Crea sito

LAURA GEMSER – Mitica attrice anni ’70 – (Emanuelle Nera )

Laura Gemser

laura gemser

—————————————————————————————————-

Laura Gemser

Laurette Marcia Gemser, meglio conosciuta come Laura Gemser (Surabaya, 5 ottobre 1950), è un’attrice, modella e costumista olandese naturalizzata italiana, nota soprattutto per la fortunata serie cinematografica Emanuelle nera, in cui interpretava il ruolo della protagonista.

laura gemser

Laurette nacque a Surabaya, sull’isola di Giava, in Indonesia. Nel 1955, all’età di 4 anni, lei e i genitori si trasferirono a Utrecht, nei Paesi Bassi, città in cui è cresciuta. Frequentò il liceo MULO Regentesseschool di Utrecht ed in seguito la Artibus Art School, sempre di Utrecht, dove si specializzò in alta moda. Durante la prima metà degli anni ’70 lavorò come indossatrice d’alta moda nei Paesi Bassi e Belgio e comparve anche in molte riviste di moda olandesi e belghe. Nel 1975 si trasferisce definitivamente a Roma, dove comparve in alcune riviste per adulti tra cui Playmen, che le dedicò 5 copertine.

Laura Gemser esordì nel cinema nel 1974 interpretando il film Amore libero – Free Love, diretto da Pier Ludovico Pavoni. In seguito nel 1975, al fianco di Sylvia Kristel, ebbe un piccolo ruolo in Emmanuelle l’antivergine, in cui interpretò il ruolo di una massaggiatrice. Fu il secondo capitolo della serie originale francese ispirata ai romanzi di Emmanuelle Arsan. Da questa interpretazione nacque in Italia l’idea di creare la serie apocrifa di Emanuelle in cui il nome della protagonista è scritto con una sola “emme” ed è una bella fotoreporter di colore.

laura gemser

Per tutti gli anni settanta e parte degli ottanta ha interpretato ruoli in film di genere (con poche eccezioni), diventando un’icona del genere nonostante la grande timidezza che l’ha sempre contraddistinta. Dopo il debutto in Amore libero – Free Love in cui recitò la parte di una indigena fu notata da Aristide Massaccesi che dopo averla fatta recitare in Voto di castità la volle in gran parte delle sue realizzazioni facendole realizzare da protagonista l’intera serie di Emanuelle nera.

laura gemser

Laura Gemser non fu mai un’attrice estrema, come spesso erroneamente riportato. Si è sempre rifiutata di girare scene hard e ha interpretato solo film erotici, che però in alcuni casi sono stati montati con aggiunte hard girate da altri attori come in Emanuelle in America in cui Massaccesi girò le scene hard in diretta ricorrendo a controfigure come quella nella capanna ricordata da Massaccesi in cui la Gemser fu sostituita per gli spezzoni hard “Non erano molte scene, io ho presente soprattutto quella che abbiamo fatto nella capanna con Marina Frajese“. In altri casi i film furono rititolati e distribuiti in versioni differenti a seconda dei Paesi.

laura gemser

Dopo il tramonto del cinema erotico la Gemser proseguì a recitare per Massaccesi anche solo in piccoli camei o in parti da comprimaria come ne L’alcova o in Endgame – Bronx lotta finale. La sua carriera artistica terminò nel 1991, e a chi le proponeva nuove interpretazioni lei scherzando rispondeva “al limite posso essere la nonna di Emanuelle.

Vita privata e ritiro dalle scene

laura gemser

È stata sposata con l’attore e collega di tanti film Gabriele Tinti, conosciuto sul set del film Emanuelle nera nel 1975, dal 1976 fino alla morte dello stesso, il 12 novembre 1991, avvenuta per un infarto del miocardio. Vissero in tutti quegli anni alla periferia nord di Roma, in una villa in zona Saxa Rubra. Dopo la morte del marito si è ritirata dall’attività artistica e conduce una vita molto riservata a Roma dove fa la costumista.

laura gemser

Nel 1997 i giornalisti Davide Pulici e Manlio Gomarasca della rivista Nocturno ottennero una intervista. L’intervista durò circa tre ore e i due giornalisti, invece di condensarla sulla rivista, preferirono proporla per estesa su un libro-intervista, intitolato “Io Emanuelle, le passioni, gli amori, e il cinema di Laura Gemser” edito per l’occasione la cui prefazione fu affidata a Joe D’Amato al secolo Aristide Massaccesi. Nel 1999 ha partecipato commossa ai suoi funerali.

Venne poi intervistata nel cortometraggio A Hard Look di Alex Cox del 2000, in cui racconta brevemente la sua vita e il suo abbandono delle scene. A1234

laura gemser

laura gemser

Ed infine … Laura Gemser nel 2000

laura gemser

laura gemser

Testo tratto e modificato: https://it.wikipedia.org/wiki/Laura_Gemser

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.