STANDA storia e curiosità – (dal 1931)

Standa

standa

standa

Gli Auguri natalizi Standa anni ’70 – Clicca Sopra

 

Delia Scala e la Standa – Clicca Sopra

———————————————————————————————————————–

Standa è stata una catena italiana di supermercati, attiva dal 1931 nel settore italiano dei grandi magazzini di fascia media, il cui marchio è stato oggetto di numerose e profonde trasformazioni societarie.

Standa la Storia

standa

Il 9 maggio 1931 il cavalier ragioniere Franco Monzino, lasciando la direzione dell’UPIM e possedendo un capitale di 50.000 lire, fondava col fratello Italo, la sorella Ginia Monzino in Borletti e il rag. Tullio Astesani la Società Anonima Magazzini Standard.
La società venne insediata a Milano nel magazzino di via Torino ang. via Valpetrosa rilevando il bazar “33”.
Il 21 settembre dello stesso anno nei locali di via Torino, 38 a Milano nasceva la prima filiale Standa con successo strepitoso di pubblico e di critica nel campo commerciale e industriale

Standa_Milano_Via_Susa_Anni_60

Standa a Milano negli anni ’60

Nei primi anni si susseguono le aperture di nuovi negozi in tutta la penisola principalmente grazie al rilevamento di vecchi negozi preesistenti.

Il nome societario venne messo in pericolo nel 1938 quando durante una parata in corso Umberto (oggi via del Corso) a Roma il duce vide l’insegna “Standard” e diede ordine che tale barbarismo fosse soppresso. La direzione della società cerca di ovviare al problema risolvendo brillantemente con la modifica del nome in Standa (acronimo di Società Anonima Tutti Articoli Nazionali Dell’Arredamento e Abbigliamento).

standa

Con la fine della guerra si avvia il piano di recupero o trasferimento dei negozi esistenti e nel 1952 avviene la prima inaugurazione di un nuovo negozio a Napoli nel quartiere Vomero.

Nel 1956 viene aperto il primo reparto alimentare nella filiale di Via Diaz a Napoli, così da ampliare l’offerta dei grandi magazzini di abbigliamento con gli alimentari. Due anni più tardi, nel 1958, si attiva la formula del self-service per il supermercato di Milano via Torino angolo via della Palla, formula che poi verrà applicata a tutti i supermercati della catena.

standa

Nel 1962 viene aperto il primo magazzino, a Torino in corso Giulio Cesare, dotato di parcheggio privato per i clienti.

Nel 1963 con l’apertura del magazzino di Sesto San Giovanni viene estesa la formula self-service anche per i reparti tradizionali.

Acquisto da parte di Montedison

Nel giugno 1966 il gruppo conta 124 filiali e viene acquisito dalla Montedison; nel corso di alcuni anni la catena si sviluppa nel Paese e acquista vecchi locali e teatri nei centri delle principali città italiane per convertirli in propri magazzini. Nei primi anni dopo l’acquisto non viene apportata alcuna modifica né alla dirigenza né all’immagine commerciale di Standa.

standa

Nel 1971 il gruppo, con 219 filiali, inaugura il primo ipermercato sito a Castellanza (VA) con insegna “Maxi Standa”. Sempre dallo stesso anno il gruppo, primo in assoluto, inaugura nuovi magazzini e supermercati in affiliazione.

Acquisto da parte di Fininvest

standa

Standa Palmanova

Il 14 luglio 1988 è stato acquisito dalla Fininvest di Silvio Berlusconi (per quasi 1.000 miliardi di lire) il 70% della Standa da Iniziativa Meta del gruppo Ferruzzi-Montedison, diventando la Casa degli italiani, godendo di un enorme battage pubblicitario sulle televisioni del “Cavaliere”, con volti noti della televisione come testimonial (Marco Columbro, Lino Banfi, Enzo Iacchetti, Sandra Mondaini, Raimondo Vianello, Mike Bongiorno, Vincenzo Salemme, Marta Marzotto, ecc.)

standa

Nel 1990 con l’inaugurazione dell’ipermercato di Anzio (RM) inizia una serie di nuove aperture di ipermercati di media dimensione.

