PASTELLI A CERA … storia, curiosità e tante FOTO – (dal 1903)

pastelli a cera

i pastelli a cera hanno portato il colore e la creatività nelle mani di milioni di bambini, ma tutto inizia con un solo colore; il nero. In origine si trattava di una miscela di carboncino e olio, poi sostituito dalla cera per ottenere un pastello più resistente a pratico.

pastelli a cera
Confezione originale Crayola

Gli statunitensi Edwin Binney e Harold Smith possedevano un’azienda di vernici. Nel 1900 iniziarono a produrre matite (creando tra l’altro un oggetto assai utile per gli insegnanti .. il gesso antipolvere).

pastelli a cera

Pubblicizzando il loro prodotto nelle scuole, individuarono una nicchia di mercato per un nuovo strumento da disegno. Dall’idea di un oggetto sicuro e non tossico per i bambini, nel 1903 nacque la prima scatola di moderni pastelli, otto colori venduta a prezzo di un nichelino: nero, marrone, blu, rosso, verde, arancio, giallo e viola.

pastelli a cera

Fu l’inizio dei pastelli a Crayola un marchio creato dalla moglie di Binney unendo il francese craie (gesso) e ola (da oleaginous, oleosa). In seguito apparvero nuovi colori dai nome esotici: cardo melone e terra bruciata; negli anni Settanta si aggiunsero i colori fluorescenti. Oggi i pastelli brillano nel buio o profumano come fiori, ma si possono anche usare semplicemente per disegnare.

pastelli a cera
pastelli a cera
Confezione anni 80 Fila Giotto
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione- Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.