Crea sito

Curiosità dal mondo: PAESAGGI DA PAURA IN NORVEGIA (Preikestolen – Kjeragbolten – Trolltunga)

Norvegia Paesaggi da paura

norvegia


Norvegia e i suo paesaggi da paura

Facciamo un gioco: chi realizza la foto più rischiosa vince. D’altronde che senso ha immortalare paesaggi e panorami se non ci si lascia andare a qualche pazzia? Eppure i luoghi che stiamo per mostrarvi sono estremamente popolari tra i turisti. Che mettono a repentaglio la propria incolumità per ottenere uno scatto audace. A volte in condizioni di relativa sicurezza, altre a totale rischio della vita. Ma, come abbiamo detto, parliamo di turisti. Non sportivi avventurosi, non acrobati spericolati. Non ci sono montagne da scalare o scogliere da cui lanciarsi. Questi luoghi sono accessibili a tutti, e anche voi potreste recarvici per portare a casa la foto della vostra vita. Se avete il fegato.

Preikestolen

norvegia

Senza dubbio uno dei motivi principali per cui ci si reca nel paese scandinavo è per ammirarne gli incredibili paesaggi naturalistici. E le postazioni migliori sono le montagne che affacciano sui fiordi. Tra le scogliere più famose c’è il Preikestolen, la cosiddetta roccia del pulpito.  l Preikestolen  è una falesia di granito alta 604 metri e che termina a strapiombo sul Lysefjord, di fronte al Kjeragbolten, nei pressi del villaggio di Forsand (Norvegia). Il numero di turisti nel 2012 è stato in crescita rispetto agli anni precedenti: visitato da circa 200.000 persone, il Preikestolen è ad oggi uno dei siti più gettonati del paese scandinavo.

norvegia

norvegia

Il “Pulpito di Roccia” è situato nei pressi del villaggio di Forsand, nella contea norvegese di Rogaland. La città di Stavanger, capoluogo della regione, dista dal sito solo 25 km. Il parcheggio per le auto è raggiungibile in circa un’ora da Stavanger con il traghetto o l’auto.

La strada per raggiungere il sito termina nel parcheggio al “Preikestolen fjellstue”. Un sentiero si estende dal parcheggio alla roccia, passando attraverso una serie di paesaggi montani. Un’escursione sul Preikestolen partendo dal parcheggio più vicino richiede 3-4 ore tra andata e ritorno.

norvegia

In alcuni punti la salita può essere molto ripida. Il sentiero inizia al “Preikestolen fjellstue” ad un’altezza di circa 270 m s.l.m., per arrivare fino ai 604 m della cima. L’escursione può durare da 1 a 3 ore a seconda dell’esperienza e della forma fisica. Il differenziale di altezza non è elevato – solo 334 metri – e il percorso non lunghissimo (3,8 km).

L’escursione è sconsigliata in inverno e nei primi mesi primaverili quando sul suolo ci sono ancora neve e ghiaccio, ed il percorso potrebbe essere scivoloso. Il periodo migliore per visitare il “Preikestolen” va da aprile a ottobre.

Inoltre, se non si vuole salire sulla falesia è possibile per tutto l’anno compiere un’escursione in traghetto attraverso l’intero Lysefjord, fermandosi sotto il Preikestolen. Tuttavia, il tempo in estate può essere anche umido e freddo, e le nuvole possono coprire il Preikestolen. Il traghetto porta fino in fondo al fiordo

Kjeragbolten

norvegia

Chi cerca un po’ di tranquillità si sposta quindi sul versante opposto, la montagna Kjerag. Dove troviamo la nostra prima location per una foto da brivido.

Il Kjeragbolten è un masso millenario incastonato tra due falesie e sospeso a quasi mille metri d’altezza sul fiordo. Il salto fatale non spaventa i numerosi intrepidi che salgono su di esso per essere immortalati in una foto decisamente rischiosa. Inutile sottolineare che il masso non crollerà mai.

norvegia

Il rischio è dato più che altro da una folata di vento o un piede fuori posto che possono segnare la fine dell’incauto che si azzarda a salirvi. Già in passato il luogo è stato scenario di morti accidentali.

Trolltunga

norvegia

Se cercate una foto altrettanto scenica ma meno rischiosa potete dirigervi verso il Trolltunga: lo spuntone roccioso si erge dalla montagna che dà sul lago Ringedalsvatnet. Lì l’abitudine comune è quella di farsi fotografare, spesso in gruppo, mentre si salta vicino al bordo. Più sicuro e altrettanto drammatico.

Si tratta di uno dei luoghi più panoramici della Norvegia … una stretta scogliera in bilico a 700 metri sopra il lago Ringedalsvatnet a mille e 100 metri sul livello del mare, a circa 10 chilometri a est del Sørfjorden, un ramo dell’Hardangerfjord.

norvegia

Per raggiungere questo piccolo belvedere dovrete salire circa 900 metri e attraversare alte montagne. L’escursione prende il via a Skjeggedal a destra di una funicolare ormai in disuso e richiede circa 5 ore all’andata e altrettante al ritorno. Questo percorso si snoda lungo una lussureggiante vegetazione ricca di cascate e cime ripide ed è consigliato nei mesi da giugno a settembre.

norvegia

Partite equipaggiati di robuste scarpe da trekking, indumenti adeguati, cibo e bevande. Lungo il percorso, inoltre, non vi è alcuna copertura telefonica.

E … tutti questi meravigliosi scenari  entro circa un’ora l’uno dall’altro … quindi se volete farvi una vacanza dedicata al rischio e all’avventura … prenotate un viaggio in questa parte della Norvegia. ( 4lug16 )

norvegia

Testo tratto e modificato: https://it.wikipedia.org/wiki/Preikestolen

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

3 Risposte a “Curiosità dal mondo: PAESAGGI DA PAURA IN NORVEGIA (Preikestolen – Kjeragbolten – Trolltunga)”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.