Crea sito

CARLETTO IL PRINCIPE DEI MOSTRI – (1983)

Carletto il principe dei mostri carletto

Per sentire la sigla italiana di apertura – Clicca Sopra

VIDEO 2 La sigla italiana di chiusura – Clicca

VIDEO 3 Carletto il Principe dei Mostri un episodio – Clicca

——————————————————————————————————————–

carletto_il_principe_dei_mostri_sigla

Carletto il principe dei mostri  è un anime giapponese tratto dall’omonimo mangadi Fujiko Fujio, autore anche di Doraemon. La prima serie del 1968 è composta da 50 episodi, mentre la seconda, del 1980, da 188 episodi di 10′. In Italia la serie è stata trasmessa per la prima volta da Italia 1 e successivamente da reti regionali a partire dai primi anni ottanta, anche se rimontando quella del 1980 per un totale di 104 episodi.

Esiste inoltre un solo film d’animazione tratto dalla serie, intitolato: La spada del demone, che si incentra rispettivamente anche dopo la serie.

Dal 2009, successivamente, la serie viene spesso trasmessa sui canali digitali e satellitari, con 88 episodi trasmessi (soprattutto alcuni inediti). Nel 2010 infine ne è stato tratto un dorama in 10 puntate conosciuto come Monster (Carletto il principe dei mostri (live drama).

Carletto il Principe dei Mostri – Breve Trama

carletto il principe dei mostri episodi

Il piccolo Carletto, principe del paese abitato dai mostri, decide di venire ad abitare sulla Terra, a Tokyo, insieme ai suoi aiutanti, Conte Dracula, Frank e Uomo Lupo, per poter avere un po’ di tranquillità. Carletto diventa presto amico di Hiroshi, un bambino intraprendente che vive con sua sorella Sis in una villa vicino alla vecchia casa dove vivono i mostri. Nel corso della serie, Carletto non solo incontra dei mostri un po’ buoni o un po’ cattivi, e fa amicizia con gli uomini, ma deve anche aiutare Hiroshi e rendere più felice la sorella del proprio amico.

In tutti i vari episodi, alla presenza di Carletto e il suo trio, soprattutto in compagnia di Hiroshi, vivono un’avventura dopo l’altra in cui mostri e umani si affrontano, si capiscono, si combattono e diventano amici, ma soprattutto mirano alla salvezza del mondo dai pericoli mostruosi e demoniaci, nonostante il mondo non sia più popolato da mostri. Non c’è poi tanta differenza, se uno non si ostina a guardare le apparenze.

Personaggi

Principali

carletto il principe dei mostri

  • Carletto – ha l’aspetto di un bambino, anche se si capisce ben presto che è più grande di quanto sembri. È figlio del re di Mostrilandia, il paese dei mostri, e ha il potere di cambiare forma, volto e di allungare mani e piedi. Si muove spesso su una scopa volante, e abita in una vecchia casa insieme a Lupo, Frank e Dracula. Utilizza un passaggio segreto che parte dal suo frigorifero e che lo porta nella camera da letto del suo piccolo vicino di casa Hiroshi. La sua unica debolezza sono i temporali, di cui ha paura. È simpatico, coraggioso e buffo, ma anche severo e aggressivo contro i mostri, sia buoni che cattivi. Inoltre, tenta sempre di non contrariare Kaiko, la sua ragazza.
  • Hiroshi – è un bambino delle elementari sfortunato ma tanto fortunato in realtà, e un po’ scontroso, cocciuto, inventore di rovine ma leale con tutti ed è il migliore amico di Carletto anche se è un essere umano a tutti gli effetti. Orfano di entrambi i genitori, vive con la sorella Sis, che è sempre particolarmente premurosa con lui, ed è lui stesso a renderla più orgogliosa, contenta e d’accordo. Alcune volte, spesso, litiga con Carletto, ma poi fanno sempre pace.

