Crea sito

STRISCIA LA NOTIZIA – (Dal 1989)

Striscia la notizia                         striscia la notizia sigla

L’Edizione più corta mai prodotta del 1998 – Clicca Sopra

————————————————————————————————————————–

Striscia la notizia è un programma televisivo creato da Antonio Ricci e Lorenzo Beccati. Lo show va in onda dal lunedì al sabato nella prima serata di Canale 5, ogni anno dall’ultima settimana di settembre alla prima settimana di giugno. È condotto da due comici/presentatori e va in onda dallo Studio 1 Mediaset di Milano Due presso Segrate. La trasmissione è definita, essendo nata come parodia di un telegiornale, un telegiornale satirico, a metà strada tra varietà e giornalismo.

Formula del Programma

striscia 1989

Striscia la notizia è un programma satirico, che intende essere giornalismo e varietà. I due presentatori leggono alcune notizie della giornata. Inizialmente il programma si concentrava sulla satira politica, per poi occuparsi anche di satira sociale, con servizi-denuncia che molta eco avrebbero trovato nei mass media, come gli sprechi italiani nelle costruzioni di beni pubblici, i trucchi dei gestori telefonici ai danni degli utenti, i maghi e indovini imbonitori e truffaldini, i casi di pubblicità occulta e le irregolarità di alcune trasmissioni televisive. Nel programma collaborano anche degli inviati esterni, che col passare del tempi hanno avuto sempre più spazio. “Striscia la notizia” è iniziato il 25 gennaio 1988 su Italia 1 che l’ha trasmesso fino all’8 dicembre 1989 per poi passare in prima serata su Canale 5.

Striscia la notizia –  I Conduttori

striscia la notizia

I conduttori sono sempre due.
Possono essere anche attori, comici o presentatori. Storico conduttore di Striscia è Ezio Greggio, che insieme ad Enzo Iacchetti forma la coppia più longeva della trasmissione.

Tra i conduttori di lungo periodo troviamo solo tre donne: Alba Parietti nel 1994, Anna Maria Barbera nel 2003 e Michelle Hunziker dal 2004.

Nel 1992 è diventato conduttore addirittura il campione di ciclismo Gino Bartali.

 Il Gabibbo

gabibbo striscia la notizia
Il Gabibbo

Il Gabibbo è un pupazzo rosso che parla genovese e che da sempre anima le sigle di Striscia la notizia, cantate in coda al programma. Il Gabibbo è animato da Gero Caldarelli e doppiato dall’autore di Striscia Lorenzo Beccati.

Il personaggio del Gabibbo è nato inizialmente come provocatore (iniziava ogni discorso dicendo Ti spacco la faccia!), nel corso degli anni però si è trasformato in difensore dei cittadini.

striscia la notizia

Appare per la prima volta a Striscia il 1 ottobre 1990, dove viene rappresentato come inviato incaricato di raccogliere informazioni sulle situazioni ingiuste o scandalose denunciate dai telespettatori della trasmissione. Il servizio per le segnalazioni di Striscia la notizia infatti ha acquisito il nome S.O.S. Gabibbo. È con riferimento a questa attività di giustiziere che spesso viene nominato come ‘il vendicatore rosso.

Storia del programma

 Gli inizi e i primi anni ’90

Striscia la notizia – Giornale Radio iniziò le sue trasmissioni, dal lunedì al venerdì su Italia 1 alle 20:26, il 7 novembre del 1988, condotto dalla coppia, già rodata per anni a Drive In, formata da Ezio Greggio e Gianfranco D’Angelo e per la regia di Beppe Recchia, e terminò venerdì 8 dicembre 1989 con una media di 4 milioni di ascoltatori in trenta puntate, un notevole successo.

Il programma riprese dall’11 dicembre 1989 però su Canale 5, alle 20:20 e con una durata maggiore: 10 minuti. Antonio Ricci confermò Ezio Greggio, ma al suo fianco vi era Raffaele Pisu. I due ottennero una media di 5.600.000 ascoltatori e il 23,2 % di share.

