Crea sito

Speciale TOM CRUISE

tom cruise

Carrellata di Film con Tom Cruise – Clicca Sopra

VIDEO 2 – Tom Cruise vince un Golden Globe – Clicca  

VIDEO 3 – Tutto cominciò così – Clicca 

—————————————————————————————————————————-

Tom Cruise

Thomas Cruise Mapother IV, meglio conosciuto come Tom Cruise (Syracuse, 3 luglio 1962), è un attore e produttore cinematografico statunitense.

La rivista Forbes lo classifica come una delle più potenti celebrità al mondo nel 2006. È stato candidato per tre Premi Oscar e ha vinto tre Premi del Golden Globe. Il suo primo grande successo è stato nel film del 1983, Risky Business, che è stato descritto come “Un classico della Generazione-X, e una carriera costruttiva” per l’attore. Dopo aver interpretato il ruolo di un ufficiale di marina e pilota di caccia, nel popolare film del 1986, Top Gun, Cruise interpretò un altro ruolo di azione, impersonando un agente segreto nella serie dei film d’azione Mission: Impossible (1996, 2000, 2006, 2011). Oltre a questi ruoli da eroe, è stato interprete anche di altri ruoli con sfaccettature molto più complesse come il medico William in Eyes Wide Shut (1999) del maestro Stanley Kubrick, il misoginico guru in Magnolia (1999) e il disinvolto e sociopatico sicario nel film thriller di Michael Mann, Collateral (2004).

L’economista Edward Jay Epstein sostiene che Cruise sia uno dei pochi produttori (gli altri sono George Lucas, Steven Spielberg e Jerry Bruckheimer) che sono stati capaci di garantire il successo di un miliardo di dollari. Dal 2005, Cruise e Paula Wagner sono stati nominati responsabili della United Artists Studio: Cruise come produttore e Wagner come capo esecutivo Cruise è anche noto per la sua adesione ed il suo sostegno a Scientology. Le sue notevoli critiche pubbliche nei confronti della psichiatria e dell’uso di farmaci anti-depressivi hanno suscitato polemiche e interesse da parte dei media.

La scoperta della recitazione 

Tom Cruise, nato a  Syracuse, New York, divenne attore quasi per caso. Mentre si allenava per partecipare ad una competizione locale di wrestling, decise di perdere peso per poter rientrare nelle categorie previste dalla gara, correndo su e giù per le scale di casa. Uno scivolone gli causò la lesione di un tendine e Tom si interessò ad altre attività. Decise quindi di provare a partecipare ad una produzione scolastica di Bulli e Pupe. Tom si dimostrò all’altezza del ruolo di Nathan Detroit e in quell’occasione tirò fuori il talento che sarebbe stato in seguito la chiave del suo successo.

Decise quindi di trasferirsi a New York per diventare attore e il padre gli chiese: “Quanto mi costerà tutto ciò?”

Gli esordi cinematografici

Tom decise di seguire l’istinto. Si trasferì a New York all’età di diciassette anni e si ripromise di divenire famoso entro tre anni. Grazie alla sua interpretazione in Bulli e Pupe ebbe il suo primo agente; Tobe Gibson, che gli consigliò il nome d’arte Tom Cruise.

A New York si iscrisse ai corsi serali della scuola di recitazione Neighborhood Playhouse, viveva in un appartamento in condivisione cercando di sbarcare il lunario con lavoretti. Al rinnovo del contratto, decise di cambiare agente. Il suo nuovo agente lo fece volare a Los Angeles per un casting di una sit-com e successivamente lo fece apparire in Amore senza fine di Franco Zeffirelli che fu l’esordio cinematografico di Cruise (1981).

Iniziò a quel punto una carriera da fotomodello, quando si accorse però che diverse sue foto erano finite in un giornale gay, smise di fare quel lavoro, che gli garantiva una certa entratura. Tom decise di tornare a Glen Ridge, ma prima fece un provino per un film che l’avrebbe portato al successo: Taps – Squilli di rivolta. Tom in questo film interpretò David Shawn per volere del produttore Stanley Jaffe e fu per lui il suo primo ruolo importante.