Carletto il principe dei mostri screenshot

  • Lupo (detto anche Wolf o Uomo lupo) – è il cuoco della casa in cui abitano i mostri. Parla con uno spiccato accento tedesco e di giorno è umano, mentre di notte, se c’è la luna piena, è un lupo mannaro. Dei tre mostri è quello che esce più spesso di casa, soprattutto per fare la spesa, e in quelle occasioni a volte indossa una camicia con lettere che formano la parola Wolf.
  • Frank – è la parodia del mostro di Frankenstein. È il maggiordomo della casa, alto, grosso e dotato di una forza enorme. È il più innocente del gruppo e si esprime solamente con il suo tipico verso “Me-he-he”.
  • Dracula (detto spesso il Conte) – passa il giorno a dormire ed esce soltanto di notte. Ha un mantello che gli permette di volare, parla con accento francese, comunica con i pipistrelli e odia il sole; desidera essere ricco e in alcune storie litiga un po’ con Wolf. Invece del sangue beve succo di pomodoro, anche se spesso dimostra di non aver perso del tutto la brama per il fluido vitale. È il più colto del gruppo ed è spesso lui a svelare l’identità dei mostri incontrati nelle varie puntate della serie.

Carletto il princi pe dei mostri 1

Secondari  

  • Sis, la sorella di Hiroshi (il cui vero nome è Utako). Anche se a volte è un po’ severa col fratello, in realtà vuole molto bene sia a lui che a Carletto. Premurosa e simpatica, è considerata dal fratello Hiroshi una ragazza bella e onesta, ed è lei ad occuparsi del fratello come una madre. E’ la più importante degli altri. Alla fine della storia, finalmente, diventa felice.
  • Il dottor No, il medico dei mostri, lavora in uno studio sulla Terra.
  • Kaiko, fidanzata di Carletto e figlia del duca di Mostrilandia. Entrerà a far parte della squadra. È particolarmente carina e si dimostra sempre buona e orgogliosa, anche se quando si arrabbia i suoi capelli si allungano come se fossero dei tentacoli.

Carletto il prinicipe dei mostri Screenshot1

Ricorrenti  

  • L’uomo pesce dell’Amazzonia.
  • Nobilas, un mostro tipo dinosauro verde.
  • Kong, la parodia di King Kong.
  • Bem, alieno nemico di Carletto.
  • Nonna Grimm, nonna di Carletto.
  • L’uomo invisibile.
  • Granny Cornacchia, nonna di Kaiko.
  • Agente di polizia, poliziotto di Tokyo.

Sigle

carletto il principe dei mostri sigla

  • Italiane
    • “Carletto e i mostri”, di apertura, cantata da I Mostriciattoli
    • “Che paura mi fa”, di chiusura, cantata da I Mostriciattoli
  • Giapponesi
  • Tre sigle con i testi di: Tōko Fujio / Compositore: Kobayashi A-boshi/ Arrangiamento: Tsutsui Hiroshi.
    • “yukaitsūkai kaibutsu-kun”,di apertura, cantata da: Nozawa Masako, Kimotsuki Kaneta, Kamiyama Taku san e Sagami Tarō
    • “Ore tacha kaibutsu san-ningumi yo”, prima sigla di chiusura, cantata da: Kimotsuki Kaneta, Kamiyama Taku san e Sagami Tarō
    • “Shin kaibutsu-kun ondo”, seconda sigla di chiusura, cantata da: Nozawa Masako, koorogi’ 73, Kimotsuki Kaneta, Kamiyama Taku san, Sagami Tarō
    • “Monster”, di apertura, cantata dagli Arashi. ( 1feb18 )

Tre sigle con i testi di: Tōko Fujio / Compositore: Kobayashi A-boshi/ Arrangiamento: Tsutsui Hiroshi. “yukaitsūkai kaibutsu-kun”,di apertura, cantata da: Nozawa Masako, Kimotsuki Kaneta, Kamiyama Taku san e Sagami Tarō “Ore tacha kaibutsu san-ningumi yo”, prima sigla di chiusura, cantata da: Kimotsuki Kaneta, Kamiyama Taku san e Sagami Tarō “Shin kaibutsu-kun ondo”, seconda sigla di chiusura, cantata da: Nozawa Masako, koorogi’ 73, Kimotsuki Kaneta, Kamiyama Taku san, Sagami Tarō “Monster”, di apertura, cantata dagli Arashi. ( 1feb18 ) Testo tratto e modificato:  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.