Crea sito

INTERVALLO – Rai – (Dal 1954)

Intervallo

INTERVALLO RAI

Nelle trasmissioni televisive con intervallo si indica un vuoto nel palinsesto, in passato riempito con musica e immagini, oggi con spot pubblicitari.

Storico Intervallo Rai con il gregge di pecore – Clicca Sopra

VIDEO 2 – Quello con i paesaggi – Clicca 

VIDEO 3  Intervallo RAI olimpiadi 1960  – Clicca

AIUTO GRATIS AL SITO CURIOSANDO

Finalmente puoi contribuire in modo TOTALMENTE GRATUITO al sostentamento del SITO e delle PAGINE FACEBOOK acquistando su AMAZON entrando sul vostro profilo CLICCANDO sul banner sotto. Un GRAZIE di CUORE !

In Italia è noto il vecchio intervallo della RAI utilizzato nei vuoti di programmazione o in presenza di problemi tecnici di trasmissione quali collegamenti via satellite particolarmente problematici o di improvvise interruzioni di programmi in diretta. Inizialmente mostrava la parola Intervallo in corsivo sulle immagini di un gregge di pecore con un sottofondo musicale xilofonico.

INTERVALLO RAI PECORE

Successivamente negli anni settanta in bianco e nero poi negli anni ottanta a colori con una successione di immagini di scorci paesaggistici e di monumenti delle città grandi e piccole d’Italia commentate dal nome del luogo e del particolare visualizzato. Di tanto in tanto compariva anche la parola Intervallo a carattere maiuscolo sulle immagini con e senza didascalia.

intervallo

Il sottofondo musicale pur apparendo ai più un’unica composizione classica per arpa era invece formato dalla sapiente unione di estratti dall’ Allegro dalla Sonata VI in la maggiore (nota anche come Toccata per arpa sola) di Pietro Domenico Paradisi (1 minuto e 15 secondi), dall’Aria n.26 di François Couperin (1 minuto) e dalla Passacaglia dalla suite n.7 di Georg Friedrich Händel. A0499

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.