (sulle Alpi innevante in Svizzera, in Gran Bretagna a Balmoral, in Portogallo). L’idea di Corbijn era quella di un re che possedeva tutto ciò che si possa desiderare, ma che cercava solo un posto dove sedersi. L’idea fu rifiutata dal gruppo, e fu girato un video, nel 1990, sul tetto di una delle “torri gemelle” del World Trade Center di New York. È come se la band si esibisse dal vivo, con un Dave, completamente vestito di bianco, particolarmente serio e riflessivo. In seguito il video come voleva il regista, con Dave vestito da re, fu girato. Durante i cambi scenografici, appaiono rapidamente sullo schermo la rosa (simbolo di Violator) e i 4 componenti del complesso in diverse pose.

Nel 2008 i Coldplay si ispirano al cortometraggio di Corbjin per la realizzazione di uno dei due video relativi al singolo Viva la Vida: anche qui Chris Martin si muove in varie location, tra cui una città in miniatura, vestito da re. A0380

Testo tratto e modificato: http://it.wikipedia.org/wiki/Enjoy_the_Silence

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.