Crea sito

MEGO i nostri Pupazzetti – (Dal 1971)

MEGO

mego collezione

Una bella collezione di Leonardo un nostro fan – Clicca Sopra

————————————————————————————————————————-

La Mego Corporation era un’azienda produttrice di giocattoli che dominò il mercato delle action figures per gran parte degli anni settanta. La Mego fu fondata nei primi anni cinquanta da David Abrams e prima del 1970 era nota principalmente per essere una produttrice di giocattoli per i dime store (negozi in cui la maggior parte dei prodotti hanno prezzi fissi e solitamente molto economici, da Dime, la moneta da 10 centesimi di dollaro).

Mego – Età dell’oro 

mego batman giocattolo

A partire dal 1971 la Mego iniziò a comprare le licenze per produrre modelli ispirati ai film, programmi televisivi e fumetti più popolari del momento (per esempio Il pianeta delle scimmieStar Trek), e molti supereroi della Marvel e della DC Comics, che divennero in poco tempo la loro linea di giocattoli principale. Tra i prodotti non legati ad una serie preesistente di grande successo vi fu anche la distribuzione negli USA dei Micronauti.

Uno dei segreti del successo della Mego era il risparmio garantito dal tipo di action figures usato in molti casi: i corpi erano uguali, prodotti in gran numero, e solo le teste e i costumi si differenziavano. Mego produsse i propri modelli in una scala da 8 pollici (poco più di 20 cm), che divenne lo standard per questo tipo di giocattoli negli anni 70.

La Mego fu anche la creatrice del packaging stile Kresge (Kresge era la catena di negozi per cui fu prodotto originariamente, successivamente chiamata Kmart), ora conosciuto come “Mego Bubble Card“: questo tipo di imballo prevedeva la presenza di una “bolla” di plastica trasparente contenente l’action figures incollata sul cartone.

Il Declino 

Nel 1976 David Abrams rifiutò un accordo per produrre giocattoli su licenza per il primo film di Guerre stellari, allora di prossima uscita nelle sale. La licenza venne acquisita da un’azienda concorrente, la Kenner, che dopo il successo della trilogia vendette moltissime action figures e giocattoli ispirati a questa, decretando l’inizio del declino della Mego nel mercato.

Dopo l’occasione mancata con Guerre stellari, la Mego cercò di acquisire il numero maggiore di diritti per serie televisive e film che avevano possibilità di divenire dei grandi successi, sperando di seguire il successo della Kenner. Tra i diritti acquisiti ci furono quelli per King KongAgente 007 – MoonrakerBuck Rogers in the 25th CenturyThe Black HoleStar Trek: Il filmWonder Woman e Hazzard.

Uno dei più grandi successi della Mego di questo periodo furono le action figures del gruppo musicale dei Kiss. I modelli erano nel formato da 12 pollici e mezzo e rappresentavano Paul Stanley, Ace Frehley, Peter Criss e Gene Simmons (che aveva la testa modellata per permettegli di fare le linguaccie) e furono commercializzati dall’ agosto 1978.

La Mego produsse in questo periodo anche una linea di giocattoli originali composta da 36 action figures (32 della prima serie più 4 della seconda serie) da 6 pollici ispirate alla Seconda guerra mondiale, chiamata “Combat Man (marchiati Lion Rock e non Mego) e poi Johnny Action“, anche questa pensata come possibile concorrente dei bambolotti G.I. Joe della Hasbro da 12 pollici, ma non ebbe il successo sperato. La serie fu diffusa anche al di fuori degli Stati Uniti tramite la controllata Lion Rock con nomi differenti:

  • in Italia ne vennero commercializzate 32 come “Storia delle grandi battaglie”, distribuite dalla Polistil
  • in Francia come “Il était une fois'” distribuita con marchio Mego
  • in Germania ne vennero comemrcializzate 32 come “Gestern Wars“, distribuite con marchio Lion Rock

Alcuni degli stampi di questi modelli furono poi riutilizzati negli anni seguenti anche da altre aziende, spesso con variazioni dei particolari o dei gadget e della qualità delle plastiche.

Sfortunatamente né i Kiss né le altre linee di prodotti furono in grado di garantire alla Mego lo stesso successo avuto nel frattempo dalla Kenner con Guerre stellari, e nel 1982 l’azienda fu costretta a dichiarare bancarotta, cessando di esistere dall’anno seguente. Ad oggi i giocattoli della Mego sono molto richiesti dai collezionisti, e possono raggiungere valuazione di decine di migliaia di dollari.

Le Serie

mego

Di seguito un elenco delle serie di action figure prodotte dalla Mego Corporation.

  • Action Jackson
  • American West
  • Dinah-Mite
  • Eagle Force
  • Flash Gordon
  • Il pianeta delle scimmie
  • Kiss
  • Lion Rock Heroes of World War II (distribuito parzialmente in Italia come Storia delle Grandi Battaglie dalla Polistil)
  • Mad Monsters (serie di quattro action figure rappresentanti i mostri della Universal)
  • Micronauti
  • Robin Hood
  • Star Trek
  • Super Knights
  • Super Pirates
  • Television Favorites (comprendente svariate serie ispirate a serie televisivecome ad esempio Happy Days)
  • Tex Willer
  • The Black Hole
  • One Million Years B.C
  • Il mago di Oz
  • World Greatest Super Heroes (Supereroi D.C. e Marvel) ( 3mag17 )
Action Jackson
mego american west
American West
mego dinah mite
Dinah-mite
mego eagle force le aquile
Eagle Force
mego flash gordon
Flash Gordon
mego pianeta delle scimmie zaius
Il Pianeta delle Scimmie
mego polistil sommozzatori
Lion Rock Heroes of World War II
Monster box
mego monsterbox
Monster box
Micronauti
Robin Hood
mego star trek
Star Trek

Super Knights

 

Super Pirates
Television Favorites
Tex Willer Baravelli
The Black Hole
Il Mago di Oz

World Greatest Super Heroes
 
web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

2 Risposte a “MEGO i nostri Pupazzetti – (Dal 1971)”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.