Crea sito

MAICO (1931/1983) – Germania

Maico

MAICO MOTO EPOCA

Per vedere tutti i modelli Maico – Clicca Sopra

VIDEO 2 Ancora immagini uniche di Maico con Sound – Clicca

—————————————————————————————————————————

La Maico è una casa motociclistica tedesca attiva dal 1931 al 1983, che ha partecipato a diverse competizioni motociclistiche e fornito i motori a diverse case costruttrici. 

Maico – La Storia

 

Fondata dai fratelli Maisch nel 1926 a Pfäffingen, nelle vicinanze di Tubinga in Baden-Württemberg, inizia l’attività come costruttore di biciclette. La produzione motociclistica inizia negli anni trenta, con motoleggere spinte da motori a due tempi di costruzione Sachs e Jlo. Con l’avvento della Seconda guerra mondiale gli stabilimenti Maico vennero convertiti alla produzione bellica realizzando parti per aerei destinati alla Luftwaffe.

La produzione civile riprende nel 1947 con la M 150, monocilindrica a due tempi. Nel 1950 viene presentata la Maico Mobil, una motociletta carenata dalla linea massiccia e molto protettiva. Era equipaggiata con il motore della M 150. L’asfittico “150” sarà successivamente sostituito da più prestanti motori di 175 e 200 cm³.

MAICO MOBIL

Negli anni cinquanta la gamma Maico si espande: vengono presentate le versioni di 175 e 250 cm³ della “M” (la quarto di litro sarà per diverso tempo la moto ufficiale della Bundeswehr), la Blizzard, motoleggera 250 2 tempi, e la Taifun, bicilindrica di 350 e 400 cm³. Al Maico-Mobil nel 1955 sarà affiancata la Maicoletta, scooter di linea più compatta che si differenziava dalla produzione più in voga del periodo, come la Vespa e la Lambretta, nel presentare ruote alte.

Nel corso dello stesso anno viene assorbita la Champion, per affiancare alla produzione di moto anche quella di microvetture. Il mercato delle piccole automobili economiche, spinte da motori di derivazione motociclistica, è ormai in declino e la produzione della vetturetta Champion 500, dotata di un propulsore Maico bicilindrico 2T montato posteriormente, si conclude nel 1958 dopo circa 6.000 esemplari realizzati.

maico-cross

In quegli anni la Casa inizia ad impegnarsi nel settore del fuoristrada, con buoni risultati specialmente nel motocross: nel 1957 il tedesco Fritz Betzelbacher vince il Campionato Europeo classe 250. L’attività ufficiale Maico nel fuoristrada (sia nel Cross che nella Regolarità) prosegue, affiancata negli anni settanta anche da quella nel Motomondiale con la RS 125, portata alla vittoria diverse volte dallo svedese Börje Jansson e da un giovaneEugenio Lazzarini.

La produzione Maico negli anni ’70 include modelli da Cross (siglati MC) e Regolarità (GS) con motori due tempi a disco rotante da 125 cc e aspirati i modelli superiori fino a 500 cc. Produce inoltre modelli stradali (MD) da 50 a 250 cm³.

La Maico cessa l’attività nel 1983, in seguito a una crisi economica aggravata dai contrasti all’interno della famiglia Maisch. Il marchio venne ceduto, per ricomparire sul mercato sul finire degli anni novanta con modelli da Cross, Enduro e Supermotard.

Nel 2010 un’azienda californiana ha presentato una gamma di motociclette utilizzando nuovamente il marchio “Maico”.

Caratteristiche tecniche – Maico 490 Mega 2 del 1981

 maico 490 mega 2

Dimensioni e pesi
Altezze Sella: 957,6 mm – Minima da terra: 370,8 mm
Interasse: 1.524,2 mm Massa a vuoto: 101 kg Serbatoio: 10 l
Meccanica
Tipo motore: Monocilindrico a 2 tempi Raffreddamento: ad aria
Cilindrata 488 cm3 (Alesaggio 86,5 x Corsa 83 mm)
Distribuzione: Alimentazione: carburatore
Potenza: 53 CV a 7.000 giri al minuto; Coppia: Rapporto di compressione: 12:1
Frizione: multidisco in bagno d’olio Cambio: a 5 marce
Accensione unità di controllo CDI
Trasmissione primaria a ingranaggi
secondaria a catena
Avviamento a pedale
Ciclistica
Telaio in acciaio
Sospensioni Anteriore: forcella teleidraulica da 42 mm pluriregolabile / Posteriore: monoammortizzatore pluriregolabile
Freni Anteriore: tamburo / Posteriore: tamburo
Pneumatici anteriore da 21; posteriore da 18
Fonte dei dati: maico international  a0760

Di seguito altre belle immagini di Maico 

 

 

maico cross 1980

MAICO 250 BTesto tratto e modificato:  http://it.wikipedia.org/wiki/Maico

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Una risposta a “MAICO (1931/1983) – Germania”

  1. Il Maico 490 ha la trasmissione primaria a catena e non ingranaggi, gli ingranaggi sono subentrati nel 83 sullo Spider. Saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.