ZECCHINO D’ORO … le canzoni storiche e COME SONO e COSA FANNO oggi gli interpreti.

Zecchino d’oro il Come sono e cosa fanno oggizecchino d'oro

Lo Zecchino d’Oro è il Festival Internazionale della Canzone del Bambino trasmesso in un apposito programma televisivo.

È considerato un evento che pian piano è divenuto parte del costume e patrimonio culturale italiano delle generazioni nate a partire dagli anni sessanta.  

zecchino d'oro

Di seguito alcuni dei più noti protagonisti fin dagli anni ’60 con la loro storia … cosa fanno oggi … come erano e come sono oggi ! 

Zecchino d’Oro …. il Come sono e Cosa fanno dei personaggi più famosi

Vincenza Pastorelli – ( Volevo un gatto nero – 1968 )

zecchino d'oro

Vincenza Pastorelli, l’ex bambina prodigio famosa per la canzone Volevo un gatto nero lanciata allo Zecchino d’oro del 1969, oggi quarantaduenne, ha ammesso dinanzi al gip del tribunale di Lecce Maurizio Saso, durante un interrogatorio di due ore in carcere, di aver gestito un giro di prostituzione nei due centri massaggi di Lecce e Guagnano, in provincia di Lecce, ma ha aggiunto di averlo fatto per problemi economici.

zecchino d'oro

zecchino d'oro

La donna, arrestata insieme all’ex compagno, ha ammesso di essere stata la maitresse delle case d’appuntamento camuffate da centro estetico. Pastorelli però ha aggiunto di averlo fatto per necessità: la fama da Zecchino d’oro si era ormai spenta e l’incarico da maestra tardava ad arrivare e così, dopo essersi cimentata come cartomante in tv e scrittrice, aveva scelto “strade alternative”.

Walter Brugiolo – ( Popoff – 1967 )

zecchino d'oro

Dopo la partecipazione allo Zecchino d’Oro del 1967 con la celebre canzone Popoffdivenne personaggio popolarissimo, partecipando come protagonista a diverse pubblicità (e quindi al noto programma Carosello). Entra per alcuni anni, tra il 1967 e il 1970, come cantante e attore bambino anche nel circuito dei film musicarello accanto a cantanti famosi come Al Bano e Romina Power, Little Tony, e Mario Tessuto come Zum Zum Zum e Il suo nome è Donna Rosa.

zecchino d'oro

Alle elezioni politiche del 2008 si è candidato con scarso successo in Emilia Romagna nelle liste dell’UDC per la Camera dei Deputati. Oggi dopo cinque figli e 27 anni come responsabile dei sistemi informativi ed energetici di una grande cooperativa di costruzioni di Bologna, dirige una scuola elementare paterna con più di 80 bambini fondata con mia moglie e altre due coppie di genitori ed operante dal 2011.

Barbara Ferigo – ( 44 Gatti – 1968 )

ZECCHINO D'ORO

Nel 1968, era una bimba di quattro anni che vinceva lo Zecchino d’Oro con una simpatica marcetta: «Quarantaquattro gatti». Né gli autori, né di certo lei stessa, avrebbero potuto immaginare che la canzone sarebbe diventata un vero e proprio tormentone dell’infanzia, di certo il brano più conosciuto in cinquant’anni di Zecchino d’oro.
Barbara Ferigo, intanto, è diventata una bella signora che vive a Trieste, che ha gli stessi occhi ridenti di allora ma di professione non fa affatto la cantante. Barbara ha studiato per molti anni al conservatorio. Dopo quel mitico Zecchino d’oro, però, ha preso tutt’altra strada: ha continuato a vivere a Gorizia, è venuta a Trieste per laurearsi in Scienze Politiche e adesso è funzionario in Regione, dove si occupa della gestione di società partecipate, come l’Aeroporto di Ronchi dei Legionari. Si è sposata ed è mamma di due bimbe.

Cristina D’Avena – ( Il valzer del moscerino – 1968 )

zecchino d'oro

E’ senza ombra di dubbio il personaggio più popolare tra gli ex protagonisti dello Zecchino. All’età di 3 anni e mezzo esordisce all’Antoniano cantando Il valzer del moscerino, con cui si aggiudica il 3º posto. Dopo l’esperienza allo Zecchino d’Oro, rimane come componente del Piccolo Coro fino al 1976.

zecchino d'oro

Nel 1981 viene scelta da Alessandra Valeri Manera, l’allora responsabile della TV dei ragazzi di Canale5, per interpretare la sigla della serie animata giapponese Pinocchio. Inizia così una fortunata e intensa carriera come cantante di sigle televisive per cartoni animati, alla quale affianca numerose esperienze televisive come attrice e conduttrice.

Simonetta Gruppioni e Marina D’Amici – ( Il caffè della Peppina – 1971 )

zecchino d'oro

Hanno vinto lo Zecchino d’oro. E ci hanno conquistati, appunto, con “Il caffè della Peppina”, brano veloce e simpatico che quando ti entra in testa non ti lascia più. E che è conosciuto da intere generazioni. Simonetta e Marina avevano 5 anni, quando hanno trionfato nel concorso per bambini. Poi, hanno smesso di cantare e sono sparite, puff. Rieccole ora, che hanno 44 anni. Ancora insieme per raccontarsi e raccontarci come quell’esperienza indimenticabile ha cambiato le loro vite.

zecchino d'oro

Simonetta Gruppioni

 Per Simonetta cambiò poco nel senso per otto anni restò nel coro dell’Antoniano, facendo esperienze incredibili». A 12 anni non ha più altezza ed età per restare nel Coro dell’Antoniano e, soprattutto, è stanca di provare tre volte la settimana ed essere in giro ogni domenica. Così preferisce smettere. Finisce la scuola e poi inizia a lavorare come commercialista. Poi nasce Alex».

zecchino d'oro

Marina D’Amici

Marina invece torno al paese, Colleferro. Si esibisce per un po’ nelle tv locali e vince per due volte il concorso “La voce del lago”». Resto nel mondo dello spettacolo fino a 16 anni per poi mollare in un mondo molto ambiguo e poco trasparente. Si diploma maestra di acconciature d’arte e si sposa».

Gabriele Patriarca – ( Il coccodrillo come fa – 1993 )

zecchino d'oro

Si esibisce allo Zecchino d’Oro nel 1993 con la canzone Il Coccodrillo come fa. Nel corso degli anni si è affermato come doppiatore di cinema e tv. Ha recitato inoltre in varie fiction come Il Maresciallo Rocca, S.P.Q.R., Casa Famiglia Ricomincio da Me. E’ il fratello maggiore dell’attore e doppiatore Alex Polidori…… e presto tanti altri personaggi.

zecchino d'oro

web



free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*