Crea sito

MORE THAN I CAN BEAR / WHOSE SIDE ARE YOU ON ? – Matt Bianco – (1984/1985)

 matt bianco

More Than I Can Bear  il video ufficiale – Clicca Qui

Whose Side Are You On? il video ufficiale – Clicca Qui

——————————————————————————————————————————-

matt_bianco_musica_anni_80

Matt Bianco è il nome di un gruppo musicale pop britannico, nato nel 1983.

Attualmente il gruppo è un duo, composto dal cantante Mark Reilly e dal musicista Mark Fisher, ma originariamente si formò come trio, con Reilly insieme al tastierista Danny White e alla cantante polacca Basia Trzetrzelewska. È divenuto famoso nel Regno Unito e nell’Europa continentale nella prima metà degli anni ottanta, negli USA nella seconda metà della stessa decade, in Asia e in Giappone nel corso degli anni novanta.

Sia come trio che come duo, pur con le dovute differenze, la band è nota per il suo stile latineggiante, esplorato a fondo, in tutte le sue micro e macro sfumature, con ampie concessioni al sotto-genere più tipicamente pop della ballad – la più famosa delle quali è senza dubbio More Than I Can Bear del 1984-1985 – e una successiva incursione nel nascente genere dance, poi trasformatasi in una svolta decisamente azzeccata, iniziata quasi per caso, con la celebre Numero 11 britannica Wap-Bam-Boogie del 1988, in origine lato B del primo singolo estratto dal terzo album, Don’t Blame It on That Girl, da Indigo – il long playing del gruppo che ha raggiunto la posizione più alta nella relativa classifica UK – di cui Wap Bam Boogie doveva costituire un mero riempitivo che, invece, come spesso accade, si sarebbe poi tramutato nell’episodio migliore dell’intero lavoro, addirittura portando la band a ripensare il proprio status musicale, forse complice anche l’inaspettato successo di classifica, coinciso con la posizione più alta mai raggiunta dalla band con un 45 giri in Gran Bretagna.

matt bianco whose side are you on copertina

I Matt Bianco, al pari di cantanti solisti e band quali Sade, Working Week, Style Council, Everything but the Girl e parecchi altri, sono da annoverare tra coloro che hanno proposto al grande pubblico uno stile pop-soul piuttosto sofisticato, improntato a un jazz di largo consumo, influenzato da esperienze technopop di vario tipo, comunemente noto come sophistipop, sotto cui si annoverano in realtà un gran numero di artisti e gruppi fortemente eterogenei. Benché il nome della band sembri suggerire un riferimento a qualcuno dei suoi membri e venga spesso identificato con il cantante Reilly, l’unico membro rimasto sempre costante nel corso degli anni, si tratta in effetti di un nome di fantasia, che richiama «una spia, un agente segreto: eravamo amanti del genere spy-story televisivo».

matt bianco more than i can bear copertina

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.