Crea sito

TANTA VOGLIA DI LEI – Pooh – (1971)

 

tanta voglia di lei pooh 1971

Il VIDEO originale – Clicca sopra 

——————————————————————————————————————

Tanta voglia di lei/Tutto alle tre è un 45 giri dei Pooh pubblicato nel 1971; fu il loro primo singolo inciso per la CBS, dopo la fine del contratto con la Vedette.

Tanta voglia di lei – Il disco

pooh_1971_tanta_voglia_di_lei_storia

Il singolo esce il 28 aprile del 1971, e riporta nuovamente i Pooh nei vertici delle classifiche, da cui mancavano dal 1968 (dopo l’exploit isolato di In silenzio/Piccola Katy).

Formazione  

  • Valerio Negrini: voce solista in Tutto alle tre, batteria, cori
  • Roby Facchinetti: tastiere, cori
  • Dodi Battaglia: voce solista in Tanta voglia di lei, chitarre, cori
  • Riccardo Fogli: basso, cori

Con i Pooh, l’orchestra di Gianfranco Monaldi.

La Canzone

  « … mi dispiace di svegliarti, forse un uomo non sarò, ma ad un tratto so che devo lasciarti, fra un minuto me ne andrò … »

Affidata alla voce di un giovane Dodi Battaglia, diventa una delle canzoni più popolari e rappresentative del quartetto. Tanta voglia di lei è la storia di un tradimento, il protagonista però pentitosi della scappatella con un’altra donna, decide di tornare dalla sua amata.

Di particolare effetto l’introduzione strumentale, affidata ad una sontuosa orchestra di 22 archi, suggerita ai Pooh dall’arrangiatore del disco, Franco Monaldi.

La genesi della canzone è molto tormentata: dopo aver scritto la melodia nella sua casa di Bergamo, Roby affida il brano a Valerio, che avrebbe dovuto scriverci un testo all’altezza.

pooh_storia_anni_70

Ne nascono testi che non soddisfano il produttore Giancarlo Lucariello, vengono così scartati man mano i titoli più improbabili come Meno maleIl tempo che vorrai e La mia croce è lei, con testo affidato dalla casa discografica al paroliere Daniele Pace, che ne esce con un testo che si rifà a My Sweet Lord, pubblicata l’anno prima dall’ex Beatle George Harrison. Dodi Battaglia si ritrova ogni volta a dover cantare la canzone su un testo diverso, finché Valerio non porta la versione definitiva del brano, intitolato Nel mondo tanta voglia di lei, poi successivamente accorciato in Tanta voglia di lei.

La scelta dell’interprete vien fatta da Giancarlo Lucariello, che decide di non lasciare al solo Riccardo Fogli l’interpretazione dei brani della band.

Sulla stessa base musicale vengono registrate anche le versioni destinate al mercato esteroTanta voglia di lei diventa così I’ll close the door behind me per il mercato anglofono (retro: The suitcase) e con diversi titoli, viene presentata nei paesi di lingua spagnola, Tantos deseos de tiTantos deseos de ellaEl verdarero amor e Debes comprenderme (retro: Todo a las tres).  A0713

Nel sito ancora altri 400 articoli e passa tutti dedicati ai successi dagli anni 60 ai 90 compresi e tutti con curiosità, FOTO, copertione e VIDEO originali.

Testo tratto e modificato: http://it.wikipedia.org/wiki/Tanta_voglia_di_lei/Tutto_alle_tre

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.