Crea sito

Tributo a BRUCE LEE – (1940/1973)

Bruce Lee

BRUCE LEE locandina film

Un rarissimo documentario della vita di Bruce Lee – Clicca Sopra

 Il leggendario scontro con Chuck Norris al Colosseo  

 VIDEO 3  Alcuni spezzoni dei suoi film – Clicca

VIDEO 4 – Il suo sostituto dopo la morte – Clicca  

AIUTO GRATIS AL SITO CURIOSANDO

Finalmente puoi contribuire in modo TOTALMENTE GRATUITO al sostentamento del SITO e delle PAGINE FACEBOOK acquistando su AMAZON entrando sul vostro profilo CLICCANDO sul banner sotto. Un GRAZIE di CUORE !

Bruce Lee

Bruce Jun Fan Lee ( San Francisco, 27 novembre 1940 – Hong Kong, 20 luglio 1973) è stato un attore e artista marziale statunitense.

bruce lee

Nato a San Francisco e cresciuto ad Hong Kong, Lee è l’attore più ricordato per la presentazione delle arti marziali cinesi al mondo non cinese. I suoi film, prodotti ad Hong Kong e ad Hollywood, elevarono ad un nuovo livello di popolarità e gradimento le pellicole di arti marziali, facendo aumentare per la prima volta ed improvvisamente anche l’interesse per questo tipo di discipline in Occidente.

Lee divenne un’icona soprattutto per i cinesi, come ritratto dell’orgoglio nazionale e per alcuni tratti nazionalistici presenti nei suoi film. Alcuni videro Lee come un modello per acquisire un corpo forte ed efficiente ed un altissimo livello di benessere fisico, sviluppando allo stesso tempo destrezza nel combattimento corpo a corpo. Nonostante il contenuto violento dei suoi film, Bruce in realtà era una persona pacifica e fermamente contraria all’uso delle arti marziali come metodo di offesa e supremazia.

bruce lee statua hong kong

Nell’occasione di quello che sarebbe stato il suo 65º compleanno (novembre 2005), una statua commemorativa è stata posata sull’Avenue of the Stars a Kowloon, in sua memoria. Nonché memoria di colui che è stato votato “Star of the Century” dagli addetti ai lavori del mondo del cinema di Hong Kong. Nel 1993 è stato anche onorato con una stella sulla Hollywood Walk of Fame a Los Angeles.

Nascita

bruce lee ragazzo young giovane

Bruce Lee nacque nell’ora mattutina del drago, fra le 5.59 – 8.00 nell’anno del drago; il 27 novembre 1940, al Jackson Street Hospital nella Chinatown di San Francisco, Stati Uniti. Penultimo di 5 figli Phoebe, Agnes, Robert, Bruce appunto e Peter il minore, gli venne dato un nome femminile per scacciare gli eventuali spiriti maligni che l’avrebbero portato via. Suo padre, Li Hoi-Chuen (李海泉), era cinese, mentre sua madre Grace di origine euroasiatica (per metà tedesca), e cattolica. I genitori di Lee tornarono ad Hong Kong con il neonato Bruce, quando aveva appena tre mesi.

Kung Fu Wing Chun

bruce lee

Anche se l’introduzione di Bruce Lee nel campo delle arti marziali si crede sia dovuta alla trasmissione paterna, in realtà Lee non studiò mai il Tai Chi (appunto trasmesso di padre in figlio) seriamente. Era uno stile che non si confaceva assolutamente alle sue caratteristiche peculiari, prima fra le quali la sua incredibile velocità. Da lui imparò i concetti fondamentali di questa antica arte, che viene generalmente esercitata per mantenere una certa tonicità muscolare. Lee studiò assiduamente Kung Fu nello stile Wing Chuncon sifu (Yip Man), collaboratore ed amico di Wu ta-Ch’i (maestro di Tai Chi). All’inizio, gli studi di Bruce con Yip Man furono affidati a William Cheung, studente di Man, per poi continuare fino ai diciotto anni nel 1959, anno in cui partì per gli Stati Uniti. Come molte scuole di arti marziali cinesi di quel tempo, nel corso di sifu Man si insegnava a studenti di rango elevato. Uno degli studenti di maggior livello fu Wong Shun-Leung. Si ritiene che Wong abbia avuto una grande influenza sull’allenamento di Lee. Bruce in realtà era attratto da qualsiasi disciplina da combattimento, tanto che si allenò anche nel pugilato occidentale, vincendo nel 1958 il titolo interscolastico di boxe. Imparò anche rudimenti di scherma occidentale dal fratello minore Peter Li, che all’epoca era campione di scherma. Questo approccio a 360º distinse via via sempre più Lee da ogni altro praticante di arti marziali, tanto che nel 1966, decise di dare un nome al suo ‘stile senza stile’: Jeet Kune Do.

