Crea sito

SPASSKIJ vs FISCHER … l’incontro del secolo (1972) – Rivissuto nella serie TV “La Regina degli scacchi”

scacchi

In questi giorni imperversa ai primi posti di gradimento delle Serie TV ….La regina degli scacchi (The Queen’s Gambit) è una miniserie televisiva drammatica statunitense creata da Scott Frank e Allan Scott, distribuita in streaming il 23 ottobre 2020 su Netflix. La serie è basata sull’omonimo romanzo del 1983 di Walter Tevis. Il titolo originale della miniserie, come quello del romanzo, si riferisce al gambetto di donna, un’apertura scacchistica. In tanti, rivedendo la serie, sono saltati subito alla mente due nomi Spasskij e Fischer e della loro storica rivalità culminata, nel 1972, con quell’epica finale. Quindi qui voglio riproporvi brevevmente quell’evento mondiale che, per tantissimi all’epoca, fu considerato molto di più che un semplice torneo di scacchi … molto di più !!!!

Anno 1972 ….

scacchi

Il campionato del mondo di scacchi del 1972, passato alla storia con l’appellativo di incontro del secolo, fu disputato tra il detentore del titolo Boris Spasskij e lo sfidante Bobby Fischer, che vinse l’incontro per 12,5 a 8,5. Giocata a Reykjavík, capitale dell’Islanda, tra l’11 luglio e il 3 settembre la sfida è considerata la più famosa della storia delle competizioni ufficiali di scacchi: negli Stati Uniti ebbe vasta risonanza mediatica sia all’interno della comunità scacchistica (si parlò di “Fischer Boom”) che al suo esterno (fu la prima volta che un match di scacchi venne trasmesso in televisione), anche a causa di essere stata giocata in piena guerra fredda e di essere quindi vista come una contrapposizione tra USA e URSS (Fischer stesso la descrisse come «il mondo libero contro i russi bugiardi, bari ed ipocriti»).

La partita finale

scacchi

Nonostante l’inizio disastroso della finale da parte di Fischer (con una brutta sconfitta e un abbandono) e nonostante che,con il punteggio di 2-0, la maggior parte degli osservatori credesse che la partita fosse oramai finita e che Fischer avrebbe lasciato l’Islanda…..sorprendentemente questo non accadde, e alcuni attribuiscono la decisione a un’altra telefonata di Henry Kissinger e al diluvio di telegrammi inviati a suo sostegno. Spasskij, animato dal rispetto per Fischer e volendo sportivamente sfidare sulla scacchiera il campione americano che tanta celebrità stava riscuotendo in tutto il mondo, diede la propria disponibilità a giocare la terza partita non sul palco principale, bensì in una piccola stanza isolata fuori dalla vista degli spettatori. Questo finì per essere un enorme errore psicologico di Spasskij.

scacchi

Dopo lunghe battaglie (soprattutto psicologiche) fra i due contendenti si arrivo alla 13 partita (la finale si disputava al meglio di 24 partite) sul risultato di 6 a 3 per Fischer.

Le sette partite successive furono patte. Fischer, che conduceva di tre punti, era convinto di avvicinarsi alla vittoria, mentre Spasskij sembrava rassegnato al suo destino. Le schermaglie lontano dalla scacchiera continuavano ad essere interessanti come sempre, ed inclusero una causa per danni contro Fischer da parte di Chester Fox, che aveva comprato i diritti per filmare il match (Fischer si era lamentato del rumore a suo dire prodotto dalle telecamere e i padroni di casa islandesi, nonostante dovessero condividere gli incassi del film con i due giocatori, avevano accettato di rimuoverle), la richiesta da parte di Fischer di eliminare le prime sette file di spettatori (vennero tolte le prime tre) e la denuncia dei sovietici di strumenti elettronici e chimici con i quali Fischer avrebbe tenuto sotto controllo Spasskij, che procurò una perquisizione della polizia nella sala di gioco.

scacchi

La ventunesima partita fu l’ultima. Spasskij giocò malamente nel finale e la partita fu sospesa con Fischer in grande vantaggio. La busta contenente l’ultima mossa però non fu mai aperta: Spasskij annunciò il proprio abbandono per telefono all’ arbitro dell’incontro. Fischer non accettò questo metodo e polemizzò con l’avversario, ma fu infine convinto dal fatto che le regole lo permettevano. Il risultato finale fu di 12,5 – 8,5 in favore di Fischer.

scacchi
web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.