Crea sito

Muore “The Voice” WHITNEY HOUSTON – (11/02/2012)

Whitney Houston

morta whitney houston

La tua voce ci mancherà – Clicca Sopra

 VIDEO 2 – VIDEO 3 – VIDEO 4 – VIDEO 5  Alcuni dei sui più grandi successi – Clicca

——————————————————————————————————————————-

Whitney Houston

Whitney Elizabeth Houston, nota come Whitney Houston (Newark, 9 agosto 1963 – Beverly Hills, 11 febbraio2012), è stata una cantante e attrice statunitense.

Viene universalmente riconosciuta come una delle più iconiche e popolari cantanti di tutti i tempi, spesso chiamata semplicemente “The Voice” per le caratteristiche uniche della sua voce, soprannome datole da Oprah Winfrey.

Whitney Houston concerto Getty images
Whitney Houston in concerto (Getty images)

Il suo grandissimo successo negli anni ottanta ha permesso l’apertura di mercati fino ad allora preclusi alle cantanti di colore. Con essi la cantante ha dominato le classifiche mondiali, in particolar modo la Billboard Hot 100, nella quale ha piazzato sette singoli consecutivi alla numero uno, battendo il record di cinque appartenente a Diana Ross & The Supremes ed ai Beatles. Le sue vendite complessive di album, singoli e video è di 170 milioni di copie.

È una delle donne di maggior successo discografico: è la quarta donna per numero di vendite negli Stati Uniti, con circa 55 milioni di dischi certificati dalla RIAA Detiene anche il primo posto nella classifica degli artisti di colore di maggior successo, insieme a Michael Jackson.

Nel 2008 il Guinness dei Primati ha dichiarato Whitney l’artista più premiata e popolare al mondo. L’artista ha guadagnato 6 Grammy Awards e detiene il record per numero di American Music Awards, avendone ricevuti 22 in tutto.

Whitney Houston è stata inserita alla 34a posizione nella lista dei 100 cantanti più grandi di tutti i tempi della rivistaRolling Stone.

Dopo un periodo di declino negli anni 2000 dovuto a durissime vicende personali e cause legali contro l’ex marito, nel giugno 2009 la casa discografica Arista Records ha annunciato il nuovo album di Whitney dal titolo I Look To You, pubblicato il 28 agosto 2009 in Italia e in Germania e negli Stati Uniti il 31 agosto.

Si converte all’Islam nel febbraio del 2012, pochi giorni prima di morire.

I Problemi avuti con la dorga (2000-2005)

Whitney Houston morta droga

Mentre negli anni ottanta e nei primi novanta Houston rivendicava l’immagine della brava ragazza di chiesa, a fine anni novanta ci fu un cambiamento nel suo modo di comportarsi: arrivava con ore di ritardo alle interviste e cancellava all’ultimo momento concerti e apparizioni TV. Come conseguenza del fatto che molti suoi concerti vennero cancellati e che la cantante aveva perso molti chili, si iniziò a parlare di un uso di droghe che Whitney avrebbe fatto assieme al marito.

whitney houston droga

Nel 2002, in un’intervista, Diane Sawyer chiede a Houston di commentare la foto della sua esibizione per Michael Jackson: “È una foto venuta male”, disse lei. Quanto ai pettegolezzi sul suo uso di droga rispose: “Chiariamo una cosa: il crack è economico e io ho guadagnato troppo per fumare crack. Chiariamolo, ok? Non usiamo il crack, non lo facciamo”. Houston ammise invece di fare uso di varie sostanze e di partecipare a festini; quando le venne chiesto, con Brown al suo fianco, se Brown l’aveva mai picchiata, rispose arrabbiata: “No, non mi ha mai picchiata. Io l’ho picchiato in un momento di rabbia”.