Jeet Kune Do

Nel diario di Lee, pagina dell’8 gennaio 1967, per la prima volta compare il nome Jeet Kune Do come appellativo dato al suo stile. Inoltre, nel serial televisivo che aprì la stagione del 1971 (Longstreet), James Franciscus, protagonista della serie, in uno degli episodi chiese a Lee: “Come chiami ciò che stai facendo?” e Bruce spiegò a Franciscus che il nome dato al suo personale approccio alle arti marziali, era: Jeet Kune Do.

Fisico

Con il suo continuo dedicarsi al fitness, Bruce riuscì ad avere un fisico ammirato da alcuni dei più importanti nomi della comunità di culturismo. Joe Weider, il fondatore di Mr. Olympia, parlò del fisico di Bruce come «il più definito che io abbia mai visto». Alcuni importanti culturisti hanno indicato Lee come la maggiore influenza sulle loro carriere, inclusi Flex Wheeler, Shawn Ray, Rachel McClish, Lou Ferrigno, Lee Haney, Lenda Murray e il sei volte campione di Mr. Olympia, Dorian Yates. Anche Arnold Schwarzenegger fu influenzato da Bruce, e disse del suo corpo: «Bruce Lee aveva… Voglio dire… Un fisico molto definito. Aveva pochissimo grasso corporeo. Voglio dire, probabilmente aveva uno dei più bassi totali di grasso corporeo di ogni atleta. E credo che è per questo che sembrava così incredibile». Un dottore che una volta conobbe Lee affermò che era «muscoloso come uno scoiattolo e animoso come un cavallo».

Prestazioni fisiche

dalla cina con furore locandina bruce lee

La sua preparazione fisica fece sì che fosse capace di esibirsi in alcune eccezionali prestazioni. La lista seguente parla delle prestazioni che sono documentate e supportate da fonti affidabili.

  • La velocità di estensione del pugno di Lee nel colpire da un metro di distanza, raggiunse i cinque centesimi di secondo.
  • In alcune dimostrazioni, grazie al “pugno a un pollice”, Bruce riuscì a scaraventare all’indietro il volontario anche per alcuni metri.
  • Bruce riusciva a fare difficili piegamenti sulle braccia usando i soli pollici come punto di appoggio, a braccia protese in avanti (invece che nella postura classica a ‘croce’). In più, celeberrimi sono i piegamenti che riusciva ad effettuare con il solo braccio destro, poggiando l’intero peso del corpo sulle punte dei piedi e su pollice ed indice della mano destra. Un esercizio questo che incluse nella sua dimostrazione a Long Beach nel 1964.
  • Bruce poteva mantenere un’elevata posizione a “v” per circa trenta minuti.
  • In un film che è stato doppiato Dragon Flag, Bruce alza le gambe con le sue sole spalle restando sul margine di una panchina e sospendendo le sue gambe e il torso perfettamente in orizzontale a mezz’aria.
  • Bruce Lee era in grado di reggere un bilanciere con un carico di 35 kg tenendolo perfettamente diritto davanti a se con le braccia tese.

Problemi

Bruce Lee cercò sempre di migliorarsi, sia dal punto di vista mentale che fisico. Si allenava sei giorni su sette, dedicando spesso la domenica a sedute di pugilato. Ogni qualvolta raggiungeva un livello, se ne prefiggeva uno ancora più alto. Ma il 13 agosto del 1970, a causa di un errato preriscaldamento dei muscoli in un allenamento di sollevamento pesi, subì un grave infortunio: gli esami clinici mostrarono un serio stiramento al quarto nervo sacrale, nella parte inferiore della schiena. I medici consigliarono a Lee di restare a letto tutto il giorno per un periodo di almeno sei mesi. Inoltre annunciarono fermamente che non avrebbe più potuto praticare arti marziali. Lee osservò scrupolosamente il riposo, ma non riusciva ad impedirsi di pensare. Nell’arco dei successivi sei mesi, Lee riuscì a recuperare la sua agilità e velocità, oltre alla sua potenza; nonostante ciò, la zona lesionata continuò a tormentarlo fino alla morte, che arriverà purtroppo precoce e inaspettata.

