Crea sito

PLAY-DOH – Giocattoli intelligenti – (Dal 1956)

 

Play-Doh

Play Doh logo with legal line

Play-Doh – Storia

Nel 1956 fu inventato un nuovo tipo di “plastilina” per bambini che iniziò a farsi vedere nelle scuole e nei negozi di tutto il mondo.  Nel 1965 fu accolto il brevetto US Patent N. 3.167.440 a Noè McVicker e Giuseppe McVicker per una “composizione plastica di modellazione”, (originariamente destinata a pulitore di carta da parati) e che adesso è chiamata Play- Doh .

All’epoca non sapevano di aver creato una delle composizioni che più ricorda gli anni della nostra infanzia e che per tanti anni ci ha fatto divertire un mondo. Play- Doh ancora oggi persiste come uno dei ben noti e popolari “giocattoli” per bambini con oltre 2 miliardi di lattine vendute da quando fu inventata. Mentre tentate di pulire i vostri bambini dal Play- Doh, il tappeto di casa, i sedili della vostra macchina o piuttosto la bianca ceramica della vostra vasca da bagno, diamo uno sguardo indietro fin dalle sue origini.

 Originariamente, Play- Doh era di un solo colore, ovvero bianco sporco e commercializzato in cartoni da 1.5.lb.  Joe McVicker di Kutol Chemicals venne a conoscenza, da un insegnante,  che la modellazione della creta usata nelle scuole era spesso troppo difficile da manipolare per molti bambini piccoli. Fu allora che si ricordò della sua composizione non tossica, creata come pulitore carta da parati, molto facile da manipolare e che poteva funzionare come un sostituto per la tipica pasta modellabile utilizzata dalle scuole.

Spedì quindi una scatola della sua composizione alla scuola e il successo fu enorme, sia con gli insegnanti sia coi bambini . Si offrì di rifornire tutte le scuole della zona di Cincinnati di questo nuovo materiale, e dopo le positivissime reazioni da parte delle scuole, il suo prodotto fu presentato in un convegno nazionale d’istruzione. 

storia play doh pongo

La voce si sparse a macchia d’olio e i grandi magazzini cominciarono seriamente a interessarsene. Sotto la bandiera della nuova società “Rainbow Crafts”, fu venduta nel reparto giocattoli di Woodward & Lothrop Department Store a Washington, DC. Fu il primo di oltre 900 milioni di chili di morbido impasto, ribattezzato recentemente “Play- Doh” e venduto per i successivi 50 anni.  Le prime lattine erano caratterizzate da un’etichetta con un piccolo elfo felice che presentava i suoi lavori e le virtù di divertimento con il Play- Doh.

play-doh prima lattina originale

Nel corso degli anni vennero apportate modifiche alla formula per migliorarne le caratteristiche. Fu prodotta la versione più morbida e flessibile di Play- Doh, e in una gran varietà di colori primari per promuovere il suo fascino verso i bambini in tutto il mondo.  I colori realizzati di Play- Doh ebbero un successo ancora più grande e tutti i bambini poterono diventare dei piccoli Picasso combinando i propri capolavori  con deliziose sfumature di vari colori.

Nel 1986 ci fu un altro cambiamento: il cartone fu sostituito da un contenitore di plastica più efficace ed efficiente, viste la fragilità delle lattine di cartone e la vulnerabilità alla ruggine dei fondi di metallo.  La plastica sembrava perfetta per tenere Play- Doh fresco e pronto per il divertimento. Il marchio Play- Doh ha più volte cambiato proprietario e, da ultimo nel 1991, fu venduto alla Hasbro e aggiunto alla divisione Playskool. 2feb17 

Di seguito alcune delle confezioni storiche vintage della Play-Doh

playdoj kenner 1977 confezione vintage

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.