Crea sito

ZANOTTA Azienda – Il Design – (Poltrona Blow e Sacco e altri)

.Il sacco di Zanotta – Clicca Sopra  

————————————————————————————————————————-

La Zanotta è un’azienda italiana del settore dell’arredamento, celebre soprattutto per il suo contributo all’evoluzione del design italiano negli anni cinquanta,sessanta e settanta.

Fondata da Aurelio Zanotta, l’azienda ha cominciato subito a coinvolgere nel processo produttivo note firme del design italiano e dell’architettura. Tra questi, Achille Castiglioni, Gae Aulenti, Marco Zanuso, Ettore Sottsass, Joe Colombo, Alessandro Mendini, Andrea Branzi, Giuseppe Terragni,Carlo Mollino, De Pas-D’Urbino-Lomazzi, Enzo Mari, Bruno Munari, Ross Lovegrove.

Il successo dell’azienda nel campo del design è stato riconosciuto con tre Compassi d’oro: il primo, nel 1968, per capanno Guscio di Roberto Menghi, il secondo nel 1979 per l’appendiabiti Sciangai di De Pas-D’Urbino-Lomazzi, e il terzo, nel 1987, per la celebre sedia Tonietta di Enzo Mari.

       Zanotta – Appendiabito Sciangai
       Zanotta – Sedia Tonietta

A partire dal 1989, l’azienda ha affiancato alla collezione una seconda linea di prodotti, Zanotta Edizioni, meno legata al design industriale e maggiormente influenzata dall’arte applicata. La produzione per questa linea è in larga parte svolta con tecniche artigianali, ed è in serie limitata.

Zanotta produce con diverse tecnologie, senza vincolarsi ad un solo tipo di materiale o processo come altre aziende dello stesso settore (ad esempio, Bonacina Pierantonio o Kartell), spaziando dai metalli alle plastiche, pietre, tessuti e legnami.

Diversi pezzi di Zanotta sono esposti al MoMA, al Metropolitan Museum di New York, al Centro Pompidou di Parigi, al Design Museum diLondra, al Taideteollisuusmuseo Konstindustrimuseet di Helsinki e al Vitra Design Museum di Weil am Rhein.

Collezione

Tra i pezzi più celebri possono essere citati:

  • sedile Allunaggio, Achille Castiglioni e Pier Giacomo Castiglioni, 1966
    • Selezione Compasso d’Oro 1981
  • poltrona Karelia, Liisi Beckmann, 1966
  • capanno Guscio, Roberto Menghi
    • Compasso d’Oro 1968
  • poltrona Sacco, Gatti-Paolini-Teodoro, 1968
    • selezione Compasso d’Oro 1970
    • premio BIO 9 Ljubljana 1973
  • Consolle Quaderna, Superstudio, 1971
    • Medaglia d’Oro M.I.A 1971
  • appendiabiti Sciangai, De Pas-D’Urbino-Lomazzi, 1973
    • selezione Fiat Italia Design 1978
    • Compasso d’Oro 1979
    • Premio BIO 9 Ljubljana 1981
  • tavolino Cumano, Achille Castiglioni e Pier Giacomo Castiglioni, 1977
  • sedia Tonietta, Enzo Mari, 1985
    • Compasso d’Oro 1987
  • chaise longue Soft, Werner Aisslinger, 1999
  • mobile Joy, Achille Castiglioni e Pier Giacomo Castiglioni, 1989
  • poltrona gonfiabile Blow, De Pas-D’Urbino-Lomazzi, 1967
  • tavolo Marcuso, Marco Zanuso, 1969 ( 2ott )

       Zanotta – Poltrona Sacco

       Zanotta – Consolle Quaderna
       Zanotta – Tavolo Cumano
       Zanotta – Tavolo Marcuso
    Poltrona Blow
 
web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.