Crea sito

Storia dell’auto: CARROZZERIA ZAGATO

Zagato

 aston martin zagato vanquish rodaster

La Zagato è un’azienda italiana impegnata nella realizzazione di carrozzerie per automobili. Unitamente ad altre prestigiose carrozzerie italiane ha rappresentato per anni il fiore all’occhiello del design italiano nel settore delle quattro ruote.

Una modernissima TZ3 del 2011 – Clicca Sopra

Zagato – Storia 

Venne fondata a Milano da Ugo Zagato, nel 1919, con l’intento di trasferire nel settore automobilistico le applicazioni di tecnologia aeronautica, apprese durante il periodo bellico, quando aveva lavorato per un’industria aeronautica. Le carrozzerie Zagato di distinsero subito per il design avanzato, la leggerezza e l’eccellente aerodinamica.

I fratelli Gianni e Elio Zagato nel 1960

La grande intuizione di Ugo Zagato, già nella prima metà degli anni Venti, fu di abbandonare l’uso di strutture in legno, sostituendole con sagomate ed essenziali armature in acciaio, sormontate da leggere carrozzerie in alluminio.

Dai suoi studi uscirono versioni speciali di modelli di serie di varie case automobilistiche, sia italiane come Lancia, Maserati ed Alfa Romeo ma anche estere come la Aston Martin.

La notorietà arrivò con le Alfa Romeo carrozzate negli anni ’30, come la 6C 1500 Compressore del 1929, la 6C 1750 Gran Sport (1932) e la 8C 2300.

Zagato

Dopo la seconda guerra mondiale l’attività riprese con la cosiddetta serie “Panoramica” (1946), progettata da Vieri Rapisulla base di un progetto per la Isotta Fraschini Monterosa. Le Panoramica (costruite su meccanica Fiat 500 e 1100, ma anche su base Ferrari 166 e Maserati A6 1500) erano berlinette a due posti caratterizzate dall’ampia vetratura (con vetri supplementari sopra il parabrezza).

L’attività Zagato ebbe un vero boom negli anni ’50 e ’60, specialmente nel campo delle Gran Turismo: Maserati, Lancia,Aston Martin, Abarth, senza tralasciare il “vecchio amore” Alfa Romeo, vennero vestite con linee filanti e aerodinamiche (caratteristica delle auto della carrozzeria milanese era il tetto a “doppia bolla”).

Dagli anni ’70 la Zagato, sotto la guida Elio Zagato figlio del fondatore, con il ridursi delle commesse da parte delle grandi Case automobilistiche, iniziò ad interessarsi anche al design industriale.

Zagato

In tempi più recenti l’azienda è passata sotto la direzione di Andrea Zagato (nipote del fondatore) e ha la sua nuova sede a Rho, nell’hinterland milanese: il suo stabilimento occupa un’area di 23.000 metri quadrati, di cui 11.000 coperti.

Il 25 settembre 2008, l’azienda ha rilasciato un comunicato affermante una alleanza con l’azienda indiana Autoline Industries (azienda fornitrice di alcune parti di veicoli alla Tata Motors). In verità sembrava trattarsi di una trattativa di acquisizione da parte dell’azienda indiana del 49% dell’azienda milanese.

zagato

L’accordo era stato firmato con l’intesa di dar corpo al marchio italiano, mettendo a disposizione da parte della Autoline i propri 10 stabilimenti di produzione e ricerca in territorio indiano e statunitense e un supporto di circa 300 progettisti.

Tra le operazioni più recenti della Zagato vi è il disegno per ATM Milano dell’Eurotram su base Bombardier Flexity Outlook. Si è anche presentata al salone dell’auto di Ginevra nel 2007 con il concept Diatto Ottovù. Nel 2010 festeggia il centenario Alfa Romeo ( e i 90 anni di collaborazione con essa) presentando l’Alfa Romeo TZ3 Corsa che vince il premio design concept award al Concorso d’eleganza Villa d’Este, un anno dopo inizia la produzione in piccola serie della TZ 3 Stradale.

