Crea sito

CAMPIONATO ITALIANO 90/91 – (Scudetto Sampdoria) –

SCUDETTO SAMPDORIA

SCUDETTO SAMPDORIA

Carrellata dei goal più belli della Samp dello scudetto – Clicca Sopra

VIDEO 2 – VIDEO 3 – La Sampdoria espugna 2 volte San Siro – Clicca  

VIDEO 4 – Festeggiamenti per lo scudetto – Clicca 

———————————————————————————————————————————-

Scudetto Sampdoria – Campionato Calcio 1990/1991

Il Campionato di Serie A 1990-91 fu l’ottantanovesimo campionato di calcio italiano, il cinquantanovesimo giocato a girone unico.

Mercato estivo e novità

Venne introdotta una novità regolamentare di grande impatto: il fallo da ultimo uomo sarà punito col rosso diretto. La Sampdoria acquistò  Marco Branca e il russo Mychajlyčenko    uniti ad un organico ormai collaudato. La Juventus prese Luigi Maifredi come allenatore affidandosi al tridente d’attacco della nazionale: Casiraghi, Baggio, preso dalla Fiorentina e, l’eroe di Italia ’90, Totò Schillaci ma l’operazione non darà i frutti sperati.

La Roma con Ottavio Bianchi in panchina poté contare sull’asse Aldair-Giannini-Völler ma molto presto verrà fermata dal caso Lipopil e dalle squalifiche per un anno di Angelo Peruzzi e Andrea Carnevale. Nel Napoli di un Maradona sempre più ingovernabile si mise in mostra Gianfranco Zola, l’unica nota positiva di una stagione segnata dalla fuga dell’asso argentino. Tra le neo-promosse spiccò il Parma che Nevio Scala fece giocare con una zona spettacolare ed efficace.

Avvenimenti

Il 1991 fu l’anno della Sampdoria di Vujadin Boškov: la squadra blucerchiata, da anni ai vertici del calcio italiano, ma che mai era giunta sul podio del campionato – e per trovare un risultato di rilievo delle sue progenitrici bisognava risalire al terzo posto dell’Andrea Doria nel 1908 -, raggiunse un traguardo storico grazie ad un gruppo di giocatori affiatatissimo sia dentro che fuori dal campo, con personalità di spicco nello spogliatoio quali Roberto Mancini e il bomber Gianluca Vialli.

Lo scudetto fu il giusto e meritato premio per il paziente lavoro di costruzione di una grande squadra svolto negli anni dal presidente Paolo Mantovani. Il campionato successivo alla delusione di Italia ’90 prese avvio il 9 settembre, con al via l’ambiziosa matricola Parma, prima delle tante squadre provenienti dalla Via Emilia che affollarono la Serie A nel decennio venturo ad approdare nella massima divisione, e diverse contendenti al titolo: il Napoli, campione uscente, subito estromesso dalla lotta dopo un inizio decisamente sottotono, le milanesi, una rinnovata Juventus e l’outsider Sampdoria.

scudetto sampdoria vialli mancini

I rossoneri di Arrigo Sacchi, ancora scottati dalla delusione dell’anno precedente, balzarono subito in testa a punteggio pieno alla terza giornata per rimanervi fino al 28 ottobre, quando una coriacea Sampdoria violò San Siro e andò in testa, tallonata anche da Inter e Juventus. Alla decima igenovesi persero il derby e vennero affiancati in vetta dall’Inter di Trapattoni; i nerazzurri volarono poi in testa solitari due giornate dopo, approfittando del rinvio delle gare di Samp e Milan, impegnate a fronteggiarsi nella Supercoppa europea.

L’Inter rimase così in testa per diverse domeniche, talvolta anche in compagnia di Sampdoria e Juventus, e andò a vincere il titolo d’inverno il 20 gennaio, con un punto di vantaggio sul Milan e due sull’inedito terzetto formato dalla Sampdoria, dalla Juventus e dal sorprendente Parma di Nevio Scala.

Nel girone di ritorno, complici l’inesperienza degli emiliani e il crollo dei bianconeri, rimasero presto in lotta le sole Sampdoria, Inter e Milan. Furono gli scontri diretti a sancire il dominio blucerchiato; il 17 febbraio, il futuro capocannoniere Gianluca Vialli (19 gol al termine del campionato) decise Sampdoria-Juventus, lanciando i doriani in vetta.

Il 10 marzo furono i rossoneri a cadere a Marassi; infine, il 5 maggio, le reti di Dossena e Viallipermisero alla Samp di espugnare il Meazza e di ipotecare uno storico scudetto, che arrivò matematicamente il 19 maggio dopo la vittoria per 3-0 sulLecce, condannato alla retrocessione. Per la Samp fu il primo scudetto della storia, per la città di Genova il primo titolo dal lontano 1924.

L’ottimo campionato del Genoa completò un’annata storica per la Liguria: allenato da Osvaldo Bagnoli, il Grifone arrivò quarto al termine del torneo e fu capace di procurare ai cugini doriani l’unica delusione della stagione vincendo il derby di andata il 25 novembre. Non andarono oltre un settimo posto la Juventus, in piena crisi di risultati e fuori dalle coppe europee per la prima volta dopo 28 anni, e il Napoli, scosso in aprile dalla positività di Diego Armando Maradona ai test antidoping;

la fuga del campione in Argentina segnò il definitivo tramonto della sua carriera e dei sogni di gloria della squadra partenopea dopo anni di successi, anche se paradossalmente, a partire da quel momento, il Napoli non perse più una partita sino al termine del campionato, tirandosi fuori da situazioni di classifica pericolose e arrivando a sfiorare la Coppa Uefa, perduta solo all’ultima giornata. Convincenti prestazioni arrivarono da Torino e Parma, entrambe – grazie alla squalifica internazionale in cui era incappato il Milan – neopromosse da Coppa UEFA, mentre il Cagliari agganciò la salvezza con un turno d’anticipo a spese del Lecce e del Pisa, che fece ritorno tra i cadetti dopo appena un anno, nonostante un ottimo scatto iniziale comprensivo di due vittorie (prima e unica squadra a retrocedere dopo aver vinto le prime due gare di campionato). Caddero in Serie B anche Cesena e Bologna, inchiodate sul fondo per gran parte del campionato.

