Crea sito

HONDA NSR 125 – (1988/2001) – Giappone

honda nsr 125

L’Honda NSR 125 è una motocicletta stradale sportiva di piccola cilindrata prodotta dalla casa motociclistica giapponese Honda dal 1988 al 2001 e facente parte della serie denominata NSR.

Una splendida NSR 125 del 1989 – Clicca Sopra

VIDEO 2 – La prova provata che la moto arrivava a 170 km/h a 11.300 giri – Clicca

honda-nsr-r-bianco_blu-1989

Caratteristica comune a tutto il periodo di produzione era il motore 2 tempi capace di sviluppare, nella versione maggiormente prestazionale, una potenza di circa 30 CV all’albero motore. Il modello che ha ripreso tale segmento, pur essendo di una generazione nuova è la CBR 125R, è invece dotato di motore 4 tempi, che risulta essere ovviamente molto diverso rispetto al modello che sostituisce sotto tutti gli aspetti.

L’Honda NSR non è stata sempre la stessa per tutti gli anni di produzione, portando modifiche ad ogni nuova serie.

Prima serie

La prima serie è stata prodotta dal 1988 al 1990 nelle varianti F (nuda), con faro rettangolare singolo e strumentazione montati sulla testa delle forcelle, e R (carenata), con doppio faro circolare e carenatura integrale.

nsr125 88

Questa prima serie non si differenzia in modo significativo dalla precedente serie NS 125 di casa Honda sotto tutti i punti di vista.

Esteticamente e strumentalmente rimane identica, cambiando però le colorazioni, ma anche ciclisticamente rimane pressoché invariata, con il classico telaio in tubi rettangolari d’acciaio, con telaietto saldato, le ruote erano da 16″ quella anteriore e da 18″ la posteriore, la solita sospensione posteriore, con monoammortizzatore centrale, con il sistema dei leveraggi “PROLINK” e il forcellone d’acciaio. La vera differenza riguarda il motore, che acquista la valvola di scarico, dove rispetto alla serie NS, il motore della NSR manteneva invariata solo la cilindrata e il ciclo 2 tempi, anche se esso fu completamente riprogettato in modo da sviluppare una potenza di circa il 30% superiore rispetto al precedente. Dove la nuova valvola parzializzatrice delle luci di scarico, permette d’ottenere un tiro soddisfacente anche a regimi medi senza penalizzare la potenza ai regimi alti. Il carburatore rimaneva il medesimo (da 26 mm), mentre cambiano l’air-box (più grande), il sistema di accensione, e l’impianto di scarico.

Seconda serie

La seconda serie è stata prodotta dal 1991 al 1993 sempre in due versioni: FII (nuda) e R (carenata).

Questa seconda serie apportò enormi modifiche estetiche, risultando più avvolgente, snella e aggressiva rispetto alla serie precedente, dove nelle varianti F (nuda), con faro rettangolare singolo e strumentazione montati sulla testa delle forcelle, e R (carenata), con doppio faro circolare e carenatura integrale. La seconda serie NSR rappresentò un cambiamento radicale rispetto alla precedente serie NS 125 di casa Honda sotto tutti i punti di vista. Ciclisticamente si distinse dalla precedente serie per un nuovo telaio, che diversamente dalla NS, che aveva il telaio in tubi quadri in acciaio, il nuovo telaio della NSR prese il nome di “Alcast frame” (bitrave inclinato con supporti motore a triangolo); era costituito da due semigusci in lega di alluminio (destro e sinistro) ottenuti per pressofusione poi imbullonati al centro e all’altezza del cannotto di sterzo.

honda_nsr-125-r-1991_2000

Questo procedimento consentiva precisioni nel montaggio superiori e costi di produzione inferiori rispetto ai telai in tubi di alluminio saldati, mantenendo prestazioni del tutto paragonabili.
inoltre si adoperarono altre modifiche, come entrambe le ruote della stessa misura (17″) con il nuovo disegno a 6 razze, il nuovo carburatore da 28 mm, l’adozione di un nuovo motore, con misure sottoquadre e non più superquadre e l’adodione di prese dinamiche (sia per la R che per la F2), un nuovo forcellone, così come la sospensione, le forcelle, il nuovo impianto frenante, che viene maggiorato e l’impianto di scarico completamente ridisegnato.

Furono elaborate nuove combinazioni di colori e nella versione nuda, la NSR 125 FII, la strumentazione ed il faro furono collocati su un piccolo telaio che non era più solidale con la testa delle forcelle ma era collegato direttamente al telaio principale.
In pratica, se nella versione “F” della prima serie il faro e la strumentazione ruotavano con la forcella, nella seconda serie “FII” faro e strumenti rimanevano fissi, come nel modello carenato.