Alfa Romeo Zagato TZ3 Stradale 2011
Alfa Romeo Zagato TZ – Evoluzione –

Le Vetture  

Alcune delle auto costruite dal carrozziere milanese:

 Anni ’50 

  • 1953: Fiat 1100-103
  • 1953: Fiat 8V prima versione
  • 1954: Alfa Romeo 1900 Super Sprint
  • 1954: Fiat 1100-103
  • 1954: Moretti 750
  • 1955: Bandini GT 750
  • 1955: Lancia Aurelia B20 Zagato
  • 1955: Maserati A6 G/54 2000 mod 1955
  • 1956: Abarth 750 Coupé
  • 1956: Fiat 8V ultima versione
  • 1956: Lancia Appia “cammello”
  • 1956: Maserati A6 G/54 2000 mod 1956
  • 1957: Alfa Romeo Giulietta SVZ
  • 1957: Fiat Siata 1250
  • 1957: Lancia Appia GT/GTS
  • 1958: Lancia Appia GTE mod 1958/59
  • 1958: Lancia Flaminia Sport
zagato Fiat 1100/103 1957
Fiat 1100/103 del 1957

zagato Abarth 750 Coupé 1956
Abarth 750 Coupé del 1956

zagato lancia aurelia b20 1955
Lancia Aurelia B20 del 1955

zagato siata 1250
Siata 1250 del 1957

zagato Alfa Romeo Giulietta SVZ zagato 1956
Alfa Romeo Giulietta SVZ del 1956

zagato Lancia Flaminia Sport 1958

          Anni ’60  

  • 1960: Alfa Romeo Giulietta SZ
  • 1960: Aston Martin DB4 GT
  • 1960: Bristol 406
  • 1960: Lancia Appia GTE mod 1960/61
  • 1960: Osca 1600 GT
  • 1961: Lancia Appia Sport (1961)
  • 1962: Lancia Flavia Sport
  • 1963: Alfa Romeo Giulia TZ
  • 1965: Alfa Romeo Gran Sport Quattroruote
  • 1965: Alfa Romeo 2600 Sprint Zagato
  • 1966: Lancia Fulvia Sport
  • 1969: Alfa Romeo GT Junior Zagato 1300
zagato aston-martin-db4 1960
Aston Martin DB4 del 1960

zagato alfa romeo giulietta sz 1960
Alfa Romeo Giulietta SZ del 1960

zagato-Lancia-Appia-Sport-1961
Lancia Appia Sport del 1961

Zagato alfa romeo tz 1963
Alfa Romeo TZ del 1963

zagato lancia_flavia_sport_zagato 1500 1962
Lancia Flavia Sport 1500 del 1962

Lancia fulvia sport del 1966
Lancia Fulvia Sport del 1966

Zagato Alfa Romeo GT Junior Zagato 1300 1969
Alfa Romeo GT Junior 1300 del 1969

          Anni ’70-’80 

  • 1973: Alfa Romeo GT Junior Zagato 1600
  • 1974: Lancia Beta Spider
  • 1985: Maserati Biturbo Spider
  • 1988: Aston Martin Vantage
  • 1989: Alfa Romeo SZ
zagato Lancia Beta Spider 1974
Lancia Beta Spider del 1974

zagato Maserati Biturbo Spider 1985
Maserati Biturbo spider del 1985

zagato Aston Martin Vantage 1988
Aston Martin Vantage del 1988

zagato Alfa Romeo SZ 1989
Alfa Romeo SZ del 1989

          Anni ’90  

  • 1992: Alfa Romeo RZ
  • 1992: Lancia Hyena
  • 1993: Ferrari F.Z.93 ( 2dic16 )
Zagato Lancia Hyena 1992
Lancia Hyena del 1992

zagato Ferrari F.Z.93
Ferrari F.Z.93

 zagato alfa romeo rz del 1992
Alfa Romeo RZ del 1990
web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Una risposta a “Storia dell’auto: CARROZZERIA ZAGATO”

  1. per me e zagato è il desainer di auto che preferisco , l unico con una personalità distinta e sempre distinguibile su tutti , unico che gli metto vicino è mario felice boano ( se anche con una produzione di minor modelli auto, probabilmente nettamente superiore nel numero delle auto prodotte poi per la vendita )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.