Crea sito

Auto dell’anno 1982 – RENAULT 9

                              

               1 ) 335 Punti                                2) Opel Ascona 304               3) Volk. Polo 225    

VIDEO 1 -Video Ufficiale della R9 e della sua concorrente interna R11 – Clicca 

VIDEO 2 – Uno Spot Argentino delle due auto sempre in concorrenza – Clicca 

La 9 era una autovettura berlina di classe medio-bassa prodotta dalla Casa automobilistica Renault tra il 1981 ed il 1988.

Storia

Per fronteggiare il successo inferiore alle aspettative della pur moderna e originale Renault 14, la Casa di Parigi, decise di affiancarla con un modello più tradizionale, capace di attirare la clientela più conservatrice. Il Progetto L42 fu avviato già nel 1977, solo un anno dopo la commercializzazione della stessa R14, visto che i numeri di vendita di quest’ultima stentavano a raggiungere valori incoraggianti. Per la linea ci si avvalse di Robert Opron, all’epoca al servizio del Centro Stile Renault e con una più che valida esperienza presso la Citroën, della quale firmò la linea di alcuni dei suoi modelli più famosi, come la GS e la CX. Per realizzare la nuova Renault, Opron partì dal presupposto che una linea non convenzionale come quella della R14 era a rischio di flop commerciale. Pertanto disegnò una vettura a tre volumi dalla linea semplice, quasi scontata. Tale decisione fu dettata non solo dall’esigenza di creare una vettura che assecondasse i gusti del cliente più tradizionale, ma anche dal fatto che la nuova vettura medio-bassa di Casa Renault doveva divenire una world car ed essere diffusa anche in altri continenti, pertanto una linea semplice e non ricercata avrebbe contenuto di molto i costi di produzione. La nuova vettura fu presentata come Renault 9 al Salone di Francoforte del 1981. Come voluto dal francese Robert Opron, la R9 si presentò come una classica berlina a tre volumi priva di qualsiasi elemento di originalità. Estremamente classici, ma ben rifiniti, gli interni, dove spiccava la riuscita plancia con ampia consolle centrale. Nonostante la sua semplicità nelle forme e la sua meccanica molto convenzionale, la Renault 9 venne insignita del titolo di Auto dell’anno del 1982.

La gamma per il mercato italiano comprendeva inizialmente gli allestimenti TCGTCGTL eTSE, che differivano fra loro per il livello di finitura e per la motorizzazione. In ogni caso, a seconda del mercato cui la R9 era destinata, vi erano sigle differenti che indicavano differenti livelli di allestimento. Se nel nostro paese la R9 TC rappresentava il livello “entry” della gamma, in altri paesi vi era addirittura la R9 C, ancora più semplificata negli allestimenti. Altri livelli di allestimento presenti nei mercati di altri paesi erano il GTL, il TCE, il TS e il GTS. Le motorizzazioni erano inizialmente due: una da 1.1 e l’altra da 1.4 litri.

Alla fine del 1981 vennero presentate le versioni diesel TD e TDE, mosse da un motore aspirato di 1.6 litri.

Nel 1985, in occasione di un leggero restyling che coinvolse soprattutto il frontale (unificato a quello della Renault 11, versione a due volumi della R9) e gli interni, venne lanciata la 9 Turbo, spinta da una versione sovralimentata con turbocompressore del 1.4 già presente su alcune versioni della gamma. La R9 Turbo divenne la versione di punta della gamma R9.

Nel 1987, per l’ultimo anno di produzione, venne apportato un sostanzioso restyling (comune anche alla R11). A cambiare furono il frontale (completamente nuovo), i paraurti (ridisegnati e, sulle versioni top di gamma, in tinta), gli interni (nuova plancia, sedili e pannelli porta ridisegnati) e i motori. Alla base si ponevano ora le versioni TL e TLE, equipaggiate da un motore da 1.2 litri che prese il posto di quello da 1.1. In cima alla gamma, la TSE fu rimpiazzata dalle TS, TXE, GTX e GTE che adottarono un nuovo motore da 1.7 litri.

Le R9 lasciarono il listino nel 1988, rimpiazzate dalle Renault 19. La loro produzione continuò per tutti gli anni novanta in Turchia, Argentina,Colombia e Messico.

Tra il 1985 e il 1987 la R9 fu venduta (con scarso successo) anche negli USA col nome di Alliance, con alcune varianti estetiche (paraurti, gruppi ottici), motore 2 litri e cambio automatico. Ne fu ricavata anche una versione cabriolet riservata a quel mercato.

In generale si può dire che la R9 abbia almeno in parte arginato l’insuccesso della R14, pur non avendo ottenuto risultati clamorosi nelle vendite.

Meccanica

Al momento dell’esordio erano disponibili due motorizzazioni: un 4 cilindri in linea con albero a camme laterale di 1108cc da 48 CV (già montato su Renault 5, Renault 6, Renault 8 e Renault 10) e un 4 cilindri monoalbero in testa di 1397 cc da 68 CV (anch’esso già presente su Renault 5,Renault 14 e Renault 18). Entrambi i motori erano in posizione trasversale. La scelta di motorizzazioni già esistenti e già collaudate da diverso tempo diede modo alla Casa francese di non rischiare nella realizzazione di un nuovo propulsore e nello stesso tempo di contenere ulteriormente i costi di realizzazione.
Trazione anteriore, cambio manuale a 5 marce, sospensioni a 4 ruote indipendenti e impianto frenante di tipo misto (dischi davanti e tamburidietro) erano gli altri tratti tecnici principali. Vi furono però anche delle versioni dotate di cambio automatico anche per diversi mercati europei, ed equipaggiate con motore da 1.4 litri.


web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.