Nel 2004, Whitney entrò in un programma di riabilitazione dalla droga, ma l’anno dopo apparve nel reality televisivo di Brown, mostrando ancora un comportamento inaffidabile; nel 2005 rientrò nella stessa clinica di riabilitazione e completò con successo il programma. Sebbene taluni commentatori continuassero a sostenere che la cantante facesse uso di droghe, la casa discografica e lei stessa negarono duramente. Ciò nonostante, nel maggio 2011, la sua agente Kristen Foster dichiarò che la cantante era di nuovo in cura riabilitativa presso una non specificata clinica, per completare il programma che aveva abbandonato nel 2007 a causa dei suoi impegni lavorativi. Questo programma riabilitativo non costrinse Whitney a stare in una clinica e alcune voci sostennero che questo programma servisse a Whitney per ritornare sulle scene con il sequel di Waiting to Exhale.

whitney-houston-musica-morte-died

Morte

La cantante americana muore l’11 febbraio 2012 all’età di 48 anni mentre si trovava, insieme a parenti e amici, nell’hotel Beverly Hilton di Beverly Hills per prendere parte quella stessa sera ad una serata organizzata a margine dei Grammy Awards. La causa del decesso è stata identificatanell’annegamento accidentale nella vasca da bagno, in seguito a un’eccessiva assunzione di droghe e a una malattia vascolare (l’aterosclerosi).

Una persona del suo entourage ha chiamato i soccorsi alle 15:43 e il personale di sicurezza ha subito tentato di rianimarla, ma inutilmente. Secondo la CNN a dare per primo l’allarme sarebbe stato il suo compagno, il cantante Ray-J.

I Suoi Anni d’Oro (1985-2004)

whitney houston 1986 copertina

Balzò quindi alla notorietà musicale mondiale grazie al suo album d’esordio del 1985, intitolato Whitney Houston (che conteneva una cover di Diana Ross del 1983, In Your Arms ), entrato direttamente al numero 1 della classifica americana, permanendovi per 14 settimane consecutive ed entrando nel Guinness dei Primati come l’album più venduto di una cantante esordiente (quasi 29 milioni di copie). Seconda in classifica Britney Spears nel 1999, con l’album …Baby One More Time che vendette quasi 25 milioni di copie nel mondo.

Due anni dopo, nel 1987, torna con Whitney, preceduto dalla hit internazionale I Wanna Dance with Somebody (Who Loves Me): l’album le frutta una serie vertiginosa di primati di vendita. Nel 1988 incide One Moment in Time, inno delle Olimpiadi di Seoul. Nel 1990 esce il terzo album I’m Your Baby Tonight, trascinato soprattutto dalla title-track. Nel 1992, debutta al cinema, con il film La guardia del corpo, coprotagonista con Kevin Costner. Il brano portante della colonna sonora, I Will Always Love You, cover di un pezzo di Dolly Parton, ottiene un ineguagliato successo planetario. La colonna sonora del film diventa la più venduta di tutti i tempi, con 42 milioni di copie in tutto il mondo.

WhitneyHouston

Nel 1995 recita in Donne – Waiting to Exhale e nel 1996 recita in Uno sguardo dal cielo al fianco di Denzel Washington, partecipando alla colonna sonora di entrambi i film. Whitney lancia nel 1998 il suo quarto album, My Love Is Your Love, con le hit It’s Not Right but It’s Okay, la title-track e Heartbreak Hotel, insieme alle “soulsisters” Faith Evans e Kelly Price. L’album include anche il duetto con Mariah Carey, intitolato When You Believe, che fa anche da colonna sonora al film d’animazione della Dreamworks Il principe d’Egitto, contenuto nella raccolta di numeri uno della Carey, #1’s, e che vince l’Oscar come migliore canzone originale.

Nel 2000 esce il primo Greatest Hits, doppio CD antologico contenente alcuni inediti, tra cui If I Told You That con George Michael e Could I Have This Kiss Forevercon Enrique Iglesias. L’album vende più di 8 milioni di copie e risulta essere uno dei 20 album più venduti nella storia delle classifiche inglesi. ( 2ago18 )

 

whitney-houston-premi

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.