Crea sito

Gli Anni d’Oro di: I SUPEROBOTS

Superobots

superobots sigla

I Superobots live a Lucca 2007 – Fantomas – Clicca Qui

VIDEO 2 – VIDEO 3 – Ancora i Superobots live a Lucca 2008 – Ken il Falco e Blue Noah – Clicca

VIDEO 4 – I Superobots a I Migliori Anni – Clicca 

—————————————————————————————————————————–

Nella griglia finale i filmati di tutte le più importanti sigle dei Superobots

Superobots sono un gruppo musicale attivo dal 1979 che, fino al 1984, si è dedicato alla realizzazione di sigle per i cartoni animati.

Il gruppo si è riunito nel 2007 per una serie di concerti, e per realizzare nuove sigle per cartoni e altri programmi televisivi.

sigle_superobots_anni_80_anime

Nel 1979, all’alba del boom dei successi discografici “per bambini” legati all’animazione nipponica, Dougie Meakin realizzò con Mike Fraser ed Aldo Tamborrelli la canzone Tarzan, Tarzan per la voce di Elisabetta Viviani VIDEO ma non firmò il pezzo perché era ancora sotto contratto con la “Sasim”. Questa canzone doveva essere il b-side di Heidi ma alla fine venne dirottato nel retro de La banda dei cinque.

Proprio questa canzone lo fece notare ad Olimpio Petrossi (produttore della R.C.A. che si occupava del mercato delle sigle) che gli disse: “arrivano cinque cartoni animati che non sono mai stati trasmessi in Italia…”. I 5 anime di cui la R.C.A. si era assicurata le sigle erano Il Grande Mazinger, la cover della sigla di Jeeg Robot, uomo d’acciaioFalco, il superbolideGuerre fra galassie e Candy Candy (per la quale vi rimando al capitolo sui Rocking Horse).

Superobots

L’idea di creare i Superobot non si sa di chi sia stata ma sicuramente in tanti se ne sono attribuiti (sicuramente a ragione) il merito. Da varie interviste posso capire che il merito di aver formato il “gruppo” fu di Meakin e Tamborrelli mentre negli anni i suoi maggiori “amministratori” furono lo stesso Meakin e Massimo Cantini/Argante.

A differenza dei Rocking Horse, i Superobots non furono mai un gruppo “stabile”, ma una specie di contenitore vuoto formato quasi sempre da persone diverse. Secondo una mia idea, il nome di Superobots veniva utilizzato per i 45 giri realizzati all’interno della R.C.A. utilizzando artisti della propria orbita creativa, anche se ciò implicava che gli autori e gli esecutori materiali delle sigle cambiassero a seconda del periodo.

superoborts

Le sigle pubblicate come Superobots furono: Il grande Mazinger, Jeeg robot d’acciaio, Ken Falco, Guerre fra galassie, Gran Prix e il campionissimo, Daltanious, Supercar Gattiger, Blue Noah, Trider G.7, Gordian, Ufo Diapolon, Koseidon, Starzinger, Babil Junior e Superobot 28.

Su questo “contenitore” venivano dirottate tutte le sigle degli anime robotici di cui la R.C.A. si accaparrasse la sigla, senza passare da alcuna “gara interna” come di consueto. Essendo il filone robotico quello che attirava maggiormente il pubblico maschile e che quindi avrebbe consentito una maggiore diffusione della sigla, la R.C.A. preferiva assegnare le loro sigle ad una ristretta cerchia interna di suoi artisti quali Franco Migliacci (il paroliere di “Nel blu, dipinto di blu”) e Massimo Cantini (che usava lo pseudonimo Argante) ma anche Franco Micalizzi e Franca Evangelisti.

daltanious-SIGLA-SUPEROBOTS_anni 80

La produzione “non robotica” dei Superobots (che non per nulla devono il loro nome al genere robotico ma che poi si allargò fino a comprendere tutte le canzoni per i cartoni animati per “ragazzi”) ha diversi autori ed è qui che si nota il loro essere “gruppo contenitore”: Aldo Tamborrelli (chiamato “Jimi” per il suo stile chitarristico “alla Hendrix”), Vito Tommaso, i fratelli BalestraLucio MacchiarellaDouglas Meakin e Mike Fraser.La R.C.A. era una casa discografica tra le più importanti d’Italia e quindi aveva autori e musicisti di grande livello per i quali fare queste sigle (che garantivano discreti guadagni) era un lavoro di grande impegno (a vantaggio della qualità del lavoro).

Quando c’era la possibilità di farlo, (come nel caso di Vito Tommaso o Jimi Tamborrelli) gli stessi autori intervenivano anche in studio per la realizzazione materiale delle basi o semplicemente per cantare nei cori altrimenti lasciavano questa incombenza a dei turnisti.

Inizialmente alla R.C.A. facevano cantare sempre Dougie Meakin (magari insieme a Massimo Cantini) perché contribuiva alla realizzazione del brano ed aveva una voce abbastanza adatta al genere ma successivamente iniziarono a raffreddare le sue partecipazioni a vantaggio di nuovi cantanti: i fratelli BalestraSara Kappa,Fabiana Cantini e Rino Martinez. Intervistato sulla questione, Dougie Meakin disse che “fu giusto far lavorare tutti” ma è giusto anche dire che, anche quando lui non era la voce solista era quasi sempre nei cori.

