Crea sito

SUPERMAN – Nascita e Rilancio – (1938/1986)

Superman

SUPERMAN

Per la sua storia vista da un fan – Clicca Sopra 

——————————————————————————————————————

Superman, il cui nome kryptoniano è Kal-El, mentre il suo nome terrestre è Clark Kent, è un personaggio dei fumetti creato da Jerry Siegel e Joe Shuster nel 1938, pubblicato dalla DC Comics.

Un uomo in grado di sollevare un’auto, con un costume blu addosso ed un mantello rosso sulle spalle, contornato da un gruppo di passanti impauriti: è questa la prima immagine di Superman, quella con cui fa il suo esordio nelle edicole statunitensi.

Il personaggio, però, anche per scelta dei suoi stessi autori, non è un Superuomo in senso nietzscheano, ma incarna più il mito emersoniano di un uomo rappresentativo delle nostre smanie di potenza, un uomo dotato di superpoteri, che mette al servizio della collettività. Così può iniziare la storia di quello che inizialmente i lettori italiani hanno conosciuto con il nome di Nembo Kid (il ragazzo delle nuvole).

Nascita e poteri

action Comics 1

Nato sul pianeta Krypton, venne inviato, infante, sulla Terra prima che il suo pianeta natale esplodesse. Il padre, Jor-El (il nome apparve inizialmente come Jor-L nelle strisce a fumetti quotidiane), aveva fatto alcuni studi sulla nostra stella, il Sole, e aveva scoperto che le particolari radiazioni da questa emesse potevano rendere Kal-El (il nome kryptoniano di Superman; Kal-L nelle strisce) praticamente invulnerabile.

Giunto sulla Terra, la sua navicella venne ritrovata da Jonathan e Martha Kent, che, inteneriti dalla piccola figura, lo adottano e lo crescono nella piccola cittadina di Smallville come un figlio, chiamandolo Clark. Proprio in questo paesino della periferia statunitense, Clark sviluppa i suoi fantastici poteri:

  • forza sovrumana
  • velocità (in particolari condizioni può superare la velocità della luce, pur se non sembra riuscire ad essere più veloce dei vari Flash)
  • vista a raggi X (ma non può utilizzarla per vedere attraverso il piombo);
  • vista calorifica (un fascio laser dagli occhi in grado di surriscaldare e fondere oggetti e ustionare le persone, di cui Superman può controllare l’intensità);
  • invulnerabilità (parziale: resiste a tutto, ma non alla kryptonite e alla magia);
  • volo (curiosamente, nel periodo Siegel-Shuster e quello subito successivo, Superman non era in grado di volare, ma solo di compiere salti enormi)

Le sue avventure si svolgono principalmente a Metropolis, una grande città dove, come giornalista, lavora nella redazione del Daily Planet, insieme a Lois Lane, che poi diventerà sua moglie, e all’amico Jimmy Olsen.

Superman-Comics-No.-1-1939

La Storia editoriale

Superman è una serie a fumetti, tuttora in pubblicazione, della DC Comics che vede protagonista il celebre eroe omonimo. Il personaggio di Superman cominciò come una delle tante antologie protagoniste nel fumetto Action Comics n. 1 della National Periodical Publication, pubblicato nel giugno 1938. La striscia si dimostrò così popolare che la National lanciò Superman in un suo fumetto, il primo per ogni super eroe, con il primo numero datato giugno 1939. Tra il 1986 e il 2006 fu reintitolato Adventures of Superman, mentre un nuovo fumetto utilizzò il semplice titolo di Superman. Nel maggio 2006, ritornò al suo titolo e alla sua numerazione originale. La serie raggiunse il n. 700 nel giugno2010.

Storia di pubblicazione

A causa della popolarità del personaggio di Superman dopo la sua comparsa in Action Comics n. 1, la National Allied Publications decise di lanciare un nuovo fumetto con un singolo personaggio, cosa che all’epoca era senza precedentiSuperman n. 1, come fumetto auto sufficiente, comparve sugli scaffali nell’estate del 1939. Tutto ciò fu possibile grazie alle vendite elevate e ad un’enorme promozione del personaggio. Questo introdusse un’innovazione nell’industria: avendo un intero fumetto per un solo personaggio. Superman n. 1 fu innovativo. Ora, Superman deteneva persino il primato di essere il primo super eroe protagonista in più di un fumetto. Dal n. 7,fu salutato sulle copertine di “World’s Greatest Adventure Strip Characters”.

