Crea sito

CINGHIA o CINTURA … noi i libri a scuola li portavamo così !

Cinghia per libri

cinghia

Cinghia per libri  

Uno degli oggetti smarriti della nostra infanzia ….. Usata fin dagli anni ‘50/’60 del Novecento, la cinghia autobloccante permette di trasportare un numero elevato di libri senza l’ausilio di borse e zaini.

cinghia

Basta stendere la cinghia su un piano, disporre i libri uno sopra l’altro al centro di essa, infilare l’estremità libera della cinghia nel passante e tirarla sollevando così i libri dal piano. I libri risulteranno bloccati all’interno della cinghia tramite un semplice meccanismo.

cinghia

Era una cintura elastica dove noi ci mettevamo i libri e poi li portavamo sotto braccio. La cinta racchiudeva lo stretto necessario per andare a scuola: un libro, un quaderno, l’agenda (spesso rigorosamente regalata da qualche compagnia assicuratrice o banca), ed una penna. Questa cintura elastica raccoglieva il tutto facendolo diventare un pacchetto, ovviamente l’integrita’ dei libri veniva messa a rischio porprio dalla tensione della cintura elastica, che era, comunque, regolabile.

cinghia

Sicuramente è stata un’invenzione dei produttori di cinghie, visto che si rivelava piuttosto scomoda e spesso inutile con conseguente caduta del libri di testo tuttavia diventò un’icona … uno status symbol per tutti i ragazzi che frequentavano una scuola (ma anche l’università) negli anni ’70. A1010

Chiaramente non era una cinta trendy se non la “imbrattavi” tutta di scritte e disegni ….

cinghia

 
web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.