Crea sito

Tributo a MARLON BRANDO – (1924/2004)

Marlon Brando

Marlon brando

Marlon Brando vince l’oscar nel 1955 – Clicca Sopra

Marlon Brand the best 10 performances – Clicca Sopra

—————————————————————————————————————————-

Marlon Brando, Jr. (Omaha, 3 aprile 1924 – Westwood, 1º luglio 2004) è stato un attore e regista statunitense. È unanimemente considerato una delle maggiori stelle di Hollywood e uno degli attori più carismatici e di maggior talento della storia del cinema.

Marlon Bando

Raggiunse la popolarità interpretando Stanley Kowalsky nel film Un tram che si chiama Desiderio (1951), tratto dal’omonimo dramma di Tennessee Williams. Successivamente scandì gli anni cinquanta interpretando film rimasti nella storia come Il selvaggio (1953), Fronte del porto (1954), che lo consacrò definitivamente, e Bulli e pupe (1955).

Marlon Brando

Dopo aver diretto e interpretato I due volti della vendetta (1961), sua unica regia, recitò nei film La caccia e La contessa di Hong Kong che non raggiunsero i risultati sperati, mentre tornò al grande successo internazionale con capolavori quali Il padrino (1972), Ultimo tango a Parigi (1972) e Apocalypse Now (1979). Nel 1978 interpretò inoltre il ruolo di Jor-El nel film Superman.

Marlon Brando

Otto volte candidato al Premio Oscar (riconoscimento che si aggiudicò due volte, rifiutandosi però, nella seconda occasione, di ritirare la statuetta in segno di protesta contro le ingiustizie nei confronti dei nativi americani), vanta una filmografia relativamente limitata (in tutto poco più di una quarantina di titoli).

Marlon Brando

I suoi film, visti da oltre 800 milioni di spettatori (un primato che non ha eguali nella storia del cinema americano), riscuotono ancora oggi grande successo e alcuni sono considerati grandi capolavori.

Marlon Brando

Tra i grandi ruoli da lui interpretati, sono da ricordare Stanley Kowalski in Un tram che si chiama Desiderio, prima a teatro e poi nell’omonimo film del 1951; Johnny Strable, il capo di una banda di motociclisti nel film Il selvaggio (1953); il giocatore Sky Masterson in Bulli e pupe (1955); il primo ufficiale Fletcher Christian ne Gli ammutinati del Bounty (1962); don Vito Corleone ne Il padrino (1972); il vedovo Paul in Ultimo tango a Parigi (1972); Jor-El, padre del supereroe in Superman (1978), e il colonnello Kurtz in Apocalypse Now (1979).

Marlon Brando

Brando è rimasto nella storia del cinema per la sua capacità di immedesimarsi in qualunque personaggio abbia interpretato. È stato anche un attivista, sostenendo molte cause, in particolare quella del movimento afro-americano, che lo portò a partecipare attivamente alla Marcia su Washington nel 1963. L’American Film Institute ha inserito Brando al quarto posto tra le più grandi star della storia del cinema.

Brando è stato uno dei soli tre attori professionisti, insieme a Charlie Chaplin e Marilyn Monroe, nominato dalla rivista statunitense TIME come uno dei 100 personaggi più influenti del secolo nel 1999. 

Marlon Brando

Molto scalpore suscitò il decadimento fisico di Brando, ingrassato notevolmente a partire dai primi anni ottanta. Già nel 1978, Francis Ford Coppola affermò che quando Brando si presentò sul set di Apocalypse Now era notevolmente appesantito (il suo peso era aumentato di circa 40 libbre). Proprio per questo motivo Brando aveva chiesto che le scene in cui appariva fossero girate in penombra, per celare il suo notevole aumento di peso. A partire dal successivo film La formula e nelle apparizioni cinematografiche seguenti, si può notare la graduale e crescente obesità dell’attore. Negli ultimi anni di vita Brando pesava circa 150 kg e, proprio a causa dell’obesità, fu costretto ad utilizzare una sedia a rotelle.

Marlon Brando

Marlon Brando è stato uno degli attori più pagati di Hollywood, come dimostra infatti l’incremento dei suoi compensi per ogni film in cui recitò. È rimasto nella storia il faraonico cachet ottenuto per il film Superman: 19 milioni di dollari (di cui 3,7 per la sua interpretazione e l’11,75% di percentuale sugli incassi), un record che è rimasto nella storia per oltre 10 anni. A1030

Marlon Brando

L’attore morì a Los Angeles il 1º luglio 2004, alle 18:30 (ora locale), nel Centro Medico dell’UCLA (University of California at Los Angeles) a Westwood; la causa del decesso fu attribuibile a una crisi respiratoria, dovuta ad un enfisema polmonare che lo affliggeva già da tre anni. Al suo funerale parteciparono moltissime celebrità e suoi grandi amici come Jack Nicholson, Sean Penn, Warren Beatty e Michael Jackson. Per sua esplicita volontà venne cremato e le ceneri disperse a Tahiti e nella Death Valley.

Marlon Brando

Testo tratto e modificato: https://it.wikipedia.org/wiki/Marlon_Brando

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.