Crea sito

Giochi Arcade del passato: SPRINT – Kee Games (Atari) – 1976

Sprint

sprint

Un giro nel passato con Sprint 1 – Clicca Sopra

———————————————————————————————————

Sprint – Kee Games

L’evoluzione nei giochi Arcade con tematiche di guida prese forma nel 1976 grazie alla serie dei giochi Sprint firmata Kee Games che fu un produttore di videogiochi arcade attivo dal 1973 al 1978. La società fu guidata da Joe Keenan, un amico di vecchia data di Nolan Bushnell, uno dei fondatori di Atari. Kee Games fu incorporata da Atari alla fine del 1974, cessando la pubblicazione di giochi nel 1978. 

sprint

In Sprint il titolo succedeva un numero indicante i giocatori che potevano prendere parte a quella particolare versione del coin-op: ve ne erano da uno a otto giocatori, quindi si avevano Sprint 1,2,4 o 8. Come per Gran Trak, anche qui avremo a disposizione un volante e dei pedali per controllare la nostra vettura, ma la ventata di novità fu notevole: da un punto di vista squisitamente tecnico, i giochi di guida abbandonano per la prima volta i diodi per affidarsi ai microprocessori con tutto quello che ciò può significare.

sprint

La grafica passa dal bianco e nero secco al grayscale, con la pista rappresentata ancora da semplici puntoni bianchi delineanti i bordi ma con l’aggiunta degli sprites di auto avversarie. Si trattava in realtà di una novità che tangeva solo marginalmente il gameplay in quanto la nostra sfida era esclusivamente contro il tempo: ci venivano concessi 100 secondi di gioco entro i quali totalizzare un minimo di 150 punti per guadagnarci un bonus temporale. 

sprint

 Il punteggio era calcolato in una maniera insolita, ci venivano assegnati 10 punti per ogni giro completato ed ogni due giri la pista cambiava al volo senza spezzare la continuità dell’azione. Curioso, ma efficace. La difficoltà è medio-alta, direi, e ciò è dovuto all’estrema lentezza dell’accelerazione della nostra vettura:

sprint

per raggiungere una velocità decente dovremo attendere alcuni secondi, ma il vero problema è che ogni contatto con i bordi della pista azzera la nostra velocità aggravando la situazione, senza dimenticare che collidendo con le altre auto in pista devieremo le nostre traiettorie e altrettanto accadrà scivolando sulle macchie d’olio (due e presenti sempre nella stessa posizione) lungo le piste.

sprint

Diventa un gioco frustrante, divertente ma eccessivamente punitivo ad ogni sbaglio, soprattutto quando poi si viene travolti incessantemente dagli avversari senza possibilità di sfuggita a causa della congenita lentezza del nostro mezzo. Ciononostante, considerando anche la ruvidità di un gioco così primordiale, la formula è vincente e Sprint innesca in noi quello smodato impulso che ci è tanto caro che ci spinge a provare un’altra partita prima di arrenderci… e poi ancora una… e un’altra ancora… A0712

Altre Versioni

sprint

Nessuna conversione per questo gioco di guida, ma il suo tema venne riproposto dalla sua software house in due seguiti: Championship Sprint e Super Sprint, entrambi di considerevole successo. Ad ogni modo, evadendo dai confini di marca Atari, è facile trovare giochi fortemente ispirati a questo in esame per molti sistemi tra cui vale certamente la pena citare Indy Heat, Super Off-Road e la serie Skidmarks su Amiga.

sprint

Spunti e testo tratti da : http://www.retrogaminghistory.com/content.php

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.