Crea sito

 
DRAGON’S LAIR – (1983)

DRAGON’S LAIRdragon's lair gioco

Interessante video con tutte le scene tagliate del gioco – Clicca Sopra

VIDEO 2  –  VIDEO 3 – L‘intera sequenza di gioco – Clicca

VIDEO 4 – La fine vista da un giocatore in sala giochi – Clicca

—————————————————————————————————————————-

Dragon’s Lair

Dragon’s Lair è un videogioco su laserdisc prodotto da Don Blu, Cinematronics e RDI Video Systems. Venne pubblicato nel 1983, ed è uno dei primi giochi su laserdisc e probabilmente il più notoDragon’s Lair è stato uno dei primi laser-game. Il pregio di questi tipi di videogiochi era costituito da una grafica a cartone animato che, se paragonata agli standard del tempo (siamo nel 1983), risultava essere di estremo impatto visivo.

Dragon's_lair_inizio_gioco_sala_giochi

Il grosso difetto era invece dovuto alla scarsissima giocabilità e libertà d’azione lasciata al videogiocatore. Il gioco consisteva nel muovere correttamente e nei tempi giusti il joystick o di premere il bottone della spada imparando a memoria le mosse di tutti gli scenari presenti nel gioco. Se il tempismo e la mossa erano corrette il laser disc procedeva con il filmato mostrando al videogiocatore i progressi compiuti dal protagonista (Dirk). In caso contrario il videogioco proponeva diversi filmati di morte in funzione dell’errata azione intrapresa.

La tecnica usata per questi tipi di giochi (laser-game) era innovativa ed, allo stesso tempo, estremamente semplice. Il lettore ed un software ad esso abbinato, interpretando gli impulsi dati dal videogiocatore in determinati momenti tramite un joystick e un pulsante, andava a leggere gli opportuni spezzoni di filmato corrispondenti alle scelte fatte dal giocatore. La versione cinematronics destinata al mercato americano faceva utilizzo di due tipi di lettori laserdisc, i Pioneer PR-7820 e LD-V1000; la versione Atari destinata al mercato europeo faceva invece utilizzo del lettore laserdisc Philips 22VP932.

Visto il notevole successo della versione per sala giochi, vennero effettuate conversioni per tutti gli home computer e le console presenti sul mercato. Tuttavia, l’hardware dei sistemi casalinghi dell’epoca non rendeva possibile una conversione diretta, bensì titoli che dell’originale mantenevano solo il nome o che comunque riprendevano a grandi linee i temi trattati nell’originale. Ad esempio, Dragon’s Lair per NES è un platform a scorrimento laterale, mentre quello per C64 è un videogioco d’azione multievento.

Screen_dragon's_lair_gioco

Una versione piuttosto fedele all’originale, anche se suddivisa in due titoli, è stata quella per i personal computer a 16-bit. Lo schema di gioco era quasi identico a quello utilizzato dal laser disc e la grafica si avvicinava abbastanza fedelmente a quella del gioco originale. Con l’avanzamento tecnologico e l’introduzione dei supporti ottici come CD-ROM e DVD, è divenuto possibile riprodurre alla perfezione quanto visibile in sala giochi.

Oggi, grazie ai lettori di ultima generazione Blu-ray e HD DVD, Dragon’s Lair presenta una grafica (intesa come vivacità di colori e definizione d’immagine) addirittura superiore a quella utilizzata nel laser disc originale.Il 7 dicembre 2009 è stato ufficialmente messo in vendita il gioco per iPhone/iPod Touch. Dal 1º gennaio 2010 è disponibile per Nintendo DSi tramite download da DSi Shop al costo di 800 Nintendo points. ( 1ott17 )

dragon's lair finale

Testo tratto e modificato: http://it.wikipedia.org/wiki/Dragon%27s_Lair

web



free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.