Crea sito

Omaggio a STEVE JOBS – Apple – (1955/2011)

Omaggio a Steve Jobs – Clicca  

———————————————————————————————————————-

Steven Paul Jobs (San Francisco, 24 febbraio 1955 – Palo Alto, 5 ottobre 2011) è stato un imprenditore e informatico statunitense.

Cofondatore di Apple Inc., di cui è stato AD fino al 24 agosto 2011, quando si è dimesso da CEO per divenire presidente del CdA; è stato proprietario di NeXT Computer e AD di Pixar prima dell’acquisto da parte della Disney . Era inoltre membro del CdA della Disney, di cui era anche il maggior azionista.

Steve Jobs

È noto per aver introdotto al grande pubblico il primo personal computer (Apple II) e prodotti di successo come iPod, iPhone e iPad. È stato tra i primi a riconoscere la potenzialità del mouse e dell’interfaccia a icone presenti sullo Xerox Star creando Macintosh. Jobs venne classificato primo tra i 25 uomini d’affari più potenti per il 2007 da Fortune e persona dell’anno 2010 dal Financial Times.

Le origini

Nel 1974 era alla Atari e con il suo amico Steve Wozniak, al tempo alla dipendenze della Hewlett-Packard, lavorò alla prima versione della circuiteria del videogioco Breakout. Successivamente i due decisero di mettersi in proprio, fondando la Apple Computer il 1º aprile del 1976. Per finanziarsi, Jobs vendette il suo pullmino Volkswagen e Wozniak la propria calcolatrice. Apple fu fondata insieme a Ronald Wayne, che Jobs aveva conosciuto presso Atari: Wayne lasciò però quasi subito la società, non appena Apple ricevette la prima commessa (rinunciando a una partecipazione azionaria del 10% che oggi avrebbe un valore di oltre 2,6 miliardi di dollari). La prima sede della nuova società fu il garage dei genitori di Jobs: qui lavorarono al loro primo computer, l’Apple I, inizialmente venduto ai membri dell’Homebrew Computer Club. Successivamente ottennero un finanziamento dall’industriale Mike Markkula, che versò nelle casse della società la somma di 250.000 dollari, ottenendo in cambio un terzo di Apple.

Steve jobs Apple_I

Nel 1977 Jobs e Wozniak lanciarono l’Apple II. Le vendite toccarono il milione di dollari. Il 12 dicembre 1980 Apple venne quotata in Borsa e dopo pochi giorni valeva 256 milioni di dollari. Alla fine di dicembre era valutata 1,79 miliardi di dollari. Jobs con l’aiuto di Bill Atkinson riuscì a convincere, in cambio di una quota azionaria di Apple, il PARC (Palo Alto Research Center) a mostrargli l’interfaccia grafica da loro progettata. Atkinson e i suoi ingegneri introdussero significative migliorie al progetto, nonché alla parte hardware come il mouse, che furono utilizzate nello sviluppo dell’Apple Lisa (primo computer al mondo nella grande distribuzione dotato di serie di interfaccia grafica e mouse), e in seguito il 24 gennaio 1984 Apple produsse un personal computer compatto e dotato di un nuovo sistema operativo a interfaccia grafica: l’Apple Macintosh. Dotato di icone, finestre e menù a tendina, il Mac accese l’interesse del pubblico.

Steve jobs _Woz_1978
Steve Jobs e Woz nel 1978

Nonostante l’indubbia superiorità rispetto agli altri computer in offerta sul mercato, le vendite del Macintosh non raggiunsero i livelli attesi. Jobs puntò il dito contro John Sculley, l’amministratore delegato, chiamato alla Apple l’anno prima da lui stesso. Nell’aprile 1985, dopo la pubblicazione dei dati ufficiali di vendita del primo anno di Macintosh (le vendite si erano fermate a un decimo di quanto preventivato), Jobs e Sculley vennero allo scontro, ciascuno attribuendo all’altro la responsabilità del mancato successo. Sculley pose il consiglio d’amministrazione di fronte all’alternativa “o me o lui”. Il consiglio si schierò dalla sua parte.

Il 31 maggio, in seguito a una riorganizzazione manageriale i poteri di Jobs furono notevolmente ridotti: gli furono tolte le cariche di vicepresidente e di direttore generale della divisione Mac. Considerando di “non avere niente da fare, Jobs intraprese alcuni viaggi in Europa e Unione Sovietica per promuovere i computer Apple. In settembre comunicò al consiglio le proprie dimissioni irrevocabili.

steve-jobs- 1984

Uscito da Apple, Jobs decise, all’età di trent’anni, di ripartire da capo: fondò una nuova compagnia, la NeXT Computer, con l’obiettivo di avviare una nuova rivoluzione tecnologica…… il resto è storia nota con il suo ritorno in Apple ed il risultato è qui proprio sotto i nostri occhi … tutti i giorni !!

La Morte

Diagnosi del tumore e operazione al pancreas 

Steve Jobs nel 2004 ha scoperto di avere una rara forma di tumore maligno al pancreas, molto meno aggressiva della forma più comune, sviluppatosi nei 9 mesi precedenti apparentemente senza sintomi; è stato così sottoposto a terapia chirurgica per la rimozione delle metastasi.