La sua carriera ebbe inizio e la sua agente gli fece fare un provino per Risky Business – Fuori i vecchi… i figli ballano. Interpreterà così Joel Goodson nel suo primo ruolo da attore protagonista. L’interpretazione garantì a Tom una certa notorietà e fece alzare notevolmente i suoi cachet d’ingaggio.

Il Successo

Ma il vero successo arrivò qualche anno dopo. Dopo aver interpretato nel 1984 Jack in Legend di Ridley Scott, a Tom fu proposta la parte del tenente Pete Mitchell “Maverick” in Top Gun di Tony Scott nel 1985, film grazie al quale Tom Cruise divenne una star, e nello stesso anno si aggiudicò la Walk of Fame. Top Gun fu campione di incassi nel 1986 e stabilì il record di prenotazione per l’acquisto del VHS.

Nel 1986 recitò al fianco di Paul Newman in Il colore dei soldi, sequel film del 1961 Lo spaccone. Nel 1988 interpretò Brian Flanagan in Cocktail, successo di incassi e di pubblico. Recitò quindi la parte di Charlie Babbit in Rain Man accanto al Premio Oscar Dustin Hoffman, vincendo numerosi premi. Dopo anni di ruoli brillanti, nel 1989 fu la volta di un ruolo drammatico che lo consacrò quale attore versatile e di straordinario talento. Il veterano del Vietnam Ron Kovic Nato il 4 luglio, gli valse nel 1990 la sua prima nomination agli Oscar e un Golden Globe. Nel 1990 la rivista People lo classifica come l’uomo vivente più sexy dell’anno, all’ età di 28 anni. Tom Cruise, considerato da molte persone l’uomo più bello del mondo, prosegue la sua carriera interpretando ruoli con sfaccettature molto diverse.

Divenuto a metà anni novanta uno dei più potenti attori di Hollywood, oltre che un investimento sicuro per registi e case di produzione, tornò a sbancare i botteghini nel 1996 grazie a Mission: Impossible. L’anno successivo conquistò nuovamente il Golden Globe e ottenne la seconda nomination agli Oscar, grazie a Jerry Maguire. Dopo l’interpretazione di Magnolia nel 1999 e la sua terza nomination all’Oscar, fu protagonista, insieme alla moglie Nicole Kidman, di Eyes Wide Shut, ultimo film di Stanley Kubrick che richiese tre anni di lavoro e per cui Tom sacrificò anche il ruolo di protagonista in Matrix.

Nel 2000 girò il seguito di Mission: Impossible mentre l’anno dopo la pellicola Vanilla Sky sancì la fine del suo rapporto con Nicole Kidman e la nascita della storia tra lui e Penélope Cruz.

Nel 2002 girò Minority Report di Steven Spielberg e narrò il documentario Space Station 3D, l’anno seguente fu protagonista in L’ultimo samurai.

Dopo Collateral nel 2004, la coppia Cruise-Spielberg diede vita a La guerra dei mondi (2005). Da li in poi girerà ancora moltissimi film tutti di grande successo …….

Per festeggiare i venticinque anni di carriera, l’8 maggio 2008 viene messo online il suo sito ufficiale.

Vita privata

Nel 1983 Tom conobbe sul set di Risky Business la bella collega Rebecca De Mornay con la quale intraprese una relazione durata circa due anni e conclusasi poco prima che il giovane attore fosse impegnato nelle riprese di Top Gun. In quel periodo ebbe una breve relazione con la famosa cantante e attrice Cher.

Il 9 maggio del 1987 Tom Cruise sposò l’attrice Mimi Rogers, di sei anni più grande di lui. Seguace di Scientology, è molto probabile che fu proprio la Rogers a convincere il consorte ad aderire a questo credo, scelta questa che Cruise confermò anche dopo il divorzio, avvenuto il 4 dicembre del 1990.

Proprio nel 1990 Cruise, all’apice del successo, conobbe Nicole Kidman sul set del film Giorni di tuono: dopo un fidanzamento molto breve, i due si sposarono il 24 dicembre del 1990. Il matrimonio durò circa dieci anni, fino al divorzio ufficiale dell’8 agosto 2001, la coppia adottò due bambini: Isabella (nata nel 1992) e Connor (nato nel 1995).

tom cruise time copertina

Dopo la separazione dall’attrice australiana, Tom ebbe una relazione sentimentale con l’attrice iberica Penélope Cruz, incontrata nel 2001 sul set di Vanilla Sky. Nel marzo del 2004, la relazione tra i due finì.