La coppia formata da Ezio Greggio e Raffaele Pisu viene riconfermata anche per la terza stagione 1990/1991, ma la vera novità è la comparsa del Gabibbo, un pupazzone rosso, animato dal mimo Gero Caldarelli e con la voce di Lorenzo Beccati, che parla genovese e che fa l’inviato della trasmissione.            

Nella stagione 1991/1992 (l’unica stagione di Striscia senza la presenza di Ezio Greggio), si susseguirono più coppie: prima l’attore Lando Buzzanca ed il comico Giorgio Faletti; in dicembre Sergio Vastano e Teo Teocoli; in gennaio Sergio Vastano e il campione Gino Bartali e poi Sergio Vastano ed Emma Coriandoli; infine in giugno Claudio Bisio e Gianni Fantoni. Il programma, dopo alcune pressioni per non fare riferimenti politici prima delle elezioni politiche del 1992, si autosospende dal 30 marzo al 4 aprile.

 Metà anni ’90: l’arrivo di Enzo Iacchetti

Nella stagione 1994/1995 al fianco di Ezio Greggio arriva Enzo Iacchetti (comico reso famoso da alcune partecipazioni al Costanzo Show) e tra i due si forma un complicità unica, tanto da diventare la coppia più longeva di Striscia. Poi Greggio sarà sostituito dal comico napoletano Lello Arena.

Nella stagione 1995/1996 è confermata la coppia Greggio-Iacchetti e nasce il tormentone del fu fu, il gesto di soffiarsi nei pugni di Massimo D’Alema. In primavera arriva Lello Arena al posto di Greggio.

Nel 1996 Antonio Ricci creò un singolare premio, il Tapiro d’Oro, consegnato da Valerio Staffelli a chi si sentiva attapirato, cioè chi aveva compiuto qualche gesto eclatante che si era riversato contro di lui o aveva preso parte a iniziative deludenti.

Nella stagione 1996/1997 è più che confermata la coppia Greggio-Iacchetti. Dopo di loro arrivano Massimo Boldi e Paolo Villaggio, ma la coppia non ottiene i risultati sperati: una media di 6.602.000 ascoltatori ed il 26 % di share, in flessione rispetto alla coppia precedente. Sono sostituiti da Tullio Solenghi e Gene Gnocchi, che risollevano la trasmissione, anche grazie allo sketch di Striscia la Berisha, parodia di una possibile edizione albanese di Striscia, che però attirò anche delle critiche. Sul bancone arrivano a giugno infine Gerry Scotti e Franco Oppini, che ottengono una media di 6.700.000 di ascoltatori ed uno share del 28,6 %.

Per la stagione 1997/1998, dopo il ritorno di Greggio e Iacchetti nel periodo autunnale e della sostituzione di Iacchetti con Claudio Lippi in quello invernale, in primavera tornano Tullio Solenghi e Gene Gnocchi, che animano il programma con Cascina D’Alema, parodia di Cascina Vianello con protagonisti i leaders del PDS Massimo D’Alema e Walter Veltroni.

Il 13 gennaio 1998 vi fu la puntata più breve della storia di Striscia: a causa di quello che Ezio Greggio definì un massacro di pubblicità trasmesso prima del programma, Striscia la Notizia durò circa 30 secondi. Visibilmente tesi, i conduttori chiusero la puntata dando ad intendere che il programma avrebbe potuto non tornare in onda.

Gli anni d’oro: Greggio-Iacchetti e Bonolis-Laurenti

Dal 1999 al 2003 Striscia ha un quadriennio straordinario. Oltre alla coppia Greggio-Iacchetti anche quella formata da Paolo Bonolis e Luca Laurenti ottiene enorme successo. Molto apprezzate anche le nuove veline che dal 1999 fino al 2002 ballarono sul bancone: Elisabetta Canalis e Maddalena Corvaglia. Il successo fu anche causato dalla chiusura de Il Fatto di Enzo Biagi dopo l’Editto Bulgaro e sostituito da programmi non vincenti e da due casi denunciati da Striscia che ebbero molta risonanza nei mass media: il caso di Wanna Marchi e del tubo Tucker.             