Metastasi epatiche e trapianto di fegato 

Nel 2009 sono state divulgate notizie contrastanti sulla salute di Steve Jobs, a causa anche della sua annunciata assenza al Macworld Conference & Expo di gennaio. Nel comunicato stampa ufficiale del 5 gennaio 2009, Jobs ha affermato di stare “bene” e che ha “solo uno scompenso ormonale” che gli impediva di “prendere peso”. Nello stesso comunicato il board dei consiglieri di Apple ribadisce la completa fiducia in Steve Jobs e nelle sue capacità di guidare una azienda il cui titolo dal 1998 (anno in cui Jobs tornò alla guida di Apple dopo l'”esilio” iniziato nel 1986) a quello stesso anno è cresciuto del 2.250% circa.

steve-jobs apple II
Steve Jobs con l’ Apple II

Scrive Steve Jobs: “Ho perso peso nel 2008 ma non riuscivo a capirne il motivo, così ho deciso di andare fino in fondo alla questione mettendola come mia priorità numero uno. Dopo alcuni test i medici mi hanno fatto sapere che il problema è uno scompenso ormonale che mi “ruba” le proteine di cui il mio corpo ha bisogno. Alcuni sofisticati esami hanno confermato questa diagnosi. Il rimedio è relativamente semplice e ho già cominciato la cura, ma visto che non sono diminuito in una settimana o in un mese, i dottori si attendono che ci vorrà fino a tutta la primavera perché recuperi quello che ho perso. Nel frattempo continuerò a lavorare come Ceo di Apple”. Dopo questo comunicato, le voci su una recidiva del tumore di Jobs sono diminuite.

Il 14 gennaio 2009 Steve Jobs ha annunciato il suo ritiro temporaneo da Apple per 5 mesi a causa dei suoi problemi di salute, delegando ancora una volta la carica di amministratore delegato a Tim Cook, direttore operativo di Apple. In una lettera aperta ai dipendenti di Apple e diffusa su internet, Steve Jobs dichiara che le sue condizioni di salute sono “più complesse di quello che pensava” e che necessita di cure mediche più complesse.

steve-jobs-da-giovane

Il 20 giugno 2009 esce un articolo sul sito internet del Wall Street Journal spiegando che nel corso del mese di aprile 2009, ha subito un trapianto di fegato nello stato del Tennessee e le sue condizioni di salute sono buone. Apple Inc. ha confermato il suo rientro per la fine del mese di giugno 2009.

Durante questo periodo Steve Jobs non sale sul palco del Moscone Center di San Francisco a presentare nuovi prodotti per ben due volte. La prima il 6 gennaio in occasione dell’ultima partecipazione di Apple al MacWorld Trade Show della casa editrice IDG, la seconda l’8 giugno per la WWDC 2009. In entrambi i casi sul palco è salito Phil Schiller, vice presidente per il product marketing a livello mondiale, per presentare tra gli altri i nuovi pacchetti iLife eiWork, il nuovo iPhone 3Gs e il rinnovo della linea MacBook Pro.

Il Progressivo declino

Steve Jobs computer lisa uno dei fallimenti apple 1983

Il 29 luglio 2009 il portale TMZ.com pubblica una fotografia che lo ritrae davanti il Campus Apple di Cupertino, da cui era stato assente dal mese di gennaio. Il 9 settembre 2009 Steve Jobs torna sul palco a presentare il rinnovo dell’intera gamma di iPod. Appare in condizioni migliori rispetto all’ultima volta che si mostrò al pubblico e ne approfitta per ringraziare il ragazzo di vent’anni, deceduto in un incidente stradale, che gli ha donato il suo fegato e per invitare tutti a diventare donatori.

Il 17 gennaio 2011 Apple annuncia che Steve Jobs ha richiesto un nuovo congedo medico, precisando che Jobs rimane il CEO di Apple continuando a occuparsi delle principali questioni strategiche, ma sostituito per le questioni di tutti i giorni da Tim Cook, il COO di Apple. Il 2 marzo 2011, in occasione dell’evento di presentazione dell’iPad 2 compare sul palco a sorpresa.

Il 24 agosto 2011 si dimette da amministratore delegato di Apple annunciando di volere chiedere al Consiglio di Amministrazione la conferma di Tim Cook come suo successore e nuovo CEO di Apple.

La Morte

Steve jobs visibilmente provato dalla malattia 1
Steve Jobs visibilmente provato dalla malattia

La Apple ha rilasciato una dichiarazione affermando che Jobs è morto a Palo Alto, in California, il 5 ottobre 2011, a 56 anni.  La dichiarazione dice “Siamo profondamente rammaricati nel comunicare che Steve Jobs è deceduto oggi. La brillantezza di Steve, la passione e l’energia erano la sorgente di innumerevoli innovazioni che hanno arricchito e migliorato tutte le nostre vite. Il mondo è incommensurabilmente migliore grazie a Steve. Il suo più grande amore fu sua moglie, Laurene, e la sua famiglia. I nostri cuori vanno a loro e a tutti coloro che son stati coinvolti dai suoi straordinari doni”.

Inoltre, il 5 ottobre 2011, l’homepage di Apple Inc. ha mostrato una semplice foto di Jobs con date di nascita e morte. Cliccando l’immagine si ha accesso a un testo commemorativo che recita: “Apple ha perso un genio visionario e creativo, e il mondo ha perso una persona straordinaria. Chi di noi ha avuto la fortuna di conoscere e lavorare con lui ha perso un amico, una guida, una fonte d’ispirazione. Steve lascia un’azienda che solo lui avrebbe potuto costruire, e il suo spirito resterà per sempre lo spirito di Apple”. Un indirizzo e-mail è stato inoltre reso pubblico per poter condividere memorie, condoglianze e pensieri. Jobs lascia sua moglie, Laurene, con cui è stato sposato per 20 anni, i suoi tre figli, e una quarta figlia, Lisa Brennan-Jobs, da una relazione precedente. ( 1mag15 )

Di seguito una breve rassegna  fotografica della sua vita anche attraverso le sue sensazionali “invenzioni“:


web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.