Il 18 novembre Cruise sposa l’attrice americana Katie Holmes, con cui avrà una bambina il 19 aprile2006, Suri. I festeggiamenti per il terzo matrimonio dell’attore si sono svolti in Italia nel castello Odescalchi di Bracciano.

Filmografia Parziale

  • Amore senza fine (Endless Love), regia di Franco Zeffirelli (1981)
  • Taps – Squilli di rivolta (Taps), regia di Harold Becker (1981)
  • I ragazzi della 56ª strada (The Outsiders), regia di Francis Ford Coppola (1982)
  • Un week-end da leone – Una gita da sballo (Losin’ It), regia di Curtis Hanson (1983)
  • Risky Business – Fuori i vecchi… i figli ballano (Risky Business), regia di Paul Brickman (1983)
  • Il ribelle (All the Right Moves), regia di Michael Chapman (1983)
  • Legend, regia di Ridley Scott (1985)
  • Top Gun, regia di Tony Scott (1986)
  • Il colore dei soldi (The Color of Money), regia di Martin Scorsese (1986)
  • Cocktail, regia di Roger Donaldson (1988)
  • Rain Man – L’uomo della pioggia (Rain Man), regia di Barry Levinson (1988)
  • Nato il quattro luglio (Born on the Fourth of July), regia di Oliver Stone (1989)
  • Giorni di tuono (Days of Thunder), regia di Tony Scott (1990)
  • Cuori ribelli (Far and Away), regia di Ron Howard (1992)
  • Codice d’onore (A Few Good Men), regia di Rob Reiner (1992)
  • Il socio (The Firm), regia di Sidney Pollack (1993)
  • Intervista col vampiro (Interview with the Vampire: The Vampire Chronicles), regia di Neil Jordan (1994)
  • Mission: Impossible, regia di Brian De Palma (1996)
  • Jerry Maguire, regia di Cameron Crowe (1996)
  • Eyes Wide Shut, regia di Stanley Kubrick (1999)
  • Magnolia, regia di Paul Thomas Anderson (1999)
  • Mission: Impossible II, regia di John Woo (2000)
  • Vanilla Sky, regia di Cameron Crowe (2001)
  • Austin Powers in Goldmember, regia di Jay Roach (2002) – Cameo
  • Minority Report, regia di Steven Spielberg (2002)
  • L’ultimo samurai (The Last Samurai), regia di Edward Zwick (2003)
  • Collateral, regia di Michael Mann (2004)
  • La guerra dei mondi (War of the Worlds), regia di Steven Spielberg (2005)
  • Mission: Impossible III, regia di J.J. Abrams (2006)
  • Leoni per agnelli (Lions for Lambs), regia di Robert Redford (2007)
  • Tropic Thunder, regia di Ben Stiller (2008)
  • Operazione Valchiria (Valkyrie), regia di Bryan Singer (2009)
  • Innocenti bugie (Knight & Day), regia di James Mangold (2010)
  • Mission: Impossible – Protocollo fantasma (Mission: Impossible – Ghost Protocol), regia di Brad Bird (2011)

Premi e candidature  

          Premio Oscar 

  • 1990 – Nomination al miglior attore protagonista per “Nato il 4 luglio”
  • 1997 – Nomination al miglior attore protagonista per “Jerry Maguire”
  • 2000 – Nomination miglior attore non protagonista per “Magnolia”

          Premio Golden Globe 

  • 1984 – Nomination miglior attore in un film commedia o musicale per “Risky Business – Fuori i vecchi… i figli ballano”
  • 1990 – Miglior attore in un film drammatico per “Nato il 4 luglio”
  • 1993 – Nomination miglior attore in un film drammatico per “Codice d’onore”
  • 1997 – Miglior attore in un film commedia o musicale per “Jerry Maguire”
  • 2000 – Miglior attore non protagonista per “Magnolia”
  • 2004 – Nomination miglior attore in un film drammatico per “L’ultimo samurai”
  • 2009 – Nomination miglior attore non protagonista per “Tropic Thunder”

 

 

 

testo tratto e modificato: http://it.wikipedia.org/wiki/Tom_Cruise

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.