Crea sito

Storia dell’auto: DAF 600 / 33 / 44 / 55 / 66 – (1959/1975)

DAF 33 in azione – Clicca

VIDEO 2VIDEO 3 – Una trasmissione Variomatic DAF 66 al lavoro – Clicca

————————————————————————————————————————————–

DAF è una casa produttrice di autovetture (la cui produzione è attualmente interrotta) e di camion, con sede ed impianti produttivi a Eindhoven (Paesi Bassi) fondata inizialmente nel 1928. Tra le sue attività vi è anche la fabbricazione di veicoli militari.

La denominazione DAF è datata 1932 come acronimo di Van Doornes Automobilfabrieken.

La nascita della DAF 

DAF 600 auto epoca anni 50 pubblicità

Il 1 aprile 1928, Hub Van Doorne fondò una piccola impresa di ingegneria denominata “Hub van Doorne, Machinefabriek en Reparatie-inrichting”. Insieme a suo fratello Wim, fondò quella che sarebbe stata una grande azienda soprattutto nel campo della fabbricazione di veicoli adibiti al trasporto di merci. Hub Van Doorne, nato nel villaggio di America nel Limburgo olandese il1 gennaio 1900, era il più anziano figlio di una famiglia di fabbri; nel 1920 mentre lavorava come caporeparto nella fabbrica diEindhoven di Sied Mandigers,venne a contatto con Huenges, proprietario di una distilleria e di una fabbrica di ghiaccio.

Huenges possedeva una Stearns-Knight con una valvola guasta, e dal momento che nessuno riuscì a capirne il difetto, Van Doorne si prestò di risolvere quel piccolo problema riuscendo nell’intento. Impressionato dalla preparazione tecnica di Van Doorne gli propose di mettersi in affari con lui, per dare vita ad un’idea che già da tempo stava cercando di sviluppare. Da questo accordo prese vita la DAF.

Questa nuova attività cominciò con l’aiuto di quattro impiegati ed era situata in un piccolo negozio che sorgeva all’angolo della distilleria. Le prime attività erano mirate all’ingegneria, alla saldatura ed alla forgiatura, indirizzate soprattutto alle barche ancorate al canale di Eindhoven. Nel giro di un anno la prima espansione era già un dato di fatto e 32 persone erano sul libro paga aziendale. La grande depressione degli anni trenta però obbligò la giovane Compagnia, ora gestita anche dal fratello di Hub, Wim, a guardare altrove per cercare nuove occasioni. Si decise di cominciare a costruire rimorchi e semirimorchi.

La DAF autoveicoli 

Nel 1958 in occasione del salone dell’automobile (RAI), DAF lanciò la sua prima auto prodotta in casa, la DAF 600 che vantava di un rivoluzionario cambio automatico chiamato “variomatic”. Questo tipo di trasmissione permise a tantissimi invalidi dell’epoca (ex militari reduci dalla guerra oppure dai colpiti dalla “polio” che era la piaga sociale dell’epoca) di poter vivere una vita più comoda e più vicina alla normalità.  In seguito vennero create le varianti DAF 33, 44, 55 e 66. Nel 1972 la Volvo acquisì il pacchetto di maggioranza delle azioni DAF diventando di fatto il proprietario dell’azienda.

La divisione automobili di DAF cessò quindi di esistere e terminò la produzione con un numero di 820.000 veicoli venduti.

Daf 600

La DAF 600 è stata la prima automobile prodotta dalla Casa olandese DAF. Presentata all’esposizione automobilistica di Amsterdam il 7 febbraio del 1958, entrò in produzione il 23 marzo del 1959 e vi rimase sino al 1963.

 
Flag of the Netherlands.svg
Costruttore DAF
Descrizione generale
Tipo principale Berlina
Altre versioni Van
Pick-up
Produzione dal 1959 al 1963
Sostituita da  750
Esemplari prodotti 30.591
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 3.610 mm
Larghezza 1.440 mm
Massa 660 kg
Altro
Design Johan van der Brugghen
Auto simili Fiat 600
Volkswagen Maggiolino

 Daf 33

La DAF 33 è stata un’automobile prodotta dalla Casa olandese DAF tra il 1967 e il 1974. Succede alla DAF Daffodil 32, e con essa si abbandona l’uso del nome Daffodil; tuttavia è affine tecnicamente al modello precedente e da questo è distinta esteriormente solo da una striscia cromata sul frontale.

 
Flag of the Netherlands.svg
Costruttore DAF
Descrizione generale
Tipo principale Berlina
Altre versioni Van
Pick-up
Produzione dal 1967 al 1974
Sostituisce la Daffodil 32
Sostituita da  46
Esemplari prodotti 131.621
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 3.610 mm
Larghezza 1.440 mm
Massa 660 kg
Altro
Design Giovanni Michelotti (designer)

La 44

Presentata nel settembre del 1966, la DAF 44, piccola autovettura olandese prodotta dalla DAF, fu disegnata dall’italiano Giovanni Michelotti.

Il Contesto  

Come per tutti gli altri modelli della casa olandese anche la 44 era equipaggiata con un cambio automatico a variazione continua progettato e brevettato dalla DAF, il Variomatic.

Il motore era un bicilindrico boxer raffreddato ad aria da 844 cm³ di cilindrata con alimentazione a singolo carburatore, erogante 34 CV ed in grado di spingere il veicolo fino ai 123 km/h (dichiarati dalla casa). La configurazione della vettura era quella classica del tempo con motore anteriore e trazione posteriore.

