Crea sito

Luoghi Misteriosi d’Italia : FABBRICHE DI CAREGGINE (Vagli)

Vagli

Fabbriche_di_Careggine_svuotamento

Bel filmato dell’ Istututo LUCE sullo svuotamento – Clicca Sopra

——————————————————————————————————————

Fabbriche di Careggine è un villaggio abbandonato della provincia di Lucca, nel comune di Vagli Sotto.

Storia – Vagli e il paese sommerso

VAGLI-EPOCA-prima-inondazione
Come era il paese prima dell’inondazione 

Il paesino fu fondato nel XIII secolo da una colonia di fabbri ferrai provenienti da Brescia.
Dopo la conquista Estense, a partire dal 1755 il centro, destinato a divenire uno dei maggiori fornitori di ferro dello stato, fu dotato di un mulino e godette di agevolazioni sul trasporto dei materiali. Risale a quel periodo la costruzione della Via Vandelli che, collegando Modena a Massa, attraversava il torrente Edron prima su una passerella in legno, poi su un ponte in muratura. Sul finire del Settecento, il Duca di Modena Francesco III, per favorire l’opera delle maestranze locali, concesse loro numerosi privilegi, tra i quali l’esenzione dal servizio militare.

Schermata 2014-08-05 alle 12.21.28 AM

Il declino di questa via coincise con la decadenza di Fabbriche, i cui residenti dovettero tornare a dedicarsi agli antichi mestieri di contadini e pastori per far fronte alla fame e alle carestie.

All’inizio del Novecento, l’economia del paese si risollevò, in seguito allo sfruttamento del marmo nelle vicinanze di Vagli tanto che, tra il 1906 e il 1907, venne costruita una piccola centrale idroelettrica sull’Edron per servire i bacini marmiferi.

Nel 1941, sotto il regime fascista, la società Selt-Valdarno (oggi Enel) decise di costruire un bacino idroelettrico sbarrando il corso del torrente Edron nel comune di Vagli Sotto. Tra il 1947 e il 1953 venne costruita una diga, alta 92 m e in grado di contenere 36.000 m3 di acqua, e fu gradualmente sommerso il villaggio medievale, che era composto da 31 case e contava appena 146 abitanti. I residenti vennero trasferiti nelle nuove abitazioni di Vagli Sotto, costruito in modo da riproporre fedelmente l’impianto urbanistico del villaggio medievale evacuato.

Fino al XX secolo, in occasione dei lavori di manutenzione della diga, il lago veniva svuotato facendo riemergere l’antico borgo medievale, con le sue case in pietra, il cimitero, il ponte a tre arcate, la chiesa romanica di San Teodoro e il campanile in rovina. Tale evento si è verificato soltanto quattro volte: nel 1958, nel 1974, nel 1983, nel 1994.

Nel novembre del 2010 era previsto il completamento della realizzazione di un ponte tibetano in legno e acciaio, lungo 200 m, in corrispondenza dell’antico abitato, così che una cupola di vetro lo proteggesse in modo da renderlo visibile tutto l’anno. Ad Agosto  2014, tale opera non è ancora stata realizzata….. ( 1feb17 )

vaglilago

Lago_di_Vagli2

vagli11

.

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.