Crea sito

DEBUTTO DI CANALE 5 – (30/09/1980)

canale 5

canale 5 prima trasmissione pierobon annunciatrice

Alba Parietti annunciatrice – 1985 – Clicca Sopra

——————————————————————————————————————————-

Canale 5 è un canale televisivo privato italiano disponibile in Italia a livello nazionale. È la rete ammiraglia del gruppo Mediaset (il principale operatore televisivo privato italiano). La principale emmittente rivale è Rai 1.

Canale 5 è un canale televisivo generalista: offre una combinazione di intrattenimento, informazione, ed eventi sportivi. È stata il modello di ispirazione per Silvio Berlusconi quando ha fondato, con risultati alterni, altre emittenti televisive all’estero (La Cinq in Francia, Tele 5 in Germania, Telecinco in Spagna) con loghi e primi programmi ispirati al modello italiano.

Canale 5 – Storia

L’era “pre-Canale 5” (1974-80)

Silvio_Berlusconi_e_Mike_Bongiorno_anni_80

L’antenata di Canale 5 fu Telemilanocavo, emittente televisiva via cavo fondata da Giacomo Properzj e Alceo Moretti a Milano 2, città satellite costruita da Silvio Berlusconi. L’emittente nacque nel settembre del 1974, a pochi mesi di distanza dalla sentenza della Corte Costituzionale del luglio 1974 che liberalizzava le trasmissioni televisive via cavo. Al sistema via cavo erano collegate circa 5.000 utenze che corrispondevano a 20.000 telespettatori. Introdotta la liberalizzazione anche via etere, la proprietà si trovò in difficoltà per affrontare gli investimenti necessari per rimanere competitiva. L’azienda fu così ceduta al prezzo simbolico di una lira ad una società del gruppo di Silvio Berlusconi, che abbuonò anche i canoni d’affitto per i locali usufruiti. Da piccola iniziativa di quartiere, divenne in breve una delle più importanti televisioni commerciali.

Quando cominciò a trasmettere via etere assunse la denominazione Telemilano (1976) e poi Telemilano 58 (1978), dal nome del canale utilizzato (rilevato dall’emittente locale TVI Television International of Milan, con impianto sull’Hotel Michelangelo). Contemporaneamente furono fatti investimenti tecnici con l’alleanza di un imprenditore specializzato in produzione di apparecchiature per la ricezione dei segnali televisivi, Adriano Galliani, che assunse un ruolo importante nella produzione degli apparati televisivi dell’emittente.

canale 5 logo 1980

Il successo arrivò nella stagione 1979/80 con un gioco a premi, I sogni nel cassetto, condotto da Mike Bongiorno, che ebbe risultati d’ascolto ampiamente positivi. Il 30 settembre 1980 il logo di Canale 5 apparve sugli schermi in sostituzione di quello di Telemilano 58. Il marchio era stato registrato il 12 novembre 1979 a Milano come «Canale 5 Music srl». Il «5» significava che il gruppo puntava a piazzarsi subito dopo le tre reti RAI e Telemontecarlo.

I Primi anni (1980-82)

Il primo avvenimento sportivo di grande attrattiva trasmesso da Canale 5 fu il Mundialito (30 dicembre 1980-10 gennaio 1981), torneo calcistico disputato in Uruguay per festeggiare i 50 anni dalla prima edizione dei Campionati mondiali di calcio. La Fininvest si assicurò i diritti televisivi europei, poi cedette i diritti alla RAI, in cambio poté trasmettere le partite del torneo, salvo quelle della Nazionale e la finale. Gli incontri furono irradiati in diretta in Lombardia, e in differita nelle altre regioni italiane. Le partite raggiunsero ascolti (da record per una tv privata) di 8 milioni di spettatori.

Il 26 marzo 1981 Canale 5 ottenne il riconoscimento giuridico come fusione di:

  1. Telemilano,
  2. TelEmiliaRomagna (Emilia-Romagna),
  3. Tele Torino International (Piemonte),
  4. VideoAdige (Trentino-Alto Adige)
  5. VideoVeneto (Veneto)
  6. A&G Television (Liguria).