Il modello riscosse un discreto successo di vendita e negli otto anni di vita beneficiò anche di un piccolo restyling estetico mentre per quanto riguarda le parti sotto il cofano una delle modifiche più importanti riguardò l’impianto elettrico che passò dai 6 V iniziali ai canonici 12 V.

Oltre alla classica versione berlina 2 porte e 4 posti ne venne tratta anche una versione per il trasporto di merci e una versione giardinetta con portellone posteriore.

Venne anche impiegata in alcune competizioni rallystiche nella classe delle piccole cilindrate, sia in campo nazionale olandese che in alcuni dei maggiori rally internazionali.

 
Flag of the Netherlands.svg
Costruttore DAF
Descrizione generale
Tipo principale Berlina
Altre versioni Van
Giardinetta
Produzione dal 1966 al 1974
Sostituisce la Daffodil 32
Sostituita da 46
Esemplari prodotti 167.902
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 3.880 mm
Larghezza 1.537 mm
Altezza 1.384 mm
Massa 740 kg
Altro
Design Giovanni Michelotti
Posteriore della versione station wag

 La  55

La DAF 55 è un’autovettura prodotta dalla casa olandese DAF dal 1967 al 1972 in oltre 150.000 esemplari.

Il Contesto 

La 55 segnò un importante cambiamento per la casa: fu presentata nel dicembre del 1967 ed era la prima automobile prodotta con un motore di 1.100 cm³ con quattro cilindri in linea, raffreddato ad acqua, fornito dalla Renault.

Mentre si assisteva ad un cambio di rotta per quanto riguardava la parte motoristica, nei modelli minori sempre fedele almotore boxer, come per tutte le altre vetture della casa, una delle caratteristiche maggiormente rimarchevoli era la presenza del cambio automatico proprietario Variomatic funzionante grazie a cinghie e pulegge.

Ne vennero messe in vendita la versione classica berlina a due porte e 4 posti e la versione Estate con portellone posteriore. La gamma si completava con la versione coupé ribassata rispetto agli altri modelli di 7 cm e con una versioneVan destinata al trasporto di merci.

Il motore alimentato a carburatore erogava circa 50 CV e riusciva a spingere il veicolo fino ad una velocità dichiarata di c.ca 135 km/h.

Per quanto riguarda la parte telaistica le sospensioni anteriori erano del classico tipo MacPherson ed all’avantreno era montato un impianto frenante a disco.

Negli ultimi due anni di produzione venne messa in vendita anche la versione Marathon con motore potenziato a 63 cavalli e dalle prestazioni più brillanti, la cui evoluzione e il cui nome prendevano origine dalla partecipazione della casa olandese alla maratona automobilistica tra Londra e Sydney.

Venne sostituita nel 1972 dall’erede DAF 66.

Flag of the Netherlands.svg
Costruttore DAF
Descrizione generale
Tipo principale Berlina
Altre versioni Coupé
Estate
Produzione dal 1967 al 1972
Sostituita da 66
Esemplari prodotti 153.263
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 3.880 mm
Larghezza 1.540 mm
Altezza 1.380 mm
Massa 820 kg
Posteriore della versione coupé

 Daf 66

La DAF 66 è l’ultimo modello di automobile costruito con il marchio DAF; nell’agosto del 1975 il modello venne trasformato in Volvo 66 in seguito all’acquisto del comparto automobili della Casa olandese da parte della svedese Volvo.

Il Contesto  

Presentata quale erede della DAF 55, anche la 66 tradiva il classico motore boxer di costruzione olandese per essere equipaggiata di motori 4 cilindri in linea di fabbricazione Renault, il primo da 1100 cm³ ereditato dalla Renault 8, il secondo da 1300 cm³ uguale a quello montato sulle Renault 10 e Renault 14.

In abbinamento a questi propulsori era dotata, come tutti gli altri modelli della casa, del famoso cambio automaticoVariomatic funzionante grazie ad un accoppiamento di cinghie e pulegge che assicuravano la variazione continua divelocità.

Le versioni in vendita furono la classica berlina, un coupé, una giardinetta e una versione Van per il trasporto di merci.

Ne venne costruita anche una versione particolare destinata all’esercito olandese che manteneva la parte telaistica e motoristica accoppiata ad una carrozzeria aperta in classico stile Jeep e di cui ne risulta siano stati costruiti 1.200 esemplari.

Anche dopo l’acquisizione da parte di Volvo le modifiche al modello non furono molto rilevanti se si eccettua un’accentuazione dei paraurti, in classico stile della casa svedese particolarmente attenta ai problemi della sicurezza automobilistica.

Il modello rimase in produzione con il nuovo marchio sino al 1980, sostituita dalla Volvo 343.

DAF 66 Marathon Coupé
Flag of the Netherlands.svg
Costruttore DAF
Descrizione generale
Tipo principale Berlina
Produzione dal 1972 al 1975
   
Sostituita da Volvo 66
Esemplari prodotti 101.967
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 3.880 mm
Larghezza 1.540 mm
Massa 820 kg
Altro
Design Giovanni Michelotti ( 1apr16 )
DAF 66 Giardinetta

 Di seguito altre belle foto 

DAF 600 – Pubblicità dell’epoca
Brochure dell’epoca
DAF 46
“Spiaggetta”
 
web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.