Crea sito

Terribile INCIDENTE a FRANCO UNCINI – (1983)

Franco Uncini

franco uncini incidente crash

Il terribile impatto – L’incidente – Clicca Sopra 

VIDEO 2 – Intervista a Franco Uncini  dopo la ripresa – Clicca  

Franco Uncini

Franco Uncini (Civitanova Marche, 9 marzo 1955) è un pilota motociclistico italiano vincitore di un titolo del motomondiale.

Magro e minuto, Uncini mosse i suoi primi passi nel motociclismo nella classe 750, prima con una Laverda 750 SFC, vincendo l’importante Coppa Campidoglio del 1974 sul Circuito di Vallelunga, e poi con la Ducati, diventando con la “rossa” d’Italia campione nazionale varie volte.

franco uncini

Il suo esordio nel motomondiale avvenne nel 1976 con la Yamaha, con cui gareggiò quattro volte in 350 ed altrettante in 250, facendosi notare con un buon piazzamento nel Gran Premio di Spagna.

Nel 1977 continuò a correre nelle due classi ma passò alla Harley Davidson, con cui vinse due gare nella quarto di litro (il Gran Premio delle Nazioni ed il Gran Premio di Cecoslovacchia) di cui divenne vicecampione del mondo alle spalle di Mario Lega. Il pessimo rapporto che lo legava al compagno di squadra Walter Villa lo convise comunque a tornare in Yamaha.

Franco Uncini vincitore Mondiale

Con la scuderia giapponese corse ancora in 350 e 250, ottenendo però risultati discontinui e nemmeno una vittoria. Nel 1979 acquistò una Suzuki, creò un suo team privato e corse nella classe 500 con risultati positivi: per due anni fu infatti il migliore tra i piloti privati (5° nel 1979, 4° nel 1980). Molti pensarono che fosse arrivato il momento di affidargli una moto ufficiale, ma i massimi dirigenti della Suzuki sostennero in un primo momento che Uncini fosse troppo esile per guidare una 500 quattro cilindri. Secca, ed un po’ scocciata, fu la risposta del marchigiano a queste insinuazioni: “La moto deve essere guidata, non spezzata in due“.

Franco Uncini

Una serie di infortuni e cadute gli impedirono di difendersi al meglio nella stagione 1981, ma la partenza verso la Honda del campione Marco Lucchinelli fece in modo che la Suzuki puntasse su di lui come pilota di punta, ed Uncini ripagò tale fiducia vincendo il campionato del mondo nel 1982 a seguito di cinque vittorie (in Austria, Olanda, Jugoslavia e Gran Bretagna oltreché nel Gran Premio delle Nazioni) e 103 punti collezionati in classifica generale: per trovare un altro successo italiano nella classe regina bisognerà aspettare il 2001, anno del trionfo di Valentino Rossi.

franco unicini incidente crash

Nella stagione successiva, durante il Gran Premio d’Olanda, dopo una caduta innocua fu investito dall’incolpevole Wayne Gardner ed il suo casco volò di netto, dando al pubblico la sensazione che egli fosse stato addirittura decapitato: in seguito all’incidente andò in coma in seguito ad una serie di lesioni al capo. Uncini si rimise comunque bene dal grave incidente, disputando altre tre stagioni pur senza ottenere i brillanti risultati avuti in precedenza, e ritirandosi quindi dall’agonismo nel 1985.

Franco Uncini

È rimasto nell’impianto organizzativo del motomondiale, dove dal 1993 si occupa di sicurezza. Dal 2003 è responsabile della Commissione Sicurezza della IRTA (associazione delle squadre) che è membro della commissione istituita dalla FIM per migliorare la sicurezza dei circuiti del Campionato del Mondo. ( 4giu17 )

 

Franco Uncini

Testo tratto e modificato: http://it.wikipedia.org/wiki/Franco_Uncini

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.