Il Successo come Attore

bruce lee locandina

Lee interpretò il suo primo ruolo da protagonista in Il furore della Cina colpisce ancora (The Big Boss, 1971). Il film, girato in Thailandia nel paese di Pac Chong, ebbe un enorme, incredibile successo ai botteghini di tutta l’Asia, e lo catapultò verso la celebrità.  Come pattuito con Chow (nessuno poteva immaginare..), seppure giunse da star nel film Dalla Cina con furore (Fist of Fury, 1972), il compenso totale di 20.000 dollari per due film, non mutò. Fu un altro grandissimo successo. Ma i rapporti già molto tesi con Wei, sfociarono con il rifiuto di Lee a girare il suo terzo film, se non fosse cambiato regista. Questa è la ragione pòer cui fondò una propria casa di produzione: la Concord Production, al 50% col boss della Golden Harvest Raymond Chow. Sotto tale egida co-produsse, scrisse, diresse e interpretò L’urlo di Chen terrorizza anche l’occidente (The Way of the Dragon, 1972). In questo film, Lee introdusse Chuck Norris come suo rivale, nella scena dello scontro finale nel Colosseo.  Il loro duello nel Colosseo divenne il combattimento di arti marziali più celebre nella storia del cinema. Richiese tre giorni di riprese, e ben venti pagine di minuziose descrizioni di sceneggiatura scritte e disegnate da Lee. Alcune riprese furono filmate in esterni al Colosseo, ma il duello vero e proprio venne realizzato negli studi Golden Harvest in Hong Kong a causa della scadenza dei permessi di soggiorno della troupe.

Stella di Bruce Lee alla walk of fame

Verso la fine del 1972, mentre stava già lavorando al progetto di ‘The game of death’, la Warner gli offrì il ruolo di protagonista in I tre dell’Operazione Drago, (Enter the Dragon,1973). Era l’occasione che Lee attendeva da sempre, il poter diventare una stella a livello mondiale. Questo sarebbe, e fu il film, che lo consacrò come divo internazionale. Ne fu non solo protagonista, ma coreografo di tutti i combattimenti e coproduttore con la sua Concord Production. Sfortunatamente, il destino pose fine alla giovane vita di Lee appena qualche mese dopo la fine delle riprese, circa un mese prima che il film fosse distribuito nelle sale.

I tre dell’Operazione Drago divenne uno dei più importanti film dell’anno, fu il secondo maggior incasso della Warner Bros dopo L’Esorcista, e consolidò l’immagine di Bruce Lee come leggenda delle arti marziali. Costò solo 850.000 dollari nel 1973, un budget ridicolo per gli standard americani: tenendo conto dell’inflazione, circa 3,74 milioni di dollari attuali. Incasso oltre 8 milioni di dollari in prima edizione, e tra riedizioni in tutto il mondo si calcola abbia incassato, ad oggi, circa 100 milioni di dollari.

l'ultimo-combattimento-di-chen-bruce-lee-poster-locandina

La Morte accidentale

Il 10 maggio 1973 Bruce ebbe un collasso negli studi Golden Harvest mentre procedevano con il doppiaggio de I tre dell’Operazione Drago. Colto da vomito, febbrealtissima, nonché forti convulsioni che interessavano tutto il corpo (i classici sintomi della disidratazione), venne immediatamente trasportato all’ospedale più vicino. Il dott. Wu in particolare (Neurochirurgo) riscontrò che era in corso un edema cerebrale, vale a dire la medesima patologia che tre mesi più tardi lo uccise nel sonno.

Per alleviare l’emicrania di cui Lee si era lamentato poco dopo l’arrivo (l’emicrania è uno dei sintomi che precedono un’edema) a casa Pei, Betty gli fece assumere una pastiglia di Equagesic, contenente sia aspirina che meprobamato. Alle 19.30 circa, Bruce si coricò in camera dicendo di non sentirsi ancora bene. Chow, non vedendo arrivare i due, telefonò a Betty, che per tutta risposta disse di non riuscire a svegliare Lee. Chow si precipitò così nell’appartamento, e dopo vani tentativi di svegliare Lee, disse a Betty di chiamare il proprio medico personale.

