Crea sito

HOLLY E BENJI – (1986)

holly e benji

holly e benji

Capitan Tsubasa, meglio noto in Italia come Holly e Benji, è uno spokon manga giapponese sul calcio, ideato come fumetto da Yoichi Takahashi nel 1981.

La prima sigla italiana – Clicca Sopra

VIDEO 2 – Altre sigla Italiana – Clicca   

VIDEO 4 – L’azione finale – Clicca  


Holly e Benji

captain-tsubasa-HOLLY._E_BENJI_MANGA_ANIMEjpg

Il manga narra la storia di un fuoriclasse del calcio giapponese che, dopo essere cresciuto nella scuola Nankatsu, a 15 anni lascia il Giappone per avventurarsi nel calcio brasiliano e, successivamente, diventa professionista in Brasile prima ed in Europa poi.

Il manga si compone di quattro serie: Captain Tsubasa (Capitan Tsubasa in Italia), World Youth, Road to 2002 (nata per festeggiare i Mondiali di Calcio 2002 tenutisi in Giappone e Corea) e Golden-23.

Holly_Benji_anni_80

Le prime tre serie del manga hanno dato vita in seguito ad altrettante serie di un anime di grande successo. Sono stati realizzati anche 5 film su Capitan Tsubasa e esistono diversi volumi speciali su questa serie.

Capitan Tsubasa ha riscosso molto successo sia in Giappone che nel resto del mondo. In Italia è tuttora oggi una delle serie più amate. Capitan Tsubasa ha contribuito a diffondere il calcio in Giappone e molti ritengono che sia stato uno dei fattori che hanno contribuito al miglioramento di prestazioni della nazionale nipponica che nel 1998 si è qualificata per la prima volta ai mondiali e nel 2002 è riuscita persino a raggiungere gli ottavi di finale.  In Italia il manga è edito dalla Star Comics.

L’ Anime

holly e benji

In seguito al successo del manga venne prodotta una versione animata, Captain Tsubasa, che fu trasmesso in Giappone dal 1983 al 1986. Vengono realizzati 128 episodi che raccontano solo la storia dei primi 25 tankoubon (la parte dei campionati nazionali giapponesi giovanili). In Italia, l’anime appare nel luglio 1986, con i nomi cambiati poiché Fininvest lo aveva richiesto alla società di doppiaggio in quanto la loro policy era ed è quella di italianizzare o inglesizzare i nomi giapponesi  e con il titolo di Holly & Benji, due fuoriclasse.  Curiosità: il telecronista nella versione italiana è doppiato da un ex radiocronista di Tutto il calcio minuto per minuto, Sergio Matteucci. La voce fuoricampo che commenta le partite, nell’edizione italiana, è sempre la stessa in ogni incontro, e viene svelata per pochi secondi nella puntata n.10 della prima serie, al minuto 17 e 31 secondi circa.

Holly-rovesciata

Esistono delle differenze tra manga e anime: sono state aggiunte in alcuni casi parti nuove (i cosiddetti filler) rispetto alla storia del manga come ad esempio la parte del mondiale di Parigi sognata da Tsubasa la notte prima della finale Nankatsu-Toho (New Team-Toho). In questo sogno Tsubasa sognava che al termine del torneo delle elementari lui e i suoi amici/rivali fossero stati convocati nella nazionale juniores per giocare i mondiali di Parigi. In queste puntate Tsubasa e co. affrontarono avversarie fortissime come l’Inghilterra ai quarti e la Francia di Pierre in semifinale (in questa partita Tsubasa segnò persino un’autorete) riuscendo però a batterle raggiungendo la finale dove affrontò la Germania di Schneider. La Germania si portò in vantaggio di due reti ma il Giappone grazie alla sua grandissima determinazione riuscì a pareggiare. E proprio sul gol del 2-2 che si conclude il sogno di Tsubasa.

holly e benji capitan tsubasa

Dato che la prima serie dell’anime non raccontava interamente la storia del manga venne prodotta nel 1989 una serie di 13 OAV, Shin Captain Tsubasa, che narra la storia dal vol. 26 al vol. 36. In questa serie la nazionale nipponica U-16 partecipa al Mondiale U-16 vincendolo a sorpresa battendo in finale la Germania Ovest 3-2. Per ragioni ignote non è stata realizzata la versione anime dell’ultimo volume del manga. In questo ultimo volume si vedeva Tsubasa debuttare nella nazionale maggiore, fidanzarsi con Sanae e partire per il Brasile.

holly_benji_anime_manga_azione-in-coppia

Nel 1994, in seguito all’inizio della pubblicazione della seconda serie del manga, Captain Tsubasa World Youth Hen, venne realizzata una nuova serie animata su C.T., Captain Tsubasa J, composto da 46 episodi. Gli autori dell’anime decisero però che per non raggiungere subito il manga i primi episodi della nuova serie sarebbero stati un remake di parte della prima serie (cioè dall’inizio della serie alla partenza per il Brasile di Roberto senza Tsubasa). Solo a partire dall’episodio 34 iniziarono gli episodi inediti che però (per motivi di budget) non narrano l’intera storia della seconda serie del manga ma solo la storia dei primi 6 volumetti (su 18). La versione animata del World Youth non è quindi completa e fa vedere solo parte delle qualificazioni asiatiche.

holly e benji

Nel 1999 Captain Tsubasa J venne trasmesso in Italia su Italia 1 con il titolo Che campioni Holly e Benji!!!. I nomi furono come sempre inglesizzati anche se alcuni personaggi avevano come secondo nome il nome originale (per esempio Oliver Tsubasa Hutton e Rob Denton Aoi). In quest’occasione però, per coprire il “buco” della storia, vennero trasmesse due puntate al giorno della vecchia serie più la serie Shin, e gli OAV.

Per evitare problemi con la FIFA e per far sì che la serie venisse trasmessa anche all’estero i produttori dell’anime hanno dovuto cambiare i nomi (e i colori) delle varie squadre reali (per esempio l’Inter è diventata il Lombardia, la Juventus il Piemonte, il Barcellona Catalunya, il San Paolo Brancos, il Flamengo Domingo, il Valencia San Jose, il Bayern Monaco Ruteburg, l’Amburgo Grunwald e così via).

 Sigle

holly e benji squadra

L’anime del 1983 è composto di due sigle di apertura e tre di chiusura:

  • Opening: Moete Hero (due versioni) la prima cantata da Hiroyuki Okita e Yōko Ogai e la seconda da Takayuki Takemoto.
  • Ending: 1)Fuyu no Lion (冬のライオン, Fuyu no Lion?) (Leone d’Inverno), cantata da Hiroyuki Okita, 2)Tsubasa yo hashire! – Captain Tsubasa Ouenka (Corri Tsubasa!-la canzone di C. Tsubasa), e 3)Ashita ni mukatte shoot (Il tiro che guarda al domani) cantata da Yōko Ogai.

La serie di OAV Shin Captain Tsubasa aveva come sigle in Giappone:

  • Opening: So Long Dear Friend di JETZT
  • Ending: Saigo no FIRST KISS di Maimoku Sakura

holly_benji_sigla_paolo_picutti

Per quanto riguarda le sigle italiane  Mediaset nel (1986) sostituì le sigle originali giapponesi con la nota sigla italiana intitolata: Holly e Benji due fuoriclasse, cantata da Paolo Picutti. La stessa sigla venne riutilizzata come sigla dello Shin quando esso venne trasmesso in Italia.

Quando la serie Shin venne trasmessa su Italia 1 nel 1995 venne realizzata una nuova sigla intitolata Che campioni Holly e Benji, cantata da Cristina D’Avena e Marco Destro , sostituì le sigle giapponesi Fighting (opening, cantata da Face Free) e Otokodaro (closing, cantata da Yamazaki Ayako). Questa stessa sigla sostituì anche la vecchia Holly e Benji due fuoriclasse quando vennero trasmesse le repliche della prima serie. Essa rimase anche con la trasmissione nel 1999 della serie J.

holly e benji

Nel 2004 con la trasmissione in Italia dell’ultima serie venne ideata una terza nuova sigla: Holly e Benji Forever, cantata da Cristina D’Avena e Giorgio Vanni, che sostituì le due sigle originali giapponesi

Nel 2007 la serie, trasmessa su Boing e poi di nuovo su Italia 1, avrà di nuovo la sigla “Che Campioni Holly e Benji” per la prima serie ma abbreviata (un minuto invece che quasi due) e cantata interamente da Cristina D’Avena.

Anche negli altri paesi le sigle originali vennero sostituite con altre, tranne che in Germania dove furono utilizzate le basi musicali di Moete Hero e Fuyu no Lion. Per la sigla francese e quella spagnola in particolare fu scelta la base musicale della sigla italiana di Lupin III, perché le reti tv che trasmisero per la prima volta la serie erano di proprietà di Fininvest che in quegli anni passava loro le basi. Di tale sigla esiste anche una versione portoghese non autorizzata. ( 3ago18 )

Tutti i nomi, immagini e marchi registrati sono di copyright © Yoichi Takahashi e vengono qui utilizzati a scopi conoscitivi e divulgativi.

Testo tratto e modificato:  http://it.wikipedia.org/wiki/Holly_e_Benji

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.