Crea sito

 
LAGOSTINA – Carosello con La Linea (1970)

Lagostina lagostina la linea carosello

VIDEO 1 – Lagostina e La Linea nel Carosello del 1976 – Clicca

VIDEO 2 – Un cartone intero – Clicca  

VIDEO 3 – Documentario su Osvaldo Cavandoli papà della Linea

——————————————————————————————————————-

lagostina fabbrica anni 50

Lagostina è una fabbrica italiana di pentole a pressione, posate ed altri utensili da cucina, fondata nel 1901 ad Omegna oggi in provincia del Verbano-Cusio-Ossola. L’attività inizia quando Carlo Lagostina e il figlio Emilio rilevano una fabbrica per produrre posate in ferro stagnato; dopo gli anni venti, periodo durante il quale la fabbrica produce materiale bellico per rispondere alle esigente della Grande Guerra, l’azienda conosce una sfrenata crescita grazie ai consumi del dopoguerra, triplicando la propria capacità produttiva giornaliera rispetto al periodo pre-bellico.

lagostina

Da segnalare che una pentola di acciaio inossidabile disegnata da Adriano e Massimo Lagostina è esposta al MoMa (Museo d’arte moderna di New York).

lagostina

L’azienda è indissolubilmente legata alla figura de La Linea, personaggio ideato da Osvaldo Cavandoli e protagonista di una serie di Caroselli mandati in onda dalla RAI a partire dal 1969, raffiguranti un uomo che percorre una linea di cui è parte integrante. Sempre alla fine degli anni sessanta l’immagine grafica della Lagostina fu curata da Ilio Negri.

lagostina

Nel 2005 la quota di maggioranza della fabbrica è stata ceduta al gruppo francese SEB (già proprietario dei marchi Tefal, Rowenta, Moulinex e Krups) e solamente una piccola quota di minoranza è rimasta alla famiglia Lagostina.

LA LINEA

la linea lagostina carosello anni 70

La linea è il personaggio protagonista di un cartone animato ideato da Osvaldo Cavandoli. Il cartone animato è costituito da un uomo che percorre una linea virtualmente infinita e di cui è anch’esso parte integrante. Il personaggio incontra nel suo cammino numerosi ostacoli e spesso si rivolge al disegnatore in un grammelot incomprensibile affinché esso disegni la soluzione ai suoi problemi.

Storia

lagostina

Nel 1969 Cavandoli propose questo personaggio (chiamato inizialmente Mr. Linea) ad alcune agenzie pubblicitarie che realizzavano filmati per il Carosello della RAI. Il personaggio piacque all’ingegner Emilio Lagostina, collezionista d’arte e titolare dell’omonima industria di pentole a pressione, che lo volle protagonista di alcuni caroselli per la sua azienda. La presentazione del personaggio, inizialmente chiamato Agostino Lagostina (il nome fu poi eliminato dopo la prima serie di Caroselli) fu questa: «Chi è Agostino? Un piccolo uomo vivace, dal naso realmente espressivo, con tutte le istanze e le preoccupazioni della vita moderna. Figlio di una matita e di una mano.»    

lagostina cavandoli crea la linea carosello

Al personaggio venne associata la voce di Giancarlo Bonomi, che gli fornì una parlata onomatopeica dal vago accento milanese, e una colonna sonora vagamente jazz curata da Franco Godi e Corrado Tringali. Il personaggio divenne così protagonista di una serie di celebri spot pubblicitari, diffusi anche all’estero, dove sono anche stati prodotti dei DVD con le sue avventure.

Cavandoli, padre della nota striscia, realizza 35 film pubblicitari de La Linea Lagostina della durata di 2′ 30“, sulla musica “Io cerco la Titina” e doppiati da Carlo Bonomi, il quale presta la propria voce al personaggio in quel borbottio milanese-multilingue che lo caratterizza perfettamente.

L’essenzialità del tratto, l’originalità del personaggio e il carattere un po’ brontolone ma irresistibile segnano il successo mondiale della Linea e la sua ascesa nell’Olimpo dei personaggi animati.

All’inizio degli anni Settanta Cavandoli riceve i suoi primi riconoscimenti nei maggiori festival di animazione, il Festival di Annecy e Zagabria, e nel 1973 esce il primo libro “La Linea”, edito da Bompiani.

S

Sull’onda del successo, nel 1972 La linea divenne anche una striscia a fumetti che vinse numerosi premi internazionali. Ad essa seguirono poster, calendari e prodotti di merchandising.

Nel 1975 le strisce de La Linea vengono pubblicate anche su Il Giornalino.
Nel 1977 il cineasta realizza la prima serie di puro entertainment de “La Linea”, ma negli anni successivi il suo personaggio inizia a sparire dalle reti televisive italiane, ottenendo al contrario grandi successi in tutti gli altri paesi europei.

All’inizio del 2007 la Lagostina ha cambiato il suo storico logo. ( 2mag18 )

Testo tratto e modificato: http://it.wikipedia.org/wiki/La_linea_%28cartone_animato%29

web



free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.