All’inizio del 1995, con l’azienda in seria crisi finanziaria, il ramo che gestiva gli ipermercati col marchio Euromercato venne ceduto al gruppo GS.

Intanto, sempre nello stesso anno, il gruppo Standa costituì una holding (“Holding dei Giochi”) assieme a Giochi Preziosi per rilevare le catene Grazzini e Toys Center, grandi superfici specializzate nei giocattoli.

standa

Nel 1996 iniziò un processo di restyling delle filiali, partendo dal modello della filiale di Milano Corso Vercelli. Inoltre iniziò un progetto di apertura di nuove filiali all’estero con un primo magazzino inaugurato a Budapest. Inoltre nello stesso anno venne inaugurato il primo Superstore Standa a Luino (VA). Nel luglio 1997 la Standa abbandonò la Borsa.

Nel 1998 Berlusconi scorporò e vendette il gruppo Standa;

Il settore non-alimentare passò nel 1998 per 2,7 miliardi di lire al gruppo Coin, che procedette alla ridenominazione di gran parte dei magazzini Standa in Oviesse e di alcuni in Coin, investendo per la ristrutturazione secondo le immagini aziendali del gruppo. Per altri magazzini, il Gruppo Coin ha effettuato degli accordi con Fnac e Benetton.

standa

Il settore alimentare venne suddiviso nel 1998:

  • i negozi del Nord furono acquisiti in società con il Mediocredito Lombardo da Gianfelice Franchini (ex proprietario dei Supermercati Brianzoli ed ex amministratore delegato di Standa).
  • i negozi presenti nel Centro e nel Sud furono acquisiti dal Gruppo Cedi (Conad)

standa

In questi tre anni si avvia un piano di rinnovo dei negozi esistenti consolidando l’immagine di Standa soprattutto nelle regioni del centro-nord.

Nel 2001 i supermercati Standa, assieme al marchio, sono stati ceduti all’austriaca Billa controllata dal gruppo tedesco Rewe….

Veramente una storia infinita per un marchio storico a noi molto caro …. !!!

standa

Standa a Treviso anni 60 

Spunti tratti da: https://it.wikipedia.org/wiki/Standa

web



free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Be Sociable, Share!

7 thoughts on “STANDA storia e curiosità – (dal 1931)

  1. scusate ma non esiste piu la possibilità’ di vedere di nuovo La Standa in Azione Che fine ha fatto il Marchio?

    • Mi sembra che l’articolo sia abbastanza esaustivo o sbaglio ??? Una storia infinita che, per il marchio Standa, non credo avrà un lieto fine.

  2. Io da bambino alla Standa di San Severo andavo a rubare merendine e le mangiavo sui gradini del teatro che sta’ di fronte.
    Poi ho perfino portato con me mia sorella ma un giorno ci hanno scoperti e ci hanno mandati via! 🙂

  3. A un vecchio Dirigente Standa,innamorato di quella meravigliosa Azienda che ormai fa parte della sua vita,veramente come una seconda famiglia,il vostro servizio non può che avere provocato grande emozione.Andrebbe integrato con tante altre immagini che affiancano in modo parallelo lo sviluppo dell’azienda e dell’Italia di quegli anni.Ma quanto avete fatto è gia molto per suscitare un grande ringraziamento.

    • Sono contento di tutte le sensazioni che di ci aver provato. Figurati che anche altri sull’articolo UPIM hanno inviato mail simile alla tua. Se hai altre belle FOTO sarebbe per me un piacere e un onore poterle pubblicare ad integrazione dell’articolo.
      Fammi sapere.
      Grazie.
      Franco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*