Per i cori si chiamava chiunque potesse dare un valido apporto: coristi di professione (come Roberta Petteruti), gli stessi autori delle sigle come Massimo Cantini e Franco Migliacci nonché (in certi casi) addirittura gli impiegati della R.C.A. (come nel caso di Simona Pirone in Trider G7).Come si può evincere dal nome del gruppo, i Superobots venivano “usati” quasi esclusivamente per le sigle delle serie robotiche o comunque futuristiche (che, all’inizio dell’anime boom, era il genere che tirava di più); di conseguenza anche le sonorità dovevano essere necessariamente “forti” (sono parole di Dougie).

Il tipo di strumentazione usata era la logica conseguenza dei temi trattati e non il contrario come molti vogliono fare credere. Chitarre distorte, sezione ritmica molto grintosa accompagnata sempre da linee di sinth e da voci poderose…ecco lo stile dei Superobots! Un’iniezione di pura adrenalina musicaleche richiamava tutta la popolazione maschile davanti alla Tv!!!

Componenti

dave sumner superobots

Nel periodo delle sigle televisive, il gruppo non ha mai avuto una formazione fissa, ma ha visto l’avvicendarsi di diversi musicisti di grande spessore, utilizzando spesso pseudonimi quali “Superband” per la sigla di “Fantaman” e “noi Supereroi”,“Superbanda” per “Ulisse” ed “Ulisse delle galassie“,”Eurokids” per “G.O.A.L.”,“I Drago” per “Ginguiser”e “Guyslugger“,”Megalosingers” per “Megaloman” e “Izenborg”,”i Micronauti” per “Capitan Futuro”,”Capitan Futuro,gran capitano”,”Daitan III” e “Tekkaman” e “Sarah e co. per “All’eta’della pietra”, nonche’ naturalmente come “Rocking Horse” gruppo alter ego che suonava sigle non robotiche;anche i fratelli Balestra hanno spesso preso parte al collettivo sia col loro nome per le sigle”Monjiro”,”Teppei” e “X bomber” che con i relativi pseudonimi quali “Condors” per “Muteking”,”Ninja Kamui” e “Dieci magnifici eroi”. Si segnalano i seguenti interpreti e autori:

superobots_ken_il_falco

  • Douglas Meakin, voce, cori, autore di testi e musiche
  • Massimo Cantini, voce, cori, autore
  • Giancarlo Balestra, voce, cori, autore testi e musiche
  • Rino Martinez, voce
  • Franco Migliacci, autore testi
  • Simona Pirone, voce
  • Sara Kappa, cori
  • Mike Fraser, pianoforte, tastiere, autore musiche
  • Dave Sumner, chitarra
  • Aldo Tamborrelli, voce, chitarra, tastiere, autore musiche
  • Fabiana Cantini, cori
  • Rossella Valci
  • Christian Meakin, cori
  • Roberta Petteruti, cori
  • Derek Wilson, batteria
  • Alessandro Centofanti, tastiere, autore musiche
  • Vito Tommaso, autore testi e musiche

La formazione attuale, quella delle esibizioni live, è la seguente:

  • Douglas Meakin, voce, chitarra
Douglas Albert Meakin è nato a Liverpool il 17 Marzo del 1945 ma vive in Italia dal 1966, dove esordì come cantante e chitarrista dei Motowns. Tra le sue più importanti collaborazioni vanno ricordate le partecipazioni in realizzazioni discografiche di Venditti, Cocciante, De Gregori, Renato Zero, Franco Micalizzi, Gianni Morandi e i Fratelli de Angelis.
  • Dave Sumner, chitarra elettrica, cori
Dave Sumner è stato lo storico chitarrista dei Primitives di Mal, riunitisi tra l’altro nel 2006 per una serie di concerti. Successivamente è passato agli stessi Motowns  con Mick Brill e sempre negli anni 70 e 80 è stato elemento di spicco dei Camaleonti e deiNuovi Angeli quindi session man e concertista per molti artisti famosissimi.
  • Mick Brill, basso, cori
  • Muzio Marcellini, tastiera, programmazione computer, cori
  • Arnaldo Capocchia, batteria ( 4mar16 )

Discografia Dei Superobots

Album  

Anno Titolo Casa discografica Numero catalogo Formato Note
2007 Reborn     CD Album registrato dal vivo durante i concerti tenuti ad Alezio (LE), Ostia e Genzano (RM), inoltre contiene una bonus track inedita.

Singoli  

Anno Titolo Casa discografica Numero catalogo   Note
1979 Jeeg Robot/Il grande Mazinger RCA Original Cast BB 6348 VIDEO  Jeeg Robot è una cover della sigla cantata da Fogus
1979 Ken Falco/Guerre fra galassie RCA   VIDEO  
1980 Grand Prix e il campionissimo/Daltanious RCA   VIDEO  
1981 La spada di King Arthur/Blue Noah RCA Original Cast BB 6524 VIDEO La spada di King Arthur è cantata da I cavalieri del re
1981 Supercar Gattiger/Mysha RCA   VIDEO  
1981 Trider G7/Tamagon risolve tutto RCA   VIDEO  
1981 Koseidon/Starzinger RCA   VIDEO  
1981 I-Zenborg/Megaloman RCA   VIDEOVIDEO  
1981 Gordian/UFO Diapolon RCA   VIDEO  
1982 Babil Junior/Lalabel RCA   VIDEO  
1984 All’età della pietra/Superobot 28 RCA   VIDEO

Testo tratto e modificato: http://www.tanadelletigri.info/articoli/sr/sr.htm

Testo tratto e modificato: http://it.wikipedia.org/wiki/Superobots

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.