Crea sito

Incidente a NIKI LAUDA – (01/08/1976)

Niki Lauda

Il drammatico incidente – Clicca Sopra

VIDEO 2 – Ancora immagini dell’ incidente e quelle drammatiche dei soccorsi – Clicca  

 VIDEO 3 – La salvezza di Lauda è da attribuire a Ertl,  Lunger e Merzario – Clicca  

————————————————————————————————–


Niki Lauda era stato sottoposto a un trapianto presso il Vienna General Hospital alcuni mesi fa.  Le condizioni di Lauda, che in passato ha subito due trapianti di reni, erano sembrate subito molto serie tanto che la morte è comunque sopraggiunta il 21 maggio 2019.

La salute di Lauda è sotto stretto controllo medico dall’ormai lontano 1° agosto 1976, anno del gravissimo incidente al Nürburgring quando solo l’intervento di Arturo Merzario strappò il pilota tedesco alle fiamme della sua Ferrari e alla morte: ma in quell’occasione Lauda inalò molto fumo, provocandosi una parziale bruciatura dell’organo. Ma ripercorriamo quei momenti tragici di quel maledetto 01 agosto ….

Il Gran Premio di Germania 1976 venne disputato il 1° agosto 1976 e venne vinto da James Hunt su McLaren-Ford Cosworth.

Resoconto Incidente a Niki Lauda

Il tempo è piovoso prima della gara tanto che tutti i piloti mettono gomme da bagnato. L’unica eccezione è Jochen Mass che, consigliato da un amico, mette gomme da asciutto immaginando che il tempo migliori rapidamente.

Alla partenza è Regazzoni che prende la testa superando sia Hunt che Lauda. Hunt è secondo, terzo il bravo Mass, quarto Laffite che approfitta del fatto che la March di Stuck viene esclusa dalla griglia a causa di un problema alla frizione (sebbene il tedesco parta poi effettivamente ma dall’ultima fila). Nel primo giro Regazzoni si gira e scende al quarto posto.

Niki Lauda nelle prove del gran premio

Al termine del primo giro, il tempo si mette definitivamente al bello e tutti vanno ai box per metter gomme slick, ciò avvantaggia Mass che è ora secondo dietro a Peterson, che ha deciso di percorre ancora un giro con gomme da bagnato. Al termine del secondo giro Mass è primo, davanti a Gunnar Nilsson (che non si è ancora fermato) mentre Hunt è risalito al terzo posto.

Niki Lauda ha cambiato le gomme e forza nel tentativo di recuperare il tempo perduto. Alle curve del Bergwerk, il punto del circuito più lontano dai box, Lauda perde il controllo della sua Ferrari in una piega a sinistra, la vettura parte verso destra, colpisce la roccia a lato del circuito e termina in mezzo alla pista. La vettura, in fiamme, viene evitata da Guy Edwards ma colpita sia da quella di Harald Ertl che da Brett Lunger.

I tre piloti prontamente scendono dalle loro vetture per tentare di salvare Lauda, aiutati anche dal sopraggiunto Arturo Merzario che si è fermato appena visto l’incidente. Lauda ha brutte ferite e ustioni e viene portato con l’elicottero all’ospedale militare di Coblenza; da lì è condotto al Trauma Clinic di Ludwigshafen, il più importante centro tedesco per la cura delle ustioni, dove lotterà tra la vita e la morte nei giorni seguenti.

Niki Lauda soccorso dopo l'incidente

La gara viene interrotta e ripresa con sole 20 vetture (4 in meno rispetto all prima partenza), ma Chris Amon decide di non prendere il via per protesta contro la scarsa sicurezza del circuito, rifiutando anche la proposta della Ferrari di correre al posto di Lauda. A0857

Un mondiale che sembrava strachiuso si riapre complice il grave incidente di Lauda (oltre le ustioni, è grave l’avvelenamento subito dai vapori della benzina che è bruciata a causa del fuoco scatenato dall’impatto sulla roccia del circuito) e la vittoria di Hunt. Ora in classifica Lauda ha 58 punti contro i 44 di Hunt e i 35 di Scheckter (poi però Hunt verrà squalificato per il gp di Brans Hatch per cui in realtà ne ha solo 35) . Chris Amon decide di abbandonare la Formula 1 al termine della gara (poi ci ripenserà). Anche la Formula 1 abbandonerà definitivamente l’ inferno verde della Nordschleife.

Niki Lauda ringrazia Merzario

Testo tratto e modificato:  http://it.wikipedia.org/wiki/Gran_Premio_di_Germania_1976

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.