Crea sito

FILA BORG – (Anni 70)

Fila Borg

fila borg

VIDEO 1 – Alcune belle immagini – Clicca  

——————————————————————————————————————————–

Nel 1911 i fratelli Fila impiantano a Coggiola, in provincia di Biella, un’azienda che produceva maglieria intima maschile e femminile. Il 9 febbraio 1923 nasce Biella la società Maglificio Biellese con sede in Viale Cesare Battisti. La fabbrica produce abbigliamento intimo uomo, donna, bambino. Nel 1967 il Maglificio Biellese diventa Maby – Maglificio Biellese Fratelli Fila Spa. Il Maglificio, accanto alla Filatura di Cossato e alla Tessitura di Coggiola, si distingue come una realtà in grado di sviluppare al suo interno tutti i processi di lavorazione del tessuto, dal filo al capo finito.

Fila Aspen Borg 2
Fila Borg

Nel 1973 avviene il grande cambiamento: Maby diventa Fila Sport e Fila impone il suo nome nel mercato internazionale inizialmente con la linea tennis, contraddistinta dalla F rossa e blu creata da Sergio Privitera. Il successo del marchio si completa nel 1985, quando entra prepotentemente nel campo delle calzature. Come detto in origine un maglificio per l’intimo, Fila nel 1973 si lancia nella produzione di capi sportivi; ed è subito una trasformazione radicale:  l’azienda di Biella sviluppa una collezione di capi da tennis in cotone, tra i quali la polo a costine. E’ la prima volta che viene utilizzato questo tessuto così come il colore nell’abbigliamento da gara, in quanto le competizioni di tennis agonistico imponevano il total- white.  I capi sono utilizzati da Bjiorn Borg che all’epoca collezionava vittorie per un totale di 11 titoli. Il tennista diventa il testimonial delle campagne pubblicitarie e il momento in cui l’azienda di abbigliamento sportivo affiancano il proprio brand all’immagine di importanti atleti inaugurando l’era della sponsorizzazione sportiva. Questi capi vintage di Fila sono tuttora in produzione rivisti con nuovi colori e sono un best-seller dell’azienda. La polo è in cotone 100% mentre la giacca è, come allora, in basilico. Entrambi i capi inseriscono il famoso logo F-Box bianco, rosso e blu. Fila è stata la prima azienda a lanciare nel tennis il cosiddetto total-look ovvero un set di capi coordinati alla polo, dallo short alle calze.

Una delle più classiche delle Fila Borg

Il Tennis – Fila Borg

Il debutto nello sport avviene attraverso il tennis, disegnando completi che si discostavano dai tradizionali, sempre rigorosamente bianchi, ed introducendo il cotone a costine. Negli anni 70 il marchio è adottato da campioni come Guillermo Vilas ma soprattutto Björn Borg. In quegli anni in Italia Fila veste Adriano Panatta, il giocatore italiano più rappresentativo. L’ascesa di Fila sui campi di tennis prosegue negli anni 80 e 90 con Gabriela Sabatini, Monica Seles e Boris Becker, atleti che si sono distinti sia per i loro risultati sportivi, sia per il loro stile unico in campo. Per ventidue anni, Fila è stata sponsor del US Open di tennis.

Fila veste alcuni tra i più forti giocatori di tennis del mondo: James Blake, Dmitry Tursunov, Marin Cilic, Janko Tipsarevic, Anna Chakvetadze e Kim Clijsters: quest’ultima ritiratasi nel 2007 è recentemente tornata al tennis professionitico vincendo gli US Open 2009. In Italia Fila è sponsor di Andreas Seppi, a lungo primo tennista italiano nel ranking ATP, Fabio Fognini e Karin Knapp.

 

Lo Sci

Nel 1974 è l’esordio nello sci attraverso la collaborazione con il campione svedese Ingemar Stenmark. Negli anni seguono le sponsorizzazioni dei più famosi campioni italiani dello Sci, su tutti Alberto Tomba e Deborah Compagnoni. Nel 1978 Fila accompagna Reinhold Messner nella storica impresa di scalare l’Everest senza ossigeno per la prima volta. E dopo l’Everest, Messner scala tutte le 14 vette oltre gli ottomila metri indossando abbigliamento tecnico Fila.

Gli altri sport

Fila si lancia in iniziative pionieristiche come la sponsorizzazione del velista Giovanni Soldini, che accompagna nel giro del mondo in solitaria, o le collaborazioni nel mondo dei motori, iniziate negli anni 80 con la Brabham e il campione del mondo Nelson Piquet e proseguite nei primi anni duemila attraverso le partnership con la Scuderia Ferrari e il team Ducati.
È storica la sponsorizzazione del running team di atleti keniani coordinato dal dr. Gabriele Rosa e composto da campioni del calibro di Margaret Okayo e Moses Tanui, capace di vincere 27 maratone consecutive tra il ’98 e il ’99. Antonio Rossi, canoista pluricampione olimpico e portabandiera italiano alle Olimpiadi di Pechino è tuttora uno dei testimonial del marchio. Per quanto riguarda il calcio, è stato lo sponsor tecnico della Fiorentina dal 1997 al 2000 e del West Ham dal 1999 al 2004.

Le linee moda

Ma la missione di Fila non si ferma solo alle attività sportive, entrando nel mondo moda con due linee di punta: Vintage Collection e Gold Collection. La linea Vintage ripropone, direttamente dagli archivi storici, i prodotti icona Fila reinventati per il ventunesimo secolo. Presenta così prodotti autentici ricreati con nuovi materiali e una vestibilità più moderna, a dimostrazione che il buon design resiste nel tempo. La Gold Collection propone una linea italiana di lusso, creata con materiali pregiati e dal design raffinato. A1041

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.