Crea sito

Gli anni d’oro di FAUSTO LEALI – A chi / Deborah / Angeli Negri – (1969)

Fausto Leali

fausto_leali_anni_60

A chi – 1967 Video – Clicca sopra

Pippo Baudo presenta Deborah Video – 1968 – Clicca Qui

Angeli Negri in una recente esibizione – Clicca Qui

VIDEO 4 La versione originale di A Chi del 1954 – Clicca

VIDEO 5 La versione originali di Angeli Negri – Clicca

—————————————————————————————————————————–

Fausto Leali

Fausto Leali (Nuvolento, 29 ottobre 1944) è un cantante italiano contraddistinto da una vocalità caratteristica che gli ha fruttato l’appellativo di negro bianco.

Nel 1961 incide il suo primo 45 giri, con lo pseudonimo Fausto Denis. Nello stesso anno scrive ed incide la sua canzone “Amarti Così”. In seguito, nascerà il sodalizio con la band “I Novelty”. Incide diversi dischi, tra i quali le due cover dei Beatles “Please Please Me” e “Lei ti Ama” (She Loves You).

Inizia quindi a dedicarsi alla musica nera, in particolare al soul, che ben si addice alle caratteristiche della sua voce.

Il successo

fausto-leali-a-chi-hurt-1966_copertina

Nel 1967 arriva il suo primo vero successo con A chi (versione italiana della canzone statunitense “Hurt”, pubblicata per la prima volta da Roy Hamilton in novembre del 1954, che la fece diventare una hit da # 8 della Billboard R&B e successivamente la canzone venne rilanciata nel 1960 sempre negli Usa dalla cantante Timi Yuro e che anni dopo verrà reincisa anche da Francesco De Gregori). Il brano arriva in prima posizione per quattro settimane in Italia e nono in Austria conquistando 4 dischi d’oro per aver venduto oltre 4.000.000 di copie nel mondo. Nello stesso anno partecipa per la prima volta a Un disco per l’estate con Senza di te, che in seguito verrà incisa anche da Ornella Vanoni.

L’anno successivo sposa la cantante Milena Cantù, già ragazza del Clan Celentano, dalla quale avrà due figlie, Deborah e Samantha.

Reduce dal grande successo di A chi partecipa al Festival di Sanremo 1968 interpretando Deborah.

fausto_leali_deborah_copertina

La canzone viene anche replicata da Wilson Pickett (artista di fama internazionale) e questo duetto segnerà l’inizio di una profonda amicizia tra Leali e Pickett, che farà anche da padrino alla sua primogenita Deborah, come la canzone omonima.

Poco dopo incide Angeli negri (cover di “Angelitos Negros”, brano di Pedro Infante del 1948, dal film omonimo, di cui i versi sono del poeta e politico Venezuelano Andrés Eloy Blanco, già interpretato da Antonio Machin, cantante iberocubano e ripreso poi da Marino Barreto jr nel 1959), che ripete il successo di “A chi”. ( 3lug15 )

fausto_leali_angeli_negri

fausto_leali_gerry_bruno_anni_60
Fausto Leali con Gerry Bruno nel 1967
fausto_LEALI-giovanissimo_1963
Un giovanissimo Fausto Leali nel 1963

Testo tratto e modificato: https://it.wikipedia.org/wiki/Fausto_Leali

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.