Classifica finale

Classifica finale 1990-1991 Pt G V N P GF GS
Scudetto.svg 1. 600px Blu Bianco Rosso e Nero (Strisce Orizzontali) con croce di San Giorgio Bianca e Rossa.png Sampdoria 51 34 20 11 3 57 24
2. 600px Bianco e Rosso (Croce) e Rosso e Nero (Strisce).png Milan[1] 46 34 18 10 6 46 19
UEFA - UEFA Cup.svg 3. 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter 46 34 18 10 6 56 31
UEFA - UEFA Cup.svg 4. 600px Rosso e Blu con striscia Bianco e croce Rossa su sfondo Bianco.png Genoa 40 34 14 12 8 51 36
UEFA - UEFA Cup.svg 5. 600px Granata con toro Bianco.png Torino 38 34 12 14 8 40 29
UEFA - UEFA Cup.svg 6. 600px Bianco e Nero (Croce) e Blu e Giallo (Strisce).png Parma 38 34 13 12 9 35 31
7. 600px Nero e Bianco (Strisce).png Juventus 37 34 13 11 10 45 32
8. 600px Azzurro con N cerchiata.png Napoli 37 34 11 15 8 37 37
Coccarda Coppa Italia.svg 9. 600px Giallo e Rosso2.png Roma 36 34 11 14 9 43 37
10. 600px Azzurro e Nero (Strisce).png Atalanta 35 34 11 13 10 38 37
11. 600px Bianco e Celeste con aquila.svg Lazio 35 34 8 19 7 33 36
12. 600px Viola con giglio Rosso su sfondo Bianco.png Fiorentina 31 34 8 15 11 40 34
13. 600px Bianco e Rosso (Bordato) con gallo.png Bari 29 34 9 11 14 41 47
14. 600px Rosso Blu coi 4 mori.png Cagliari 29 34 6 17 11 29 44
1downarrow red.png 15. 600px Giallo e Rosso (Strisce) con Bordo Blu Scuro.png Lecce 25 34 6 13 15 20 47
1downarrow red.png 16. 600px Nero e Azzurro (Strisce)3.png Pisa 22 34 8 6 20 34 60
1downarrow red.png 17. 600px Bianco e Nero.svg Cesena 19 34 5 9 20 28 58
1downarrow red.png 18. 600px Rosso e Blu (Strisce) con croce Rosso e Giallo.png Bologna 18 34 4 10 20 29 63

Verdetti

  • Scudetto.svgSampdoria Campione d’Italia 1990-1991 e qualificata in Coppa dei Campioni 1991-1992.
  • Coccarda Coppa Italia.svgRoma vincente della Coppa Italia 1990-1991 e qualificata in Coppa delle Coppe 1991-1992.
  • UEFA - UEFA Cup.svgInter (vincente Coppa UEFA 1990-1991)GenoaTorino e Parma qualificate in Coppa UEFA 1991-1992.
  • LeccePisaCesena e Bologna retrocesse in Serie B 1991-1992
  • Classifica dei marcatori

  • Giocatore Squadra Nazionalità Reti Rigori
    Gianluca Vialli 600px Blu Bianco Rosso e Nero (Strisce Orizzontali) con croce di San Giorgio Bianca e Rossa.png Sampdoria Bandiera dell'Italia 19 6
    Lothar Matthäus 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Bandiera della Germania 16 7
    Carlos Aguilera 600px Rosso e Blu con striscia Bianco e croce Rossa su sfondo Bianco.png Genoa Bandiera dell'Uruguay 15 7
    Tomáš Skuhravý 600px Rosso e Blu con striscia Bianco e croce Rossa su sfondo Bianco.png Genoa Bandiera della Cecoslovacchia 15
    Roberto Baggio 600px Nero e Bianco (Strisce).png Juventus Bandiera dell'Italia 14 6
    Jürgen Klinsmann 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Bandiera della Germania 14
    Giorgio Bresciani 600px Granata con toro Bianco.png Torino Bandiera dell'Italia 13 2
    Massimo Ciocci 600px Bianco e Nero.svg Cesena Bandiera dell'Italia 13 4
    Alessandro Melli 600px Bianco e Nero (Croce) e Blu e Giallo (Strisce).png Parma Bandiera dell'Italia 13 2
    10° João Paulo 600px Bianco e Rosso (Bordato) con gallo.png Bari Bandiera del Brasile 12 4
    Roberto Mancini 600px Blu Bianco Rosso e Nero (Strisce Orizzontali) con croce di San Giorgio Bianca e Rossa.png Sampdoria Bandiera dell'Italia 12 – 02gen18
  • La serie B è vinta dal Foggia seguito in A dal Verona, Cremonese ed Ascoli.
In serie C vincono i rispettivi gironi Piacenza/Venezia e Casertana/Palermo.
 
web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.