Terza serie

NSR 125 terza serie

La terza serie, nella versione F Raiden (nuda) e nella versione R (carenata), si distingue per i fari a “occhio di volpe” ed è stata prodotta dal 1994 al 2003; questa terza serie ha portato una carenatura diversa (ispirata alla NR 750), più semplice e la meccanica rivista nel suo insieme, con un nuovo telaio e un nuovo forcellone, il telaio è uno bitrave “Z frame” per via della forza a “Z” dello stesso. In Italia per i primi 5 anni vennero presentate nella versione a piena potenza (19 kW) e limitata (8 kW), poi dal 2001 al 2003 solo depotenziata a causa dell’entrata in vigore delle nuove norme relative alla patente di guida.

schermata-2017-01-06-alle-17-32-22

La produzione terminò perché le norme anti-inquinamento dell’EU diventarono sempre più pesanti e visto che il mercato era anche ricco di rivali, come la Cagiva con la Mito e l’Aprilia con l’RS, mentre la Yamaha con la TZR e la Gilera prima con le SP, poi con la Crono e infine la GFR poi hanno lasciato il campo prima di Honda, la quale decise che non era più conveniente continuarne la produzione.

La versione Raiden restò in produzione solo per due anni, sempre con parte delle carene della versione R, ma con un faro che rimane quadrato, anche se molto più arrotondato rispetto alla serie precedente.

Caratteristiche tecnicheHonda NSR 125 R ’88

 
Dimensioni e pesi
Ingombri (Lungh.xLargh.xAlt.) 2.010 x 680 x 1.035 mm
Altezze Sella: 780 mm – Minima da terra: 135 mm – Pedane: 345 mm
Interasse: 1.350 mm Peso a vuoto: a vuoto 121 kg, in ordine di marcia 138 kg Capacità serbatoio: 14,5 l
Meccanica
Tipo motore: Monocilindrico a 2 tempi Raffreddamento: a liquido
Cilindrata 124 cm3 (Alesaggio 56 x Corsa 50 mm)
Distribuzione: valvola lamellare Alimentazione: carburatore Dell’Orto PHBH da 26 mm
Potenza: 27,72 Cv a 9.900 rpm Coppia: 2,13 kg·m a 9.100 rpm Rapporto di compressione: –
Frizione: multidisco in bagno d’olio Cambio: sequenziale a 6 marce (sempre in presa)
Accensione elettronica CDI
Trasmissione a catena
Avviamento elettrico
Ciclistica
Telaio bitrave in acciaio
Sospensioni Anteriori: forcella teleidraulica “Marzocchi” / Posteriori: monoammortizzatore con regolazione del precarico
Freni Anteriore: disco singolo da 240 mm / Posteriore: tamburo da 125 mm
Pneumatici anteriore da 3.00-16; posteriore da 3.25-17

Caratteristiche tecniche – Honda NSR 125 ’94

Dimensioni e pesi
Ingombri (Lungh.xLargh.xAlt.) 2.010 x 670 x 1.065 mm
Altezze Sella: mm – Minima da terra: 135 mm
Interasse: 1.345 mm Massa a vuoto: a vuoto 132 kg Capacità serbatoio: 13 l
Meccanica
Tipo motore: Monocilindrico a 2 tempi Raffreddamento: a liquido
Cilindrata 124,8 cm3 (Alesaggio 54 x Corsa 54,5 mm)
Distribuzione: valvola lamellare Alimentazione: carburatore Dell’Orto PHBH da 28 mm
Potenza: – Coppia: – Rapporto di compressione: 6,8:1 (a luci chiuse)
Frizione: multidisco in bagno d’olio Cambio: sequenziale a 6 marce (sempre in presa)
Accensione elettronica CDI
Trasmissione a catena
Avviamento elettrico
Ciclistica
Telaio “Z frame” a doppio guscio in alluminio
Sospensioni Anteriori: forcella teleidraulica da 35 mm “Showa” / Posteriori: monoammortizzatore con regolazione del precarico
Freni Anteriore: disco singolo da 316 mm, con pinza Grimeca / Posteriore: disco singolo da 220 mm, con pinza Grimeca
Pneumatici anteriore da 100/80 17; posteriore da 130/70 17 1gen17

 Articolo in collaborazione con : http://autoemotodepoca.altervista.org

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.