Crea sito

NICK CARTER – (1969 con prima apparizione TV 1972)

NICK CARTER

nick carter

Nick Carter è un detective a fumetti creato da Bonvi e Guido De Maria appositamente per la trasmissione Gulp! I fumetti in TV, nel 1972. Molti ragazzi delle nuove generazioni, probabilmente non conoscono questo personaggio, eppure Nick Carter ha avuto un ruolo importantissimo, nella diffusione del fumetto in Italia negli anni ’70. 

Episodio tratto da Supergulp – Clicca Sopra

VIDEO 2 – Altro episodio tratto da Supergulp – Clicca

VIDEO 3 – E….l’ultimo chiuda la porta!!!! – Clicca


Nick Carter

Sembra un paradosso, in quanto oggi con questo personaggio, sarebbe più logico realizzare direttamente un cartone animato, eppure allora si decise di sperimentare questa tecnica al fine di divulgare gli eroi della carta stampata, direttamente sul grande schermo. Fu grazie al responsabile dei “programmi speciali” della RAI Giancarlo Governi, che si pensò di realizzare una trasmissione sui fumetti con personaggi “a fumetti”, che cioè parlavano sia con l’audio, sia con la scritta sui baloon.

nick carter vignetta

Governi incaricò Guido De Maria di progettare il personaggio che doveva presentare la trasmissione, così dopo un accurato studio con Bonvi, nacque il poliziotto Nick Carter, che insieme ai suoi inseparabili e divertentissimi colleghi Patsy e Ten, nel 1972 diedero il successo alla mitica trasmissione “GULP! I Fumetti in TV“, all’interno della quale venivano trasmessi anche altri cartoni animati a fumetti.

Il successo fu tale che nel 1978 nientemeno che in prima serata alle 21,00 su RAIDUE, Nick Carter e i suoi amici, compreso lo scocciatore Giumbolo, presentarono la trasmissione “SUPERGULP! Fumetti in TV“, ormai diventato un cult degli anni ’70.

Storia

nick carter corriere dei ragazzi

Con lui, e con gli assistenti Patsy e Ten, nasce il linguaggio dei “Fumetti in TV”. L’episodio pilota che darà vita alla serie televisiva, Il mistero dei dieci dollari, serve infatti come provino per la Rai e viene realizzato nell’inverno tra il 1969 e il 1970 su richiesta di Giancarlo Governi, responsabile dei “Programmi Speciali”.

Il personaggio di Nick Carter deriva dal popolare detective delle “dime novel” creato nel 1886 dall’americano John Russell Coryell, pubblicato in Italia dall’Editrice Nerbini; oltre al nome, le analogie con il predecessore sono solo nell’ambientazione newyorkese delle sue avventure.

Quando il “maledetto Carter” smaschera il colpevole di turno, scopre che il più delle volte si tratta dell’acerrimo nemico Stanislao Moulinsky o, più raramente, negli episodi di Supergulp!, di Bartolomeo Pestalozzi da Pinerolo. Come sempre, “tutto è bene ciò che finisce bene” e, in attesa di un nuovo episodio, “l’ultimo chiuda la porta”.

A seguito del successo della trasmissione televisiva Gulp!, Bonvi realizza oltre ottanta storie a fumetti (Nick Carter Story), pubblicate dal “Corriere dei Ragazzi” tra il 1972 e il 1975.

I disegni di alcune storie sono affidati da Bonvi a due suoi allievi, Clod (Claudio Onesti) e Silver (Guido Silvestri), che disegneranno anche alcuni episodi TV per Supergulp!con i testi di De Maria.  Ancora importanti pubblicazioni vennero all’interno della rivista Eureka” e in albi speciali dell’Editoriale Corno. Fra le varie avventure ricordiamo: “Dramma al circo“, “L’impiccato scomparso“, “La perla nera“, “Il fantasma falsario“, “Furto al grano“, “Il Mistero dell’ Orient Express“, “Alla ricerca di Divingstone“, “La miniera scomparsa” ecc…

Il successo di Nick Carter è tale che, in Supergulp! (1977-1981), il detective e i suoi aiutanti divengono i presentatori di tutta la trasmissione, realizzati non più a fumetti, bensì a disegni animati veri e propri da Renato Berselli.

Contenuti 

Bartolomeo Pestalozzi
Bartolomeo Pestalozzi

Le avventure di Nick Carter si caratterizzano per una doppia lettura che le fanno apprezzare sia dai piccoli che dai grandi: sempre divertenti e carichi di ironia, contengono citazioni sulla storia, il costume e il cinema. I bambini difficilmente possono capire che “La mela idraulica” sia una garbata parodia di Arancia meccanica di Stanley Kubrick, ma si divertono molto per le situazioni buffe contenute nell’episodio.

Stanislao Moulinsky

Le frasi che caratterizzano le avventure di Nick Carter diventarono dei tormentoni veri e propri: “Ebbene sì, maledetto Carter!”, “Dice il saggio”, “E l’ultimo chiuda la porta!” entrarono nel gergo di una intera generazione, utilizzate ancora oggi. A0951

ultimo chiuda la porta nick carter

Il personaggio di Nick Carter i nomi, le immagini e i marchi registrati sono di copyright © Bonvi e degli aventi diritto. Vengono qui utilizzati esclusivamente a scopi conoscitivi e divulgativi.

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.