Superman disegno di John Byrne

Superman venne pubblicato senza interruzione fino a metà degli anni ottanta, quando la DC istituì un rilancio totale della linea con l’evento della maxiserie del 1985 Crisi sulle Terre Infinite. Ripiegando il vasto multiverso in un singolo universo condiviso da tutti i personaggi dell’intera DC Comics, Superman e il suo cast di supporto vennero sottoposti ad un’accurata revisione per mano del celebre artista/scrittore John Byrne.

Un’ultima storia fu pubblicata per dare un taglio all’ex status quo: Che cosa è successo all’Uomo del Domani? di Alan Moore. La prima parte della storia vide la pubblicazione in Superman n. 423, che sarebbe stato l’ultimo numero prima che il fumetto venisse rilanciato con la numerazione originale come Adventures of SupermanSuperman fu rilanciato con il n. 1 in un secondo volume nel 1986, e fu pubblicato parallelamente ad Adventures of Superman.   

Il Rilancio del 1986

Adventures of  Superman venne rinumerato dal n. 424 (gennaio 1987) al n. 649 (aprile 2006), per un totale di 228 numeri mensili, incluso il n. 0 (ottobre 1994), pubblicato tra i numeri 516 e 517 durante l’evento del crossover Ora Zero, il n. 1.000.000 (novembre 1998) durante l’evento crossover One Million, e nove annuali pubblicati tra il 1987 e il 1997.

La trama dei fumetti furono spesso collegati durante i primi anni della serie. Per coordinare la storia e le serie di eventi, dal gennaio 1991 al gennaio 2002, “numeri triangoli” (o “numeri scudo”) comparvero sulle copertine di ogni numero del fumetto.

Durante questi anni, le storie di Superman vennero pubblicate al fianco delle storie pubblicate in SupermanAction Comics e successivamente in altre 2 serie, Superman: The Man of Steel e Superman: The Man of Tomorrow. Dopo il febbraio 2002, l’integrazione tra i fumetti di Superman cambiò meno frequentemente, e i restanti numeri di Adventures of  Superman spesso cominciarono a contenere storie autonome. Il numero finale (n. 649), tuttavia, fu parte di un crossover in tre parti con Superman e Action Comics, un omaggio al Superman di Terra-2 agli inizi della serie limitata Crisi Infinita.

Nei suoi ultimi anni, Adventures of Superman venne scritto da Greg Rucka. Trame note inclusero il criminale Ruin, il tentativo di assassinio di Lois Lane ed un numero di comparse di Mister Mxyzptlk ben accettate.

Superman returns

Superman vol. 2 arrivò fino al n. 226 (aprile 2006) e poi fu cancellato come parte dell’evento Crisi InfinitaAdventures of Superman venne riportato al suo titolo originale, Superman, con il n. 650 (maggio 2006), come parte della storia Un Anno DopoAction Comics continuò invece normalmente la sua pubblicazione. Le edizioni annuali dopo il reintitolamento ritornarono al vol. 1 continuando con l’annuale n. 13. Il fumetto partecipò anche nella serie settimanale Countdown a Crisi Finale, dando prospettiva a determinati avvenimenti che furono mostrati nella serie settimanale, come gli eventi che precedettero la scomparsa del Nuovo Dio Raggio di Luce.

Raggiungimento di un traguardo

superman-700

Nel giugno 2010, Superman raggiunse il n. 700, e lo scrittore J. Michael Straczynski, un fan di Superman dichiarato che sentì una connessione personale con il personaggio, fu assegnato alla scrittura del fumetto con una mini storia nel numero, e ebbe la sua serie a cominciare con il n. 701.

Superman in Italia

Superman esordisce in Italia sugli Albi dell’audacia (il n. 19 del 2 luglio 1939) come Ciclone, l’Uomo d’acciaio, per poi diventare Ciclone, L’Uomo Fenomeno su L’Audace (1940). In questo periodo si alternano le storie di Siegel e Shuster a quelle realizzate daVincenzo e Zenobio Baggioli.

