Crea sito

Meteore di Curiosando – I GRIMM

GRIMM

grimm

“Vincenzo, Pino e Carlo Romano iniziarono ufficialmente le loro vicende musicali nel 1971 col nome di COCKERS. Un esordio non proprio fortunato; per il lancio del loro primo disco, Frennesia, l’etichetta MiMo di Franco Migliacci e Gianni Morandi, distribuita dalla RCA, aveva previsto come promozione la loro partecipazione al Festival della Canzone Napoletana insieme a Peppino Di Capri, ma la manifestazione venne sospesa in seguito alle proteste di alcuni esclusi. I dischi, però, essendo già stati incisi uscirono regolarmente ma furono distribuiti con qualche difficoltà.

VIDEO dei GRIMM Live a Discoring nel 1984
grimm
Qui i tre fratelli ancora giovanissimi

Già all’inizio di quell’anno gli imberbi ragazzi avevano perso una grossa opportunità, avevano fatto il provino di Che sarà canzone scritta da Fontana-Migliacci-Pes per il Festival di Sanremo di quell’anno ma non dimostrarono molto entusiasmo per quel pezzo e gli autori decisero di affidarlo ai Ricchi e Poveri che in coppia a Josè Feliciano si piazzarono al 2° posto ottenendo la loro prima grande affermazione.

Sempre giovanissimi con Pippo Baudo

Nel 1972 i Cockers incisero un secondo 45 giri e parteciparono come supporter, facendo anche da coristi, ai concerti di Gianni Morandi. Dopo aver esaurito il loro impegno con la MiMo si trasferirono a Milano.

Sempre accompagnati dal loro papà iniziarono a proporsi alle varie case discografiche presenti con i loro uffici in Galleria e fu durante un’anticamera in uno di essi che intonando in coro Reflection of my life, un successo dei Marmalade, accompagnati dalle loro chitarre attirarono l’attenzione di Gianni Sanjust, uno dei funzionari della Ricordi che positivamente colpito da quella fusione di voci li presentò al direttore che senza pensarci su li mise sotto contratto.

grimm

Con il nuovo nome di Grimm realizzarono   Amare mai capire mai collaborando con i Fratelli La Bionda. Sollecitati dall’impresario Ivo Callegari parteciparono ad una mini tournèe di Marcella e l’anno successivo incisero Sogni “in” rosa . Nel 1975 ancora un cambio di etichetta, approdarono alla Polydor, dove prodotti da Cristiano Minellono centrarono il successo con Be my baby, cover italiana del brano che nel 1963 era stato lanciato dalle Ronettes. Il disco rimase in Superclassifica per 30 settimane e perciò furono premiati con il Telegatto d’argento dalla rivista TV Sorrisi e Canzoni.

I tre ragazzi, ormai galvanizzati dallo strepitoso successo, erano pronti a tornare in sala d’incisione, ma accadde un fatto incomprensibile; la casa discografica decise, infatti, di affiancare al gruppo un nuovo produttore, il bravo Vangelis che però non riuscì a bissare il risultato ottenuto da Minellono.

grimm
Nel 1971

Nel frattempo il noto produttore Giancarlo Lucariello che probabilmente sarebbe riuscito a valorizzare ulteriormente le loro potenzialità, propose un nuovo contratto presso un’altra etichetta, a una condizione, però, l’estromissione dell’invadente genitore, ma per amore filiale non accettarono. Di questa e delle altre occasioni perse Pino se ne rammarica imputando la loro scelta all’inesperienza e all’incoscienza dell’età, Enzo, invece, con disincanto dice semplicemente : – Doveva andare così! Inutile recriminare!- Comunque nel 1979 riuscirono a conquistare la serata finale al Festival di Sanremo con Liana. La loro carriera, fra alti e bassi continuò fino al 1989, anno d’uscita del loro terzo album e dello scioglimento del gruppo.

grimm

Da segnalare, nel 1981 l’uscita di un 45 a nome Plancton contenente due brani scritti da Luigi Albertelli con musica di Bruno Tavernese, ma il progetto durò poco. Nel 1982 tornarono a essere i Grimm, anzi i Fratelli Grimm per un’incursione nel mondo delle sigle dei cartoni animati. Incisero, infatti, per la Fonit Cetra la sigla di “Nils Hongesson”, con testo sempre di Albertelli e musica di Vince Tempera.”

Articolo di Giancarlo Sanò per gentile concessione dei GRIMM

grimm

I GRIMM oggi

Pino

Ha lavorato duro ed ha fatto della sua passione il suo lavoro. Adesso compone, scrive, suona. Sii dedica alla meditazione e alla riflessione della vita.

Enzo

Enzo Romano oggi : cantautore ed interprete, live da solista voce e chitarra, insegnante di chitarra pratica e con numerosi allievi di tutte le età a Milano e dintorni. Info sul sito www.chitarristipergioco.it.

Carlo

Carlo dei Grimm, il più giovane dei fratelli Romano. Adesso è un pensionato testimone di Geova, felice con la sua grande famiglia e ha capito che la musica, tenendola al suo posto, è possibile gustarla per tutta la vita.

grimm
I fratelli Romano ex-Grimm oggi

Loro pagina Facebook :  https://www.facebook.com/iFratelliGrimm/

Loro Canale Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCmLX8csn9VgKRUAJXrXDZ_g

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.