La stagione 1999/2000 è presentata da due coppie: la inossidabile Greggio-Iacchetti e la nuova vincente Bonolis-Laurenti. La prima conferma i fasti delle passate stagioni. La seconda, già rodata da anni, conferma il successo della trasmissione; durante proprio la conduzione Bonolis-Laurenti inizia la gag de Il Cavaliere Mascarato, parodia di Silvio Berlusconi.

Nella stagione 2000/2001 Greggio e Iacchetti danno vita alla Grande Suocera, parodia del Grande Fratello e durante la loro conduzione scoppia il caso di Vanna Marchi, della figlia e del mago do Nascimento, che interessò addirittura la Magistratura. Da primavera tornano Bonolis e Laurenti, che iniziano ogni puntata cantando e ballando la Bucatini Disco Dance e finendo con il documentario con Laurenti nei panni della Bavosa.

Alcuni dei Casi celebri sollevati dalla trasmissione

I vincitori di Sanremo

Striscia ha da sempre un rapporto privilegiato con il Festival:

  • il 3 marzo 1990, prima dell’inizio dell’ultima puntata del Festival, Striscia, grazie ad una soffiata, rivelò i nomi dei primi tre classificati: Pooh, Toto Cutugno e Minghi-Mietta.
  • il 23 febbraio 1995, due giorni prima della finale, Greggio annuncia la vittoria di Giorgia al Sanremo 1995.
  • il 24 febbraio 1996, con una sorta di acrostico, Striscia annuncia in anticipo la vittoria di Ron. Iacchetti disse che avrebbe fatto un film con Rosa Fumetto, Lino Banfi e Vince Tempera. Un cast molto strano: in effetti, leggendo di seguito i nomi dei tre, si ricava la frase Rosalino Vince, dove Rosalino sta per il nome di battesimo di Ron, vincitore del Festival.

striscia la notizia

 Lo scandalo della Missione Arcobaleno

Nel settembre del 1999 Striscia manda in onda il filmato inedito di un saccheggio nel campo profughi delle Regioni di Valona in Albania avvenuto nel giugno 1999 e inviato da un volontario della Missione Arcobaleno, l’iniziativa di solidarietà promossa dal Governo Italiano di Massimo D’Alema per aiutare i profughi albanesi del Kosovo che fuggivano dalla guerra. Nelle immagini poliziotti e civili albanesi depredano gli aiuti umanitari che erano destinati ai profughi kosovari davanti all’indifferenza di poliziotti e militari italiani. Il video mandato in onda viene acquisito dalla Procura di Bari, che ha richiesto ventiquattro rinvii a giudizio.

striscia_la_notizia_le_veline

Il caso Vanna Marchi

Striscia la notizia, occupandosi anche di problematiche sociali grazie anche a segnalazioni fatte dal pubblico, ha aperto alcuni casi divenuti di interesse nazionale e finiti delle aule di tribunale. Il caso che ha avuto come protagonisti la tele imbonitrice Vanna Marchi, sua figlia Stefania Nobile e il mago brasiliano Mario Pacheco Do Nascimento ha suscitato notevole scalpore ed ha anche in qualche modo inaugurato un nuovo modo di fare giustizia: il processo che ne seguì, infatti, si avvalse del materiale raccolto dalle troupes di Striscia che seguirono l’intera vicenda, e alcuni componenti della redazione furono anche chiamati a testimoniare.  a1227            

Alcune Foto tratte da http://www.ivid.it/fotogallery/ismod_index.php

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Una risposta a “STRISCIA LA NOTIZIA – (Dal 1989)”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.