Crea sito

UP & DOWN – Tributo a Billy More – (1965/2005)

Up & Down    Up & Down billy more

Billy More, pseudonimo del personaggio musicale Drag queen interpretato da Massimo Brancacci (Milano, 3 febbraio1965 – Milano, 14 agosto 2005), è stato un cantante italiano.

Up & Down il Video – Clicca Sopra 

Gli esordi e il successo – Up & Down

billy more

Il personaggio della drag queen Billy More nasce nel maggio del 2000, quando Brancacci incontra Rsdj allo Zip, discoteca di Milano.

Rsdj, assieme al dj-produttore Alessandro Viale e al musicista Roberto Gallo Salsotto, produce per Billy More il primo singolo, Up & Down (Don’t Fall in Love with Me), conosciuto semplicemente come Up & Down, che a sorpresa balza al numero 1 in tutte le classifiche dance, e al quinto posto nella classifica di vendita in Italia, diventando anche il tormentone estivo del 2000. Nel 2001 il brano diventa anche la colonna sonora del film Stregati dalla luna, con Maurizio Casagrande e Megan Gale.

billy_more_up_and_down

Spinta da tale successo, Billy More partecipa al Festivalbar e a Top of the pops.

In Spagna Billy More si aggiudica il primo posto nelle classifiche dance e di vendita, e ottiene un lusinghiero successo anche nel resto d’Europa.

Il secondo singolo, The New Millennium Girl, uscito nel novembre 2000, ottiene anch’esso un ottimo piazzamento, nonostante fosse stato censurato parzialmente dalle radio per versi sessualmente allusivi come: “‘come till I come'”.

billy more

Nel maggio del 2001 esce Come On and Do It (Gimme Love), che è un successo in Italia e Germania e alla fine della stessa annata pubblica il singolo Loneliness che ha un grande successo. Nello stesso anno presta la sua voce al singolo dei Souvenir d’Italie Boys and Girls. Nel 2002 è poi la volta di I Keep on Burning.

Gli ultimi anni

Nell’estate del 2002 conosce e incontra Andrea Piraz, noto produttore, che gli propone un cambio di stile nelle sue canzoni. Ecco quindi che nell’autunno del 2002 esce con lo pseudonimo di Temple Pleasure Dance brano dalle sonorità molto house che però non conquista il pubblico, che identificava ancora Billy More come cantante e drag prettamente dance ed esplosiva.

billy more

Nel 2003 More e Piraz ci riprovano con il singolo Weekend, cover di un vecchio successo anni settanta. Il singolo arriva in molte parti del mondo.

Nell’inverno 2004 Billy More cambia di nuovo genere tornando ai suoi esordi, con una canzone fresca e gradevole come Try Me, prodotta anche da Dj Speciale con un esclusivo remix. Il singolo, sebbene non all’altezza delle origini, riscuote un discreto successo. Nello stesso anno pubblica il singolo My Rhythm of the Night che riscuote un buon successo ma non agli stessi livelli dei precedenti, e viene inciso un demo dal titolo Boom Boom che però non verrà mai pubblicato e resterà solamente a livello di promo radiofonico.

billy more

Nell’estate 2005, pochi mesi prima di scomparire, Billy More pubblica per la BIT Records l’ultimo suo singolo: il titolo è Gimme love: Prendilo e Mettilo, che spopola nelle discoteche per tutta l’estate. Il pezzo è un remake leggermente modificato del suo pezzo Come on and do it, che presenta una parte del ritornello in lingua italiana.

La Morte improvvisa

billy more

Il 14 agosto del 2005 Massimo Brancacci muore improvvisamente, dopo un mese di malattia. La causa della morte, secondo quanto dichiarato dalla famiglia, sarebbe una leucemia acuta, ma alcune persone che ben conoscevano il cantante dichiarano che la sua malattia durava già da tempo, e che la morte sarebbe stata solamente questione di mesi.

Forse a causa della data in cui è avvenuto il fatto, i mass media non danno rilievo all’evento, fatta eccezione per Marco Ravelli, durante una puntata del D.D.D., che ne annuncia tristemente la morte la settimana successiva alla sua scomparsa. Lo stesso sito di Billy More non è stato più aggiornato da allora.

Massimo Brancacci è sepolto nel cimitero di Castelletto Ticino.

Il Caso John Michael Biancale

Ecco il vero interprete di Up And Down – Clicca

Poiché il progetto Billy More puntava soprattutto sul personaggio costruito da Massimo Brancaccio, che interpretava i videoclip e si presentava in qualità di cantante nei locali e sui media, il nome di John Michael Biancale non è mai stato portato alla conoscenza del grande pubblico, e in particolare del pubblico gay, anche perché aveva un’immagine ritenuta troppo “maschile” per gli standard italiani, nonostante fosse dichiaratamente gay. Per una questione di marketing, quindi, alla morte di Massimo Brancaccio il progetto si è concluso e John Michael Biancale non è più stato associato a Billy More e alle sue canzoni. Paradossalmente, nonostante la sua carriera musicale sia proseguita, soprattutto fuori dall’Italia, John Michael Biancale continua a non essere associato a Billy More e viene regolarmente ignorato dal mondo gay italiano, per il quale Billy More continua ad essere una vera e propria icona. A0041

billy more
Il cantante John Biancale

 Testo tratto e modificato:    http://it.wikipedia.org/wiki/Billy_More

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.