Appena dopo la guerra, attorno al 1946, le strisce di Superman vengono riprese dalla Casa Editrice Milano, poi Edizioni Mondiali, in una serie di albi della Collezione Uomo Mascherato, divenuta dal n. 67 Collezione Uomo D’Acciaio in onore del suo personaggio di maggior spicco, proprio Superman, qui chiamato semplicemente “Uomo D’Acciaio”. Il personaggio è infatti presente in 27 albi, ed in appendice, con storie a puntate, negli ultimi numeri. Inoltre la stessa casa editrice pubblica nell’aprile del 1947 anche il giornale Urrà, dove è ancora Superman a essere il protagonista.

superman

Il personaggio passa quindi sotto le cure della Mondadori, che lo propone a partire dal 16 maggio 1954 anzitutto sui mitici Albi del falco, una pubblicazione prima quattordicinale, poi settimanale, che dedicherà i primi 30 numeri esclusivamente all’uomo d’acciaio, alterandone però il nome in Nembo Kid (1954-1966), probabilmente per eludere i diritti sul personaggio. Questo creò non pochi problemi ai traduttori ed ai grafici italiani, costretti a minuziosi lavori di correzione su copertine e vignette, per eliminare la S dal petto e dal mantello, che in tal modo riportavano solo uno scudo vuoto (che nei primi albi era rosso, dal n. 19 diventò giallo).

Dopo un breve periodo sulla testata Superman Nembo Kid (1966-1967), approda ad un quattordicinale tutto suo chiamato semplicemente Superman (1967-1970). La numerazione degli albi non riparte però ad ogni nuova serie, ma prosegue ininterrottamente per tutti i sedici anni della gestione Mondadori. Nei numeri successivi su questa testata apparvero anche tutti gli altri eroi DC: Batman e Robin, Flash, Lanterna Verde, Supergirl, ecc. Tale serie, dopo vari cambiamenti nelle dimensioni e nel nome della testata, terminerà nel marzo 1970 con il n. 651.

Tra il 1971 e il 1974 sono le Edizioni Williams a gestire in Italia i diritti del personaggio con ben tre serie regolari, seppur brevi. Dal 1976 al 1984 sarà invece l’editore Cenisio a stampare Superman nel Bel Paese. Dopo un vuoto di nove anni nei quali la Rizzoli ha stampato in maniera irregolare inserti allegati alla rivista Corto Maltese, dal 1993 l’Uomo d’Acciaio è tornato in Italia edito dalla Play Press, conquistandosi anche una collana personale da edicola

(Superman, chiusa con il numero doppio 124/125 per un totale di 119 albi di cui 6 doppi) e una collana di recuperi di storie meno recenti a partire dalla miniserie Man of Steel di John Byrne che segnò il rilancio del personaggio dopo Crisi sulle Terre infinite (Superman Classic, chiusa col numero 43 dopo 40 albi di cui 3 doppi). Con la chiusura di queste testate Superman venne distribuito solo in fumetteria con volumi che raccolgono archi narrativi e sulla rivista DC Universe fino al 2005. Dal luglio dello stesso anno, il kryptoniano è tornato nelle edicole con la rivista Superman Magazine, durata solo 8 numeri, l’ultimo dei quali uscito nel maggio 2006.

Con l’abbandono della Play Press dei diritti editoriali sulla DC nel giugno dello stesso anno, dall’agosto 2006 la Planeta DeAgostini, divisione editoriale spagnola della De Agostini, ha varato la testata settimanale Le avventure di Superman, che ristampa le storie del supereroe a partire da Man of Steel. La collana si è chiusa, come programmato dall’editore fin all’inizio, con il n. 40 nell’agosto 2007, dopo alcuni ritardi nella pubblicazione. Sempre Planeta nel giugno 2007 ha lanciato la collana mensile Superman, che presenta storie inedite in italiano. A1580 

Di seguito alcune altre copertine della collana Americana di Superman con numerazione significativa

   

 

      

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.