WALLPAPER BRUCE LEE & CHUCK NORRIS

Accorso, passò circa dieci minuti nel cercare di rianimarlo, ma inutilmente. Fu deciso così di trasportarlo immediatamente in ospedale con l’ambulanza, al Queen Elizabeth Hospital. Non c’erano ferite esterne visibili, e l’autopsia voluta da Linda stessa, fugò ogni dubbio sulla causa del decesso. Il cervello di Lee, che mediamente in un adulto pesa attorno ai 1400 grammi, ne pesava 1575 (un aumento del 13%). In pratica era gonfio come una spugna. Le uniche due sostanze rinvenute nelle analisi del sangue durante l’autopsia, furono i due componenti dell’Equagesic, nonché irrisorie quantità di cannabis nello stomaco e colon.

Il 15 ottobre 2005, Chow dichiarò che Lee morì per un’ipersensibilità al rilassante del muscolo, contenuto nell’Equagesic (ilmeprobamato). Il meprobamato è un ingrediente molto comune negli antidolorifici. Quando i dottori annunciarono ufficialmente la morte di Bruce Lee, fu dichiarato dal dott. Langford che era morto per una reazione allergica, ad uno o ad entrambi i componenti dell’Equagesic. Il verdetto finale fu di: “morte accidentale”. Le cause della morte di Lee sono ancora oggi, fra gli appassionati e milioni di suoi fan in tutto il mondo, oggetto di discussione. Lo stato da icona e la morte inusuale di Lee in giovane età, condusse diverse persone a sviluppare le più disparate teorie sulla sua repentina morte, alcune delle quali sono state citate in un numero speciale (almanacco) di Martin Mystère uscito nel 1993, dedicato all’Estremo Oriente.

Apparizioni televisive

  • The green hornet (1966-1967) Kato
  • Batman (3 episodi) (1966) Kato
  • Ironside (26 ottobre 1967) Leon Soo
  • Blondie Bruce Lee recita in un episodio nella parte di un istruttore di arti marziali che allena un divo dello spettacolo per aiutarlo ad affrontare un prepotente.
  • Here come the brides (9 aprile 1969) Lin
  • Longstreet (quattro episodi) (1971) Li Tsung
  • The Pierre Berton Show (1971) se stesso (intervista)

dalla cina con furore locandina

Filmografia

Solo questi qui di seguito sono film realmente interpretati da Bruce Lee. Altri titoli col suo nome, sono un’operazione postuma.

  • 1941 – Golden gate girl
  • 1946 – The birth of Mankind
  • 1948 – Fu gui fu yun
  • 1949 – Meng li xi shi
  • 1950 – Xi lu xiang
  • 1951 – Ren zhi cue
  • 1953 – Qian wan ren jia
  • 1953 – Fu zhi guo
  • 1953 – Ku hai ming deng
  • 1953 – Ci mu lei
  • 1953 – Wei lou chun xiao
  • 1955 – Gu xing xue lei
  • 1955 – Gu er xing
  • 1955 – Ai xia ji
  • 1955 – Er nu zhai
  • 1956 – Zhia dian na fu
  • 1957 – Lei yu
  • 1960 – Ren hai gu hong
  • 1967 – Ironside (serie Tv)
  • 1968 – L’investigatore Marlowe (Marlowe)
  • 1971 – Il furore della Cina colpisce ancora (Tang shan da xiong o The Big Boss)
  • 1972 – Dalla Cina con furore (Jing wu men)
  • 1972 – L’urlo di Chen terrorizza anche l’occidente (Meng long guojiang o Way of the Dragon)
  • 1972 – Game of Death, progetto incompiuto raccolto nel documentario (solo le tre scene finali) Bruce Lee: la leggenda (2000)
  • 1973 – I tre dell’Operazione Drago (Enter the Dragon).
  • 1978 – L’ultimo combattimento di Chen, uscito postumo alla morte dell’artista è tratto dal soggetto di Game of Death
ho chung tao controfigura di bruce lee
Ho Chung Tao la controfigura usata per sostituire Bruce Lee

Bruce Lee appare solo in pochi minuti di girato, per il resto è stata usata una controfigura e addirittura figure in cartone del viso di Bruce; da molti questo progetto è considerato solo un mero sfruttamento dell’immagine di Lee. A0469

The_Way_Of_The_Dragon_1972_Poster_bruce-leeTesto tratto e modificato: http://it.wikipedia.org/wiki/Bruce_Lee

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.