AMARO RAMAZZOTTI – Storia e Carosello – (dal 1815)

AMARO RAMAZZOTTI

amaro ramazzotti

Il Carosello con Loretta Goggi – Clicca Sopra

 

Carosello del 1975 – Clicca Sopra

 

Ecco Jerry Lewis … tanto oro quanto pesi – Clicca Sopra

 

Lo spot Milano da bere del 1987 – Clicca Sopra

————————————————————————————————————

L’Amaro Ramazzotti è un amaro italiano. Il marchio appartiene alla Pernod Ricard Italia, filiale italiana del gruppo multinazionale francese Pernod Ricard. Apprezzato e conosciuto in tutto il mondo, ha conquistato la leadership del mercato tedesco, diventando il primo brand della categoria amari importato in Germania.

Amaro Ramazzotti – Storia

amaro ramazzotti

L’Amaro Ramazzotti venne prodotto per la prima volta a Milano nel 1815. Nacque come “Amaro Felsina Ramazzotti” da una ricetta segreta di Ausano Ramazzotti (Bologna, 1791 – Milano, 1866) un farmacista bolognese trasferitosi a Milano agli inizi del XIX secolo. Fu il primo aperitivo a non avere il vino come base. Nel 1848 Ramazzotti aprì un bar in Via Canonica, 86 vicino al Teatro alla Scala, dove si iniziò a servire l’Amaro Ramazzotti.

Nel 1994 lo stabilimento di Lainate fu chiuso e la produzione spostata negli stabilimenti di Canelli, in provincia di Asti.

amaro ramazzotti

Caratteristiche

L’amaro viene ricavato dalla macerazione di almeno 33 varietà tra erbe, spezie e radici. Il metodo di preparazione rispetta con costanza la ricetta originale del 1815, tuttora segreta. Tra gli ingredienti principali le scorze di arance di Sicilia, l’anice stellato, il cardamomo ed i chiodi di garofano, che vengono ridotti in polvere e miscelati con zucchero caramellato ed alcool. Presenta una gradazione alcolica del 30% nella versione classica e del 32% nella variante Ramazzotti Menta.

amaro ramazzotti

Magnum del 1950

Degustazione

L’amaro è principalmente consumato liscio o con ghiaccio, come digestivo dopo pasto. Può essere degustato anche come aperitivo, con acqua gassata ed una fetta di limone. Viene Inoltre utilizzato nella preparazione di alcuni cocktail.

Secondo una tradizione tedesca, dopo mezza birra è d’obbligo consumare un bicchiere di amaro, per favorire la digestione del resto della birra.

Comunicazione e Carosello

amaro ramazzotti

Tra i valori veicolati dal brand, è molto forte il legame con la città di Milano, elemento presente in tutte le campagne pubblicitarie.

Tra queste, sicuramente la più famosa è quella che riprende il celebre slogan “Milano da Bere”, coniato da Marco Mignani, utilizzato per lo spot tv del 1987. ( 1mar17 )

amaro ramazzotti

Pubblicità anno 1969

Tra il 1920 e il 1950, la comunicazione è avvenuta attraverso locandine. A partire dal 1972, la comunicazione si è trasferita anche in televisione con i primi caroselli.

  • 1972 – Carosello con Jerry Lewis
  • 1974 – Carosello con Loretta Goggi
  • 1987 – Milano da bere
  • 1992 – Piacere da bere
  • 1994 – Giovane amaro
  • 1999 – L’amaro positivo
amaro ramazzotti

Vassoio pubblicitario dell’epoca

web



free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*