Crea sito

CALCIO BALILLA – BILIARDINO

calcio balilla

calcio balilla storia Finisterre
L’inventore del biliardino lo spagnolo Finisterre

Il mago dei ganci – Clicca Sopra

VIDEO 2  – Alcuni pallonetti – Clicca 

VIDEO 3 – Non credevo si potesse fare questo con un biliardino – Clicca  

Il calcio balilla è un gioco che simula una partita di calcio, in cui i giocatori manovrano, in un tavolo da gioco apposito con sponde laterali, tramite barre (o stecche), le sagome di piccoli giocatori (detti omini o ometti), cercando di colpire con essi una pallina per spingerla nella porta avversaria. Tale pallina è solitamente realizzata in materiale plastico bianco, piena, con diametro dai 32 mm a 34 mm.

biliardino

Storia del Calcio Balilla (Biliardino)

Il calcio balilla, è un gioco inventato dallo spagnolo Alejandro Finisterre, che sembra abbia avuto l’idea mentre si trovava ricoverato in un ospedale a Madrid per le ferite riportate in un bombardamento durante la Guerra Civile Spagnola (1936-1939). Finisterre era rimasto molto colpito dai numerosi bambini ricoverati che, a causa delle ferite di guerra, non potevano più giocare a calcio e per questo, ispirandosi al tennis da tavolo, aveva realizzato con l’aiuto di un amico carpentiere, Francisco Javier Altuna, una versione del calcio che poteva essere giocata all’interno e in condizioni fisiche non ottimali. I primi tavoli da gioco erano realizzati con piani da gioco con sponde alte, stecche di legno e, al posto degli attuali omini, dei pezzi grezzi di legno: modelli certo molto diversi rispetto a quelli iper-tecnologici realizzati oggi, ma con lo stesso obiettivo.                                     

In Italia, la diffusione vera e propria del calcio da tavolo è iniziata al termine della Seconda guerra mondiale, quando dei rudimentali biliardini sono stati utilizzati, con buoni risultati, per la riabilitazione dei reduci di guerra. Da questo uso, probabilmente, è derivato il nome di calcio-balilla. La produzione industriale è invece iniziata in Francia nel 1947 quando il marsigliese Marcel Zosso ha creato i primi biliardini in serie simili a quelli che conosciamo oggi.

biliardino

La famiglia Garlando è stata tra le prime a produrre calcetti: nel 1950 è stato realizzato il primo di una lunghissima serie, visto che oggi Garlando è diventato leader mondiale del settore. Negli anni ’50 il calcetto si è diffuso anche negli Stati Uniti d’America, anche se per il boom vero e proprio si è dovuto attendere qualche anno, quando i soldati americani che avevano combattuto in guerra in Europa sono ritornati a casa e l’hanno fatto conoscere a parenti e amici.                   

Nel 1955, dunque all’incirca nello stesso periodo, la recente invenzione approda anche negli Stati Uniti, dove però inizialmente non ottiene il successo sperato. La motivazione dell’iniziale disinteresse verso il nuovo gioco da parte degli americani risiede sicuramente nel fatto che il calcio, uno degli sport più praticati e amati nel vecchio continente, è ancora pressoché sconosciuto oltreoceano.  Il primo a occuparsi del commercio del foosball in America è Larry Patterson, che dal 1962 si fa costruire appositamente un modello in Germania.

biliardino
Mitiche partite con gli amici

Inizialmente Patterson non ottiene il successo sperato; deve infatti attendere fino alla fine degli anni Sessanta perché gli americani comincino a dimostrare un certo interesse per il nuovo gioco. Nel frattempo Garlando ebbe un enorme successo, e non solamente in Italia ma su tutto il mercato europeo; così nel 1969 approda in America. Infatti in quell’anno Renato Garlando era riuscito ad ottenere il diritto di elusiva per l’importazione dei biliardini Garlando negli Stati Uniti. I primi tempi non sono però rosei in quanto i gestori dei locali non sono soddisfatti dei guadagni poiché i loro clienti non comprendendo il metodo di gioco non ne usufruiscono.                               

E’  Sopratutto alla fine degli anni 60 e per tutti gli anni 70 che il biliardino iniziò la sua vera ascesa e all’inizio degli anni 80, in Italia,  erano davvero pochi i bar o i circoli dove questo gioco non fosse presenteCon 50 o 100 lire si potevano  sfidare in memorabili partite gli amici con un  testa a testa oppure, come era preferibile all’epoca, con un compagno a formare la “coppia perfetta”.   Oggi il biliardino è diffuso in tutto il mondo ed è considerato un vero e proprio sport, con tanto di federazioni, associazioni e campionati. ( 1lug18 )

biliardino

Specialità

Il gioco del calcetto non è universale, ma esistono diverse specialità. Le regole utilizzate in Italia, ad esempio, sono diverse rispetto a quelle degli altri paesi. All’estero e nelle competizioni internazionali sono infatti consentiti i ganci, ossia passaggi da un giocatore all’altro della stessa linea, ma anche passetti stop e tiro, palle ferme e trascinate. Pratiche che in Italia sono assolutamente proibite e che penalizzano non poco gli Azzurri alle competizioni fuori dalla penisola.                          

calcio balilla biliardino

calcio balilla biliardino anni 70 giocattolo vintage

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.