Nello stesso 1981 Canale 5 comprò dalla Rai il serial tv Dallas per trasmetterlo, a partire dall’autunno, nelle serate di martedì e giovedì in controprogammazione con Dynasty, dell’allora concorrente Retequattro. Sempre nel 1981 con la trasmissione Buongiorno Italia condotta da Marco Columbro ed Antonella Vianini inaugura le trasmissioni tv in una fascia oraria, quella mattutina, da sempre ignorata dalla tv di Stato; un anno dopo nel 1982 con il quiz Il pranzo è servito condotto da Corrado inaugura i programmi in quella del mezzogiorno anch’essa fino ad allora snobbata dalla RAI. Sempre nell’autunno 1981 va in onda il primo varietà targato Fininvest: Hello Goggi! vero e proprio one woman show condotto da Loretta Goggi che però non risconterà molto successo a causa dell’inesperienza nella produzione e realizzazione di varietà da parte della rete e per la mancanza della diretta (che non sarà consentita alle reti private nazionali fino al 1991).

canale 5 five

Tra il 1980 e il 1981 gli introiti pubblicitari passarono da 13.000.000.000 a 75.000.000.000 di lire italiane. Nel magazzino di film della rete c’erano 6.000 ore di cinema; i film furono acquistati dai tre network americani ABC, CBS e NBC.

All’inizio del 1982 gli ascolti televisivi erano così ripartiti:

  1. Tre reti Rai: 63% (Rai 1 30%)
  2. Canale 5: 13%
  3. Italia 1 (di Rusconi): 9,5%
  4. Rete 4 (di Mondadori): 8%.

Il fatturato pubblicitario era ripartito come segue:

  1. Rai: 51% (1.128 miliardi di lire)
  2. Canale 5: 20% (110 miliardi)
  3. Italia 1: 13%
  4. Rete 4: 7,8%.

Alla fine, oltre al cinema, lo sport rimase uno dei temi portanti del palinsesto della rete. Negli anni a seguire notevole curiosità e apprezzamento furono rivolte alle telecronache della pallacanestro NBA, curate dall’allora allenatore della Billy Milano Dan Peterson, che accostarono più di uno spettatore a questo sport e rivoluzionarono il modo di commentare le partite, che fino a quel momento si limitava solo ad aggiungere poche parole alle immagini; altro evento fu la trasmissione di una partita del campionato di football americano, la domenica mattina, per tutti gli anni 1980. Un’edizione della finalissima («Super Bowl») fu commentata da Mike Bongiorno.

bongiorno brigliadori e five

Curiosità

  • La mascotte di Canale 5 durante gli anni ottanta era il pupazzo Five; doppiato da Marco Columbro il pupazzo era il protagonista del pomeriggio di Canale 5 nei primi anni ’80 con la trasmissione per bambini e ragazzi Pomeriggio con Five, in questo programma Five aveva come compagno un serpente di nome Bis e come spalle in carne ed ossa Fabrizia Carminati ed il maestro Augusto Martelli autore delle musiche di quasi tutte le sigle dei programmi di Canale 5 nel periodo Fininvest.
  • In passato, Canale 5 aveva la sua signorina buonasera. Quelle storiche furono prima Eleonora Brigliadori dal 1980 al 1984, poi Fiorella Pierobon che è stata l’annuciatrice di Canale 5 per antonomasia, attiva per quasi vent’anni dal 1984 al 2003 (in precedenza era stata annunciatrice di Italia 1) e sostituita da Lisa Gritti, l’ultima attiva solo per un anno dal 2003 al 2004 in quanto dimessasi dopo uno scandalo smascherato da Striscia la notizia in cui era coinvolta; dopodiché Canale 5 ha rinunciato a tale figura (cosi come aveva già fatto Italia 1 nel 2002). Altre annunciatrici della rete per brevi periodi furono: Alba Parietti,Michela Rocco di Torrepadula, Karim Nimtallah, Daniela Castelli, Paola Perego, Fabrizia Carminati, Cinzia Petrini e Susanna Messaggio. A1106
canale 5 logo 1982Testo tratto e modificato: http://it.wikipedia.org/wiki/Canale_5
 
web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.