Crea sito

ANNA DAI CAPELLI ROSSI – (1980)

Sigla di Anna dai capelli rossi
Anna dai Capelli Rossi

Anna dai capelli rossi  è un anime prodotto dalla Nippon Animation in 50 episodi nel 1979 e trasmesso dalla Fuji TV a partire da gennaio 1979.

Sigla storica di ” Anna dai capelli rossi ” – Clicca Sopra

 VIDEO 2  La canzone dei Boney M (1977) alla quale la sigla sembra ispirata

VIDEO 3  Estratto del episodio 1 di ” Anna dai capelli rossi ” – Clicca  

annaFXDTHu44Ps

È l’adattamento del romanzo per ragazzi omonimo della scrittrice canadese Lucy Maud Montgomery, che ha attinto a piene mani dai ricordi della propria infanzia per la stesura del libro.La serie animata fa parte del progetto World Masterpiece Theater (Sekai Meisaku Gekijo) della Nippon Animation ed è giunta in Italia nel 1980 sulle reti Rai 1 e Rai 2. Dal 2004 è stato periodicamente replicato dalle reti Mediaset   per via dei continui buoni ascolti: nel solo target 4-14 anni, nella replica del 2008, ha registrato una media sul 30% e share generali anche del 12%).

Anna dai capelli rossi anime manga

La Nippon Animation in occasione del trentennale dell’anime, ha prodotto un prequel dal titolo Sorridi, piccola Annatrasmesso in Giappone da Fuji TV a partire da aprile 2009.

Dal romanzo all’anime  

Anna dai capelli rossi episodi italiano
Anna dai capelli scena episodio

La serie televisiva è tratta dal romanzo per ragazzi Anna dai capelli rossi della scrittrice canadese Lucy Maud Montgomery e secondo la tradizione del World Masterpiece Theater spicca per il rispetto della trama e della psicologia dei personaggi. In alcune scene (ad esempio in quella del viaggio in calesse di Anna nel primo episodio) la trasposizione è quasi letterale, tanto da permettere di seguire i dialoghi contemporaneamente sul libro.

Episodi aggiunti 

Contrariamente ad altri Meisaku della Nippon Animation, lo scopo di allungare la trasposizione per coprire le 50 puntate è stato raggiunto semplicemente ampliando ed approfondendo gli avvenimenti anche solo accennati nel libro; gli episodi completamente nuovi e non presenti nel romanzo sono quindi pochissimi:

  • Ep. 33 – Prospettive per il futuro: è un episodio chiave perché Marilla comunica ad Anna della sua volontà di farle frequentare le scuole superiori, ma la parte in cui Anna crede di avere mangiato una mela avvelenata e di stare per morire non trova riscontro nel romanzo.
  • Ep. 41 – Anna all’accademia di Queen: nel romanzo non viene fatto cenno del fatto che Anna possa essere adottata da un ricco americano.

Anna dai capelli rossi 4

  • Ep. 44 – Inverno a Charlottetown: nell’episodio Anna si precipita a casa dopo aver scoperto della malattia di Mattew. Nel romanzo tutto ciò non accade.
  • Ep. 43 e 46: Il vitellino Dolly che Mattew regala ad Anna e che “ha la mania di sconfinare nei campi altrui” non è presente nel primo libro della serie. Però nel libro successivo L’età meravigliosa la mucca Dolly che, come è scritto nel romanzo, era stata regalata da Mattew ad Anna prima di morire, con la sua mania di sconfinare nei pascoli dei vicini è protagonista di una buffa avventura che mette nei guai la ragazza. In definitiva, Dolly non è presente nel romanzo originale, ma avrebbe dovuto esserci, e gli sceneggiatori dell’anime hanno “corretto” l’imprecisione.

Le tre parti dell’anime

La storia raccontata dal libro procede senza soluzione di continuità, ma nella trasposizione animata si possono individuare tre parti distinte ed autoconclusive, anche se non esplicitamente segnalate.

  • Il primo anno (ep. 1-20): viene raccontato il primo anno di Anna presso il “Tetto Verde” ed il suo inserimento nella vita di Avonlea. La parte comincia con l’ingresso di Anna in quell’infanzia che fino ad allora le era stata negata e termina come era cominciata, con il viaggio in calesse di Mattew ed Anna a ripercorrere la strada e ritrovare i luoghi meravigliosi che la bambina ancora ricordava dal primo giorno durante il viaggio dalla stazione ferroviaria a casa.

anna-dai-capelli-rossi (1)

  • La fine dell’infanzia (ep. 21-36): vengono raccontati i successivi tre anni di vita di Anna fino alla fine della sua infanzia. L’ultimo episodio termina con la voce narrante che dice: “Quel giorno ad Anna sembrò di essere cresciuta di colpo e di aver abbandonato per sempre i tempi della fanciullezza”.

Anna dai capelli rossi_001b

  • L’adolescenza (ep. 37-50): la storia riprende sei mesi dopo l’ultimo episodio segnando una profonda cesura nella narrazione, che. inizia citando il primo episodio della serie, con una bambina che aspetta che il padre la venga a prendere dalla stazione e con il capostazione che ricorda quanto avvenuto tanti anni prima: i toni quindi si fanno subito più malinconici anche con l’uso di numerosi flashback per ricordare l’inesorabile trascorrere degli anni. Anna ormai è cresciuta e trasformata nel fisico, ma è radicalmente mutata anche dal punto di vista psicologico, come si rende conto Marilla, sempre più malinconica: è un’adolescente consapevole delle nuove responsabilità che ormai ha.

Sigla

sigla anna dai capelli rossi

La sigla iniziale e finale dal titolo Anna dai capelli rossi, testo di Luigi Albertelli, musica ed arrangiamento di Vince Tempera, è cantata da I Ragazzi dai Capelli Rossi e da Paola Orlandi (coro).M,A0689

Si è dibattuto a lungo sulla somiglianza della melodia di Vince Tempera con quella del brano Rivers of Babylon dei Melodians, reso famoso dai Boney M nel 1977. In alcune interviste televisive, ma anche in altri incontri pubblici, Vince Tempera ha invece ammesso di essersi ispirato per la sigla Anna dai capelli rossi all’inno Bandiera rossa.

anna-dai-capelli-rossi

Tutti i personaggi e le immagini di Anna dai capelli rossi sono copyright © Nippon Animation / Lucy Montgomery e degli aventi diritto. Vengono qui utilizzati a scopi conoscitivi e divulgativi.

Testo tratto e modificato: http://it.wikipedia.org/wiki/Anna_dai_capelli